Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 10:06 - 26/6/2019
  • 642 utenti online
  • 27156 visite ieri
  • [protetta]

Non si era ancora insediata la nuova giunta, che subito come falchi sulla preda, si sono avventati sia il Consigliere Rucco che la sua collega De Paola, con le più banali rimostranze. Si presuppone .....
Podismo
BOXE

Gabriele D'Onofrio conquista l'oro al torneo di Carrara nella categoria dei 75 elite2.

TIRO A SEGNO

Un poligono, quello di Pescia, dove ogni anno vengono svolte molte attività, da quelle “istituzionali” a quelle a domicilio sportivo, a quelle motorie con indirizzo scolastico, senza però tralasciare quelle ludiche, di volontariato, di formazione e di promozione.

BOCCE

Gara provinciale serale per 69 individualisti delle 3 categorie,inizio lunedì 24 (ore 20,45) con finali giovedì 27.

IPPICA

Primo appuntamento con le corse in notturna all’Ippodromo Snai Sesana che cadono di sabato con un programma composto da sette prove con i tre anni che avevano a disposizione le due prove piu’ ricche: quella tecnicamente piu’ interessante e’ stato il Premio Miss Montecatini – Casting al Sesana.

SPORT

Un'opportuna condivisione di intenti, una perfetta sintonia fra: Asociazione Italiana Cultura e Sport, Solidarietà Toscana, Comitato italianso Paralimpico e CooperHabile Onlus hanno dato vita all’ottavo Campus Paralimpico che come da protocollo d’intesa, ha avuto luogo presso la struttura “Poggio all’Agnello Country & Beach.

BOCCE

È stata una stagione piuttosto deludente quella che s’è chiusa da un mese per la formazione termale, affrontato il campionato 2018-2019 con una formazione di tutto rispetto i biancocelesti .incorsi in varie vicissitudini quali l’indisponibilità del proprio impianto, l’incomprensione tecnica tanto per citarne alcune, ha rischiato la retrocessioni,

NUOTO

Buone prestazioni dei 6 atleti della squadra Finp (federazione italiana nuoto paralimpico) dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato italiano società e Coppa Italia 2019 di Lignano Sabbiadoro.

none_o

Sabato 22 giugno, alle ore 18, all'ex Oratorio San Carlo verrà inaugurata una  mostra fotografica.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Glenn Cooper.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
VALDINIEVOLE
Maisopraelevata: "Bene a Pieve scelte sindaca Diolaiuti, sarebbe decisione scellerata chiudere Montecatini Centro"

24/5/2019 - 20:05

Il comitato "Maisopraelevata" interviene in merito al dibattito apparso negli ultimi tempi sul raddoppio della ferrovia.
 

 

"Negli ultimi tempi si sono viste molte dichiarazioni sul raddoppio ferroviario sia per quanto riguarda Montecatini sia per quanto riguarda la Pieve. Purtroppo la maggior parte di quanto e` stato detto prescinde dalla realta` e da analisi basate su dati concreti.

Ci ha positivamente sorpreso che il candidato Burchi a Montecatini abbia espresso su Valdinievole Oggi una posizione contraria alla sopraelevata sulla base di elementi che il nostro comitato ha da tempo messo in evidenza.

Analogamente, per quanto accade a Pieve a Nievole, considerazioni sensate sembrano venire solo dalla sindaca uscente Diolaiuti, che effettivamente ha negoziato una soluzione che portera` a un significativo miglioramento della viabilita`.

Questo dimostra che, indipendentemente dalle parti politiche, sono la sensibilita`, la capacita` di valutazione delle situazione e di  iniziativa delle singole persone che portano ad assumere posizioni piu` o meno lungimiranti.

Con la soluzione scelta a Pieve ci sara` un significativo miglioramento del traffico, con l'eliminazione del semaforo sulla via Empolese, la creazione delle nuove rotonde e l'eliminazione di inserzioni di traffico in punti assolutamente critici come l'incrocio tra via Bonamici e via Matteotti o, ancor peggio, in corrispondenza del passaggio a livello piu` vicino a Montecatini.

Lo stesso sarebbe potuto avvenire a Montecatini: abbiamo conservato le mappe del traffico di Google nei giorni in cui il passaggio a livello di via Tripoli fu chiuso al traffico veicolare, il 16 e 17 maggio dell'anno scorso e se le si confrontano con quelle dei giorni vicini si nota che, anche in assenza del nuovo cavalcavia che Rfi aveva proposto di fare (e che l'amministrazione comunale rifiuto` con motivazioni prive di fondamento), il traffico era migliorato sensibilmente, con una totale fluidificazione di quello in arrivo da est verso il centro (a causa della disattivazione del semaforo di via Tripoli) e senza aggravi particolari negli altri punti di attraversamento della ferrovia. In generale a un aumento delle strade non corrisponde sempre uno snellimento del traffico, tutto dipende da come le interconnessioni sono organizzate.

Infine vorremmo ricordare a chi propone l'eliminazione della stazione di Montecatini Centro in conseguenza della realizzazione di una scellerata sopraelevata ferroviaria che deturperebbe per sempre la nostra citta` o, addirittura, lo spostamento della ferrovia a sud (con caratteristiche del tracciato tra l'altro inattuabili), che e` anche grazie alla collocazione delle sue due stazioni che Montecatini e` stata la destinazione termale con il maggior incremento di acquisto di biglietti ferroviari dall'estero, come testimoniato da un recente articolo del Sole 24 Ore".

Fonte: Comitato Maisopraelevata
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/5/2019 - 15:38

AUTORE:
Max

Ma siete fuori di zucca? Se va avanti la proposta della Gilda Diolaiuti per Pieve sarà una catastrofe che durerà cento anni. Città divisa in due da una barriere alta sette metri. Un cavalcavia mostruoso che avrà un'impatto visivo ed ambientale. Pedoni costretti a passare da nord a sud de te o un buco di 120 metri o in ascensore e passerella sopra la ferrovia. Siamo alla follia

24/5/2019 - 22:02

AUTORE:
luciano

Vi manderei tutti alla Pieve con i muri alti 8 metri, così ha dichiarato la sindaca.