Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:05 - 26/5/2019
  • 558 utenti online
  • 28538 visite ieri
  • [protetta]

Mi permetto uscire leggermente fuori dal tema ACQUE ed entrare sulla Sua giusta osservazione del relativo referendum. In Italia questo istituto è quanto di più falso possa esistere. Sono innumerevoli .....
RALLY

Una settimana dopo il 35. Rally della Valdinievole Luca Artino torna sull’argomento. Ci ritorna partendo dalla quarta posizione assoluta ottenuta in una gara difficile, condizionata dal maltempo con la quale ha ritrovato il sorriso.

PUGILATO

Domenica scorsa presso il palazzetto dello sport di Firenze Castello si è tenuta una importante giornata di pugilato organizzata dalla società "Sempre avanti Firenze" e Best Gloovers.

BOCCE

Ultimo atto di questa serie cadetta sabato 25. I risultati dell’andata sono stati molto chiari circa le società che resteranno e sulle probabili che lasceranno la compagnia retrocedendo in Promozione.

VOLLEY

Grande impresa per la formazione Under 14 del Centro tecnico territoriale Monsummano.

TAEKWONDO

Sabato 18 maggio nella sala consiliare di Borgo a Buggiano l'Asd Taekwondo Attitude è stata premiata per gli ottimi risultati ottