Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:10 - 22/10/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Dove si giudica il buonsenso di una persona o peggio la buonafede . . Difficile capire lo stato confusionale in cui sta operando un governo sgangherato . Occorre prudenza e pazienza nella speranza di .....
Podismo
CALCIO

L'Us Larcianese comunica di aver ricevuto le dimissioni del tecnico responsabile della prima squadra Eugenio Andreoli.

BOCCE

Matteo Franci e Fabio Matalucci sabato con la rappresentative della Montecatini Avis con i compagni sono stati sconfitti nelle Marche in campionato dalla Bocciofila Lucrezia, ma si sono immediatamente riscattati domenica andando a imporsi nel 1° Memorial Marco Foggi

BOCCE

Ottimo spettacolo sabato scorso presso il bocciodromo coperto di Cortoneto, purtroppo non altrettanto entusiasmante il risultato dell’incontro.

BASKET

La Gioielleria Mancini ospita i livornesi della Fides per la gara valevole per la quarta giornata di campionato.

NUOTO

Domenica 20 ottobre (inizio ore 9) alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, in località Centocampi, si svolgerà la classica rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole.

BOCCE

Archiviata la 1^ giornata del campionato di serie A2, dove i risultati ci hanno fatto capire “la potenze nei bracci” delle 8 società partecipanti al girone n°4.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mindadori di Montecatini è dedicata a un libro di Alessandro Milan.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valentina Dallari.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
VALDINIEVOLE
E' caccia ai cinghiali: ora si potrà sparare anche nell'area protetta del Padule

13/8/2019 - 10:29

Si potrà sparare, da venerdì, all'interno della riserva naturale La Monaca Righetti. L'obiettivo è contenere la presenza degli ungulati, al centro negli ultimi tempi di tante polemiche sollevate dagli agricoltori per i danni subiti (circa 60miila euro) proprio da questi animali (ce ne sarebbero 300 esemplari in zona). La decisione è stata resa nota ieri durante un incontro al quale hanno partecipato il sindaco di Ponte Buggianese Nicola Tesi, il comandante della polizia provinciale Franco Monfardini, l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni, il presidente dell’Atc Massimo Damiani e Maurizio Ventavoli, neo presidente del Consorzio di bonifica.

 

A cacciare i cinghiali - fino a fine anno, il mertedì e il venerdì notte - saranno la polizia provinciale, guardie venatorie e cacciatori addestrati al progetto.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




16/8/2019 - 23:50

AUTORE:
Amedeo

Vergognatevi Amministratori di sinistra,la caccia dentro un area protetta,non ho parole ma mi ricordero'.

16/8/2019 - 22:35

AUTORE:
Andrew

io non sono un cacciatore ma loro sono gli unici che si danno un Po da fare per tutelare il padule sia nella pulizia che per quanto riguarda il contenimento dei danni da questi cinghiali...poi voi se volete fare un giro in padule è grazie a loro che puliscono i passi per poter camminare o andare in bicicletta e non dite di no...voi dovete solo andare al centro con la macchina è di li non vi muovete più anzi al Max arrivate all' ossservatorio delle morette...dove io ci passo ogni tanto...ma più in là grazie a voi non andremmo non vi preoccupate.pulite solo il vostro orticello da far vedere ma poi piu in la non ve ne importa un bel nulla.parlate solo perché la gente non conosce il vostro "lavoro"sennò.....

16/8/2019 - 11:37

AUTORE:
Andrew

date colpa ai cacciatori ma che in montagna non trovano più niente di cibo e sono venuti tutti in giu nessuno lo dice...niente ghiande niente castagni tutti malati...anche per queste cose è colpa dei cacciatori...pensate pensate è scrivete cose giuste

16/8/2019 - 11:30

AUTORE:
Andrew

io semino nel mio...è ci fo quello che voglio...

15/8/2019 - 7:48

AUTORE:
luca

Andrew vai a seminare dove ti e' consentito o cambia mestiere,gli animali hanno il diritto di vivere.

14/8/2019 - 19:59

AUTORE:
Ale

Gli unici che dovrebbero aprirsi il portafogli e ripagarci i danni sono i responsabili cioè, signor andrew, i cacciatori come lei. Poi vediamo se è tutto regolare, sennò a pagare, a questo giro, sarà finalmente anche chi vi dà spago

14/8/2019 - 16:02

AUTORE:
Andrew

tutti voi contrari a questa decisione cominciate ad aprire il portafogli e pagare chi subisce danni dai cinghiali

14/8/2019 - 15:51

AUTORE:
un cittadino

sig zorro ...non si capisce mai con chi c'è l'abbia...si spieghi meglio (se ci riesce)

14/8/2019 - 15:44

AUTORE:
Zorro dei poveri

Unico commento sensato è chi lamenta i danni all'agricoltura . Tutto il resto è pregiudizio becero di chi non si preoccupa dei problemi , non ha idea di cosa si parla e forse un branco di cinghiali l'ha solo visti in televisione. Questo è , purtroppo il problema di chi scrive o parla per slogan per ammiccamenti (poi quando sono dentro etc) è veramente penoso . Inoltre il problema plastica ad uso di chi non conosce la caccia al cinghiale . Per gli ungulati si adoperano in alternativa armi a canna
rigata (bossolo in ottone ) oppure armi a canna liscia con i bossoli in plastica . Considerato che il numero delle doppiette è percentualmente considerevole , e che alla caccia da posta il numero dei colpi al cinghiale è limitatissimo , la polemica su piombo e plastica è ignoranza Infine il problema è il perché di tanti cinghiali e di chi le responsabilità e non di come ridurre queste specie non autoctone fonte di tanti problemi . Ma zitti mai ????

14/8/2019 - 12:53

AUTORE:
Eliano

Mah i compagni di merende Fratoni Tesi e Damiani li posso condividere ma che coinvolgano in questa vergognosa operazione anche il neo eletto Presidente del Consorzio e' un ulteriore scandalo.

14/8/2019 - 12:29

AUTORE:
Trebbio

Stupisce che tra i primi atti, dopo tanto tempo di forzata inattività, del nuovo presidente del Consorzio, che governa grazie ad un vigliacco atto di forza che ha costretto alle dimissioni il candidato prescelto dagli elettori, ci sia quello di aprire la caccia in una riserva naturale, primo caso in Italia, lascito dell'Ingegner Righetti a tutta la comunità. Perchè dovremo continuare a pagare le cartelle esattoriali? A beneficio dei cacciatori di Ponte Buggianese? Tornare a votare questo Pd poi...peggio della peggiore Lega (che da nessuna parte mi risulta sia ancora arrivata a tanto). Vincerà alle regionali con i voti degli amici cacciatori. Probabilmente però a questo giro non basteranno (e sempre che gli stessi non si candidino per la destra come successo più volte). CHE SCHIFO!

14/8/2019 - 9:44

AUTORE:
Marco Corsi

Ma come dentro l area protetta?!
Poi ormai è noto che attraverso.la caccia i cinghiali crescono oltretutto a dismisura. Che ignoranza da parte delle istituzioni. Senza contare allo spargimento di plastica e piombo nell ambiente. Farebbero meglio a chiamarla "Riserva di caccia"!!!

13/8/2019 - 12:59

AUTORE:
Simo

Ma se il padule è un area protetta,una riserva naturale e faunistica come si fa ad aprirci la caccia???
A parte il disturbo alle specie che vivono nell'area dovuta alla presenza dei cacciatori e agli spari, alla dispersione di bossoli e proiettili che inquinano, chi garantisce che "intanto che siamo lì" non se ne approfitti per sparare ad altro?

13/8/2019 - 12:41

AUTORE:
Zorro dei poveri

Capisco perfettamente che entrare in una riserva naturale , per uccidere gli animali , è almeno strano . Sembra una contraddizione. Non voglio analizzare il perché alcune razze di cinghiali non autoctoni sono state sparse nel territorio in maniera illegale. La prolificità di queste razze ed il fatto della divisione del territorio in squadre di cacciatori , ha portato ad una caccia selettiva , nel senso che ogni squadra responsabile di un territorio in esclusiva, tende a mantenere il maggior numero possibile di capi . Questo porta alla dispersione sul territorio tutto , di questi animali , guidati dalla possibilità di trovare cibo . Probabilmente all'interno del parco , come sulle mura di Lucca o nella periferia di Roma etc. questi animali sono vincenti perché senza nemici . Allora la riduzione del numero dei capi ? Fucile o trappole . Altrimenti articoli di giornale su un cinghiale in piazza Duomo a Pistoia , a Firenze o San Pietro. Criticare senza conoscere ? Un delitto

13/8/2019 - 12:32

AUTORE:
Andrew

se lei avesse dei campi coltivati cambierebbe idea...

13/8/2019 - 12:00

AUTORE:
mario di nanni

Siamo all'epilogo della guerra contro le aree protette dell'assessora all'Ambiente Fratoni: oggi si apre la caccia al cin ghiela DENTRO la Riserva Naturale; domani si riapre la caccia a tutte le specie. Esattamente il contrario di quanto auspicato dall'Ing. Righetti quando fece dono dei propri terreni alo'ente pubblico perché fossero una riserva naturale e un'oasi faunistica. E poi ci chiedete il voto? Scordatevelo!!
Vergognatevi!!