Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:11 - 12/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ê un'imprescindibile forza della vita che senza costruire non si va da nessuna parte. Nei tempi sono stati ideati e messi in opera diversi sistemi economici, poi il 99% é crollato poiché indicava .....
BASKET

Il primo canestro della serata è di Tesi poi Bellini lo imita con un bel coast ti coast. Una bomba da tre di Navicelli e un canestro di Bellini danno il primo strappo alla partita (11-4) e coach Blanco ricorre al minuto di sospensione. 

NUOTO

Grande successo per la tradizionale rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole, svolta alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, alla quale hanno partecipato oltre 300 atleti.

BOCCE


Nella giornata delle vittorie casalinghe (reali, o potenziali per lunghi tratti), un sono pareggio segna il cammino nel campionato della raffa, Il pari, vibrante, nervoso, tirato, combattuto in campo e psicologicamente un pizzico anche fuori.

ARTI MARZIALI

La settima edizione di Luctor si svolgerà presso il Palavinci di Montecatini Terme (di fronte all'ippodromo Sesana).

TIRO A SEGNO

Il Trofeo d’inverno, è articolato su due prove regionali con finale programmata al Tiro a Segno di Milano. Questo primo incontro, ha avuto luogo al poligono di Pistoia, mentre il secondo verrà svolto al poligono di Siena.  

BOCCE

Dopo la settimana di sosta dovuta alle festività di Ognissanti è in programma il 4° turno di questo interessante campionato di Serie A2. Nel girone tosco-marchigiano finalmente anche l’Avis ha vinto l’incontro che l’opponeva alla blasonata Oikos Fossombrone, peraltro squadra modesta e alla portata dei termali.

PODISMO

Domenica a Torricchio di Uzzanosi  corre la terza edizione  della ‘’Marcia Francescana-Marcia per la Misericordia’’, valida come 51^ prova del ‘’Trofeo Podista Lucchese’’.

MOTO

Un trionfo pistoiese. Il moto club LP Moto Corse Pistoia ha concluso le proprie fatiche con numeri strabilianti: per il secondo anno consecutivo, infatti, ha conquistato il titolo di campione d’Italia Uisp a squadre di enduro.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata all'ultimo libro di Fabio Volo.

none_o

Quest'anno l'evento è patrocinato anche dall'assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. 

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
none_o
In carcere due ventenni che gestivano lo spaccio tra i giovani della Valdinievole ovest

2/8/2019 - 14:56

Nella giornata di ieri è stata data esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Martucci, del Tribunale di Pistoia a carico di due italiani M.M. e D.A., ventenni, residenti nei comuni di Chiesina Uzzanese e Buggiano, mentre nei confronti di una donna M.L. di anni ventuno, residente a Montecatini, è stata disposta la misura dell’obbligo di dimora con permanenza notturna presso la propria abitazione.


L’attività di indagine è iniziata nell’aprile scorso quando personale di questo Commissariato traeva in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un diciannovenne residente a Buggiano, studente, incensurato, trovato in possesso di 26 dosi di marijuana e 5 di cocaina e denaro contante. Arresto effettuato a seguito di informazioni acquisite circa un’attività di spaccio all’interno dell’Istituto agrario di Pescia. Nella circostanza gli operatori di polizia nelle immediate vicinanze dell’istituto scolastico fermavano lo studente mentre si stava recando a scuola. Viste le circostanze di tempo e di luogo dell’avvenuto arresto, lo stupefacente era sicuramente destinato alla vendita e quindi al consumo da parte di giovani studenti.

 

Dagli sviluppi investigativi si rilevavano “contatti” dai quali si evinceva in modo chiaro un’attività di consumo e cessioni di sostanze stupefacenti. Considerata la gravità dei fatti e vista la necessità di porre in essere azioni volte alla repressione dei reati quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, venivano esperiti accertamenti, delegati dal pm Boccia, titolare dell’attività di indagine, che permettevano di identificare diversi soggetti, tutti di giovane età, assuntori di sostanze stupefacenti, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine. Le indagini hanno portato poi alla identificazione di tre soggetti, due maschi e una donna, dediti in modo abituale allo spaccio di sostanze stupefacenti.


