Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:01 - 28/1/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

quando vengono sconfitti i citofonatori , baciatori di rosari e seminatori di odio , l'umanità tutta dovrebbe festeggiare . Si tratta di una piccola vittoria nei confronti dell'oscurantismo medioevale .....
NUOTO

La squadra degli Esordienti A e B dell'Asd Nuoto Valdinievole si conferma campione regionale di Salvamento.

BASKET

Nona vittoria stagionale, su 11, per gli Augies Montecatini nel campionato di A1 Uisp del comitato di Pistoia-Prato.

BASKET

Il campionato di serie D è al giro di boa e la Gioielleria Mancini ospita il forte Cus Pisa che all’andata inflissero una sconfitta ai ciabattini nella partita di esordio in campionato.

BOCCE

Le 3 star dell’alta classifica, Civitanovese-Cofer Metal Marche e Oikos Fossombrone continuano a non perdere colpi e hanno tutte pareggiato rimandando l’assegnazione della prima piazza al 29 febbraio prossimo.

PODISMO

Grande succeso, sia organizzativo che di partecipazione, ha ottenuto la terza edizione della ‘’Montecatini Half Marathon’’.

CALCIO

Il Valdinievole Montecatini coi suoi 23 punti ospita alle 14,30 al Mariotti la Pontremolese (20 punti).

DANZA SPORTIVA

Sabato 18 e domenica 19 gennaio il Palaterme torna a essere al centro della danza sportiva mondiale.

BOCCE

Bocciofila Montecatini chiamata a vincere e convincere. Mancano 4 turni alla fine di questo interessante campionato tosco-marchigiano.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Roberto Costantini.

none_o

Più ispirato che mai, Fabio Genovesi torna a farci sognare con la sua scrittura unica.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cerco elettricista x piccolo lavoro di manutenzione citofono .....
Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
PESCIA
Al circolo Agorà un incontro per ricordare il fatti del G8 di Genova

9/9/2019 - 11:03

Mercoledì 11 settembre, alle 21, al circolo Arci Agorà di Pietrabuona, in via Mammianese 100, si parlerà di cosa successe dal 20 al 22 luglio 2001 a Genova, nel corso della riunione del G8, il forum politico nato nel 1997 per riunire i governi degli otto paesi più industrializzati al mondo.

 

Al circolo interverranno due testimoni diretti dei tragici fatti che funestarono quelle ore, il giornalista Lorenzo Guadagnucci, che fu fra i fermati alla scuola Diaz, e Giuliano Giuliani, il padre di Carlo, ucciso in piazza Alimonda.

 

Racconteranno quanto hanno visto e vissuto, per ricordare ai diciottenni di oggi, ai ragazzi che quei momenti non li hanno conosciuti, perché quelle tragedie non avvengano di nuovo. Amnesty International definì quello che accadde “la più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale”: movimenti no global e associazioni pacifiste arrivati da tutta Europa e da ogni parte del mondo diedero vita a una serie di manifestazioni, duramente contrastate dalle forze dell'ordine in assetto antisommossa.

 

Il venerdì pomeriggio cadde Carlo Giuliani, la sua morte non fermò le proteste, né i tentativi di reprimerle. La sera successiva le forze dell'ordine irruppero nella scuola Diaz: i 93 ragazzi e giornalisti che ospitava furono arrestati, molti di loro picchiati. L’interno della scuola, in seguito, venne paragonato a una ‘macelleria messicana’; i fermati nel corso dei tre giorni di proteste furono in gran parte condotti nella caserma Bolzaneto. Molti di loro riferirono violenze fisiche e psicologiche, il mancato rispetto dei diritti degli imputati, anche episodi di tortura, che nei sei anni successivi provocarono alcune condanne in sede civile, per lo Stato italiano, per gli abusi commessi.

 

Nei confronti di molti funzionari pubblici furono, per questo, aperti procedimenti penali; 250 quelli che vennero archiviati, per l'impossibilità di identificare gli agenti responsabili, ma i magistrati, in più casi, ritennero avvenuti i reati contestati. La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha dichiarato che alla Diaz fu violato l'articolo 3 sul ‘divieto di tortura e di trattamenti inumani o degradanti’, l'Italia ha raggiunto una risoluzione amichevole con sei dei sessantacinque ricorrenti per gli atti di tortura subiti alla Bolzaneto, ammettendo la propria responsabilità.

Fonte: Circolo Agorà
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: