Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:11 - 13/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Avere il coraggio di parlare di ex art 18 nel dettaglio come , una per tutte , il licenziamento per maternità , quando addirittura la tutela della lavoratrice madre era presente nella legislazione .....
KARATE

Tante soddisfazioni per il karate Ninja Club all’open di San Marino, la palestra con sedi a Pescia e Larciano ha ottenuto due ori e quattro medaglie di bronzo.

BOCCE

Successo a Monsummano per Giacomo Lorenzini, valdinievolino di Ponte Buggianese, star delle bocce agonistiche nazionali tesserato per la Bocciofila Vigasio-Villafranca (Fib Verona).

BASKET

Il primo canestro della serata è di Tesi poi Bellini lo imita con un bel coast ti coast. Una bomba da tre di Navicelli e un canestro di Bellini danno il primo strappo alla partita (11-4) e coach Blanco ricorre al minuto di sospensione. 

NUOTO

Grande successo per la tradizionale rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole, svolta alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, alla quale hanno partecipato oltre 300 atleti.

BOCCE


Nella giornata delle vittorie casalinghe (reali, o potenziali per lunghi tratti), un sono pareggio segna il cammino nel campionato della raffa, Il pari, vibrante, nervoso, tirato, combattuto in campo e psicologicamente un pizzico anche fuori.

ARTI MARZIALI

La settima edizione di Luctor si svolgerà presso il Palavinci di Montecatini Terme (di fronte all'ippodromo Sesana).

TIRO A SEGNO

Il Trofeo d’inverno, è articolato su due prove regionali con finale programmata al Tiro a Segno di Milano. Questo primo incontro, ha avuto luogo al poligono di Pistoia, mentre il secondo verrà svolto al poligono di Siena.  

BOCCE

Dopo la settimana di sosta dovuta alle festività di Ognissanti è in programma il 4° turno di questo interessante campionato di Serie A2. Nel girone tosco-marchigiano finalmente anche l’Avis ha vinto l’incontro che l’opponeva alla blasonata Oikos Fossombrone, peraltro squadra modesta e alla portata dei termali.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata all'ultimo libro di Fabio Volo.

none_o

Quest'anno l'evento è patrocinato anche dall'assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. 

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
none_o
Donna morta San Jacopo, Marchetti (Fi): "Risposte inaccettabili, decesso non improvviso"

28/7/2019 - 12:27

PISTOIA - «Risposta Asl inaccettabile, un decesso dopo 7 ore non è ‘improvviso, domani subito interrogazione, chiedo un’inchiesta interna e audit clinico»

 

Il Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti annuncia battaglia: «Basta minimizzazioni sullo stato dei nostri pronto soccorso».

 

«La risposta della Asl sul caso della paziente deceduta in pronto soccorso all’ospedale San Jacopo di Pistoia dopo ore di attesa per essere visitata non è accettabile: morire dopo avere aspettato 7 ore non è definibile decesso “improvviso”. Sono indignato e già domani presenterò un’interrogazione per chiedere alla Regione di avviare un’inchiesta intera e attivare un audit clinico.

 

Non si può liquidare una simile vicenda con una delle solite minimizzazioni sullo stato dei pronto soccorso toscani»: la reazione arriva dal Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti dopo aver letto sui quotidiani del dramma avvenuto nel pronto soccorso dell’ospedale San Jacopo di Pistoia nella notte tra venerdì e sabato.

 

«Leggo che la paziente, 74 anni, si è recata in pronto soccorso alle 22.13 per morire nel corso della visita alle 5 del mattino dopo aver lamentato una condizione di malessere acuto anche con chi la attendeva preoccupato fuori dal reparto. Leggo anche che le sono state somministrate terapie che probabilmente hanno anche concorso ad abbattere sintomi che avrebbero potuto far da sentinella, ma non sono un medico e non lo so. Fatto sta che la signora è morta dopo 7 ore di agonia e la Asl parla di “morte improvvisa”, il che è inaccettabile. Per questo domani mi preoccuperò immediatamente di presentare un’interrogazione affinché si attivi un’inchiesta interna.

 

Nei nostri pronto soccorso manca personale, mandare in trincea giovani neolaureati potrà essere formativo per loro ma certo non risolve il problema, e intanto i sanitari attivi sono gravati da carichi di lavoro pericolosi per loro e per i pazienti. Aver minimizzato per anni una situazione che oggi è al punto critico è stata ed è una grave responsabilità politica che la giunta regionale non può non assumersi dato che proprio Enrico Rossi, oggi sull’orlo del decennio da governatore, è stato prima per dieci anni assessore alla salute».

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




29/7/2019 - 9:38

AUTORE:
Zorro dei poveri

Leggendo questo articolo , mi viene l'orticaria. Nell'articolo si danno per scontati dei fatti da accertare Si ha l'impressione di un paziente abbandonato su una poltrona per 7 ore in attesa di qualsiasi contatto . Poi si ha notizia di una terapia antidolorifica e un ipotesi da parte di chi si definisce "non un medico" che avrebbe "nascosto" il vero problema e quindi la possibilità di una sollecita diagnosi . Non contesto certamente che un rappresentante in seno al consiglio regionale possa "interpellare" e pretendere risposte adeguate . Nella fattispecie , di fronte alla morte , si ha l'impressione di un uso disinvolto della funzione politica di controllo della opposizione, per non dir di peggio. Inchieste interne e magistratura , controlleranno e definiranno i confini di questo evento e non certamente Marchetti

29/7/2019 - 7:20

AUTORE:
GUGLIELMO

Non è possibile attendere 7 ore quando una persona dice di stare male,spero che i responsabili di tutto questo paghino con il carcere la morte di questa sfortunata signora.

28/7/2019 - 20:03

AUTORE:
Gabriele

Non posso che essere d'accordo al 100% con il dott. Marchetti, come già espresso in altro commento su altro articolo!
7 ore di agonia non possono essere liquidate come improvviso aggravamento!
In compenso apprendo qui (non essendo un appassionato di politica) che l'esimio governatore ha curato la sanità toscana nei dieci anni precedenti: adesso mi si chiude un cerchio.