Le attività investigative, effettuate informando comunque la squadra mobile onde scongiurare convergenze riguardo a eventuali altre attività, svolte con appostamenti, pedinamenti, attività supportata anche da accertamenti tecnici, hanno messo in evidenza una rete di spaccio in particolare di marjuana e hashish soprattutto tra giovani gravitanti nei comuni di Chiesina, Buggiano e Montecatini.


Nel corso di un controllo di polizia, nel mese di aprile M.M. trovato a bordo di un’autovettura insieme ad altri, veniva tratto in arresto poichè trovato in possesso di un totale di 40 dosi tra marijuana e hashish che lo stesso consegnava spontaneamente agli operatori che si erano insospettiti per il forte odore proveniente dall’interno dell’abitacolo.


In quella circostanza, convalidato l’arresto M.M. veniva sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Chiesina Uzzanese con l’obbligo di permanenza notturna presso la propria abitazione.  Nonostante detta misura M.M. ha continuato a spacciare lo stupefacente presso la propria abitazione, perlopiù in orari serali, violando in ben due occasioni accertate la misura a cui era stato già sottoposto.


Anche gli accertamenti di polizia giudiziaria posti in essere nei confronti di D.A. permettevano di acclarare che di fatto nonostante lo stesso fosse già sottoposto al regime degli arresti domiciliari dal dicembre dello scorso anno, continuava a ricevere abituali “visite” da parte di soggetti, noti assuntori di sostanze stupefacenti, con alcuni dei quali era solito anche consumare lo stupefacente. Nel corso di una perquisizione domiciliare avvenuta lo scorso aprile, all’interno della sua abitazione veniva rinvenuto hashish del peso di gr.17, un bilancino di precisione, numerosi ritagli di cellophane utilizzato per il confezionamento della droga e foglietti di appunti con annotate date e cifre.

 

Per quanto concerne la posizione della donna, la stessa fidanzata di M.M., lo ha sovente accompagnato nei luoghi ove avveniva lo spaccio, provvedendo anche in modo autonomo alla consegna dello stupefacente specie nella circostanza dell’arresto del fidanzato.


Pertanto, ritenendo necessario porre fine all’attività di spaccio che come è stato riscontrato coinvolgeva ragazzi tutti di giovane età, veniva chiesto all’A.G. di valutare l’opportunità di emettere a loro carico idonee misure di custodia cautelare, tenuto conto degli elementi di reità raccolti a loro carico: solamente nel periodo di osservazione da parte della polizia giudiziaria sono state accertate ben oltre 300 cessioni di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e hashish.


Importante è stata anche l’attività di prevenzione e di controllo del territorio effettuata unitamente alle volanti nei luoghi di ritrovo degli studenti prima dell’ingresso e all’uscita degli stessi dagli istituti scolastici esistenti in questo Comune. Detta attività di monitoraggio ha consentito di segnalare alla locale Prefettura alcuni giovani trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale, nonché di disporre con apposita ordinanza la chiusura di un bar situato nelle immediate vicinanze del plesso scolastico Marchi-Sismondi-Pacinotti, per mancanza dei requisiti minimi di sicurezza e igienico sanitari che avrebbero potuto costituire un pericolo per l’incolumità dei cittadini ivi residenti ma soprattutto per gli avventori perlopiù studenti.


L’attività di perquisizione svolta nella circostanza dell’esecuzione della misura cautelare nei confronti dei tre soggetti, effettuata anche con l’ausilio di unità cinofila antidroga, ha consentito di rinvenire 7 barattoli in vetro contenenti 150 grammi circa di marijuana e 7 grammi di hashish, occultati in un locale attiguo all’abitazione di D.A., sostanza che sicuramente era destinata alla vendita.


“Il consumo di sostanze stupefacenti da parte di giovani di fascia d’età sempre più bassa - si legge in una nota della polizia - è purtroppo un fenomeno ormai dilagante. Tutti dobbiamo sentire forte il dovere di tutelare i giovani, dobbiamo farlo quotidianamente come Istituzioni attraverso l’attività di prevenzione e repressione dei reati, come genitori cercando di prestare maggiore attenzione ai segnali che provengono dall’interno della famiglia, i figli non si “tutelano” nascondendo o minimizzando il problema, e come cittadini quando vedono o vengono a conoscenza di situazioni che possono destare allarme sociale”.

Fonte: Commissariato di Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: