Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:02 - 25/2/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Taci allora, che è meglio, visto che per tua stessa ammissione non sai di che parli.

A parte i cani e bipedi (forse son polli, come quelli che ci credono?) che non c'entrano niente, sei proprio .....
BASKET

La Gioielleria Mancini in trasferta a Castelfranco in un campo storicamente ostico per i colori blu-amaranto, dove non sono mai riusciti a vincere.

BASKET

Iniziano questa settimana i playoff del campionato di A1 Uisp di basket del comitato Pistoia-Prato. La formula prevede che la prima classificata al termine della stagione regolare sia già qualificata, di diritto, alle Final Four, che si disputeranno a fine marzo.

RALLY

Sarà parte integrante di uno dei contesti più esclusivi del panorama rallistico “terraiolo” la scuderia Jolly Racing Team, impegnata - nel fine settimana - sui fondi del Rally Val d’Orcia.

RALLY

E’ un resoconto altamente soddisfacente, quello analizzato da Jolly Racing Team a margine della partecipazione dei propri portacolori all’Adria Rally Show, confronto che ha interessato il sodalizio valdinievolino sull’asfalto dell’Adria International Raceway, nel fine settimana. 

TIRO A SEGNO

Al poligono del Tiro a segno nazionale sezione di Carrara è andata in scena nei primi tre fine settimana di febbraio la 1a gara regionale federale del 2020.

BOXE

Il folto programma dilettantistico vedeva impegnato, all’esordio nella categoria Élite (i più bravi senza caschetto) il forte e talentoso pugile di Borgo a Buggiano Miguel Bachi.

HOCKEY

Pistoia mantiene i suoi ottimi standard e nella giornata finale del Campionato nazionale di Hockey Indoor di A2

BASKET

La Gioielleria Mancini arriva da quattro sconfitte consecutive, la partita contro Ghezzano è quindi fondamentale per restare attaccati al treno play-off. 

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Vanessa Montfort.

none_o

La recensione dci questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Gian Arturo Ferrari.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Azienda di trasporto cavalli con sede operativa in Altopascio .....
Cerco elettricista x piccolo lavoro di manutenzione citofono .....
VALDINIEVOLE
Caccia al cinghiale all'interno della Riserva Naturale, Legambiente attacca: "Pericoli per la fauna selvatica"

23/8/2019 - 17:31

Comunicato stampa a cura di Legambiente: "Caccia al cinghiale all’interno della Riserva Naturale: le prime battute sembrano aver dimostrato la totale inadeguatezza dell’operazione e un grave disturbo alla fauna selvatica. Le autorità competenti diano informazione.

Ad una settimana dall’inizio delle battute di caccia al cinghiale nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, annunciate la vigilia di ferragosto, l’operazione brilla per l’assoluta mancanza di trasparenza, nonostante si operi in un’area pubblica e con denaro pubblico.
Tuttavia ci sono testimonianze convergenti secondo cui in due battute di caccia svolte all’interno dell’area protetta, alla quale erano presenti decine di cacciatori, sarebbe stato ucciso un solo cinghiale nel corso della prima battuta e nessuno nel corso della seconda. Ma emergerebbero dettagli molto gravi sulle modalità dell’operazione, che non sarebbe stata condotta, come di consueto, sparando da altane (che non ci risulta siano state realizzate), bensì sparando da postazioni fisse a terra e su automezzi, operando cioè anche in condizioni di scarsa sicurezza. Altro dettaglio, tutt’altro che irrilevante, sarebbe il forte disturbo causato agli uccelli acquatici presenti nell’area, che sarebbero fuoriusciti in massa dall’area protetta.
Vorremmo avere conferma dalle autorità competenti se questi sono stati i risultati e la dinamica delle prime due battute ed inoltre se corrisponde al vero che oltre alle persone armate sarebbero state presenti anche persone non armate, comprese alcune figure politiche locali.
Chiediamo infine che sia data informazione, nel caso che quanto riferito corrisponda ai fatti, di quali provvedimenti si intenda assumere, considerati gli esiti fallimentari dei primi interventi e del grave impatto sulla fauna selvatica. Ed ancora vorremmo sapere a che titolo e sulla base di quale autorizzazione erano presenti persone non impegnate nell’attività di abbattimento, tenuto conto del divieto di ingresso vigente all’interno dell’area protetta e di ovvi motivi di sicurezza. 

 


Quanto emerge in sostanza non fa altro che confermare da un lato l’assoluta inadeguatezza di questa operazione a raggiungere lo scopo prefissato - si tenga conto che in questi casi le prime battute dovrebbero essere le più fruttuose - dall’altro la strumentalità della caccia al cinghiale nell’area protetta, che ad altro non servirebbe se non a voler dimostrare che la gestione che fino ad ora abbiamo conosciuto, effettuata con professionalità e passione da personale esperto del Centro di Ricerca, guide ambientali e volontari, è finita. Che anche la Riserva Naturale sarà gestita come un piccolo luna park, dove oggi si spara ai cinghiali, domani ai corvidi, dopodomani alle volpi e poi si vedrà. 
Uno spettacolo indecente, rispetto al quale Legambiente andrà a fondo sulle responsabilità in fatto di eventuali abusi e mancato rispetto delle leggi, oltre che sulle gravi responsabilità politiche di chi ha sponsorizzato questa fallimentare operazione. Non consentiremo che un patrimonio pubblico così importante sia sottratto ad una buona gestione per essere consegnato a chi opera con fini ideologici, con presunzione ed arroganza".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/8/2019 - 19:32

AUTORE:
Maurizio

Cacciatori a giro nel Padule di giorno con le carabine,incredibile,cosa aspettano ad intervenire le istituzioni aspettano forse il morto?

24/8/2019 - 12:53

AUTORE:
Martina

Pazzesco, si sentono al di sopra di ogni regola.

24/8/2019 - 7:48

AUTORE:
Zorro dei poveri

Varie e gravi affermazioni sono contenute nell'articolo . Affermazioni e giudizi sulle responsabilità . Esiste una fonte diversa di informazione ? La questione delle Altane e della pericolosità della caccia da posta , è abbastanza particolare . La caccia a terra dovrebbe rappresentare il 99% delle modalità della caccia in battuta al cinghiale . Per lo sparo da veicolo , esso rappresenta un illecito grave che chi afferma dovrebbe essere obbligato a documentare. Sembrerebbe che alle battute fosse presente una folla di cacciatori e battitori . Niente si dice dei cani che , al di la dello sparo , potrebbero veramente incidere sulla fauna .L'abbattimento in due battute di un solo esemplare , resta un interrogativo da chiarire .

23/8/2019 - 19:54

AUTORE:
Massimo

Vergogna,vergogna,vergogna,non voglio dire altro,Regione tutti a casa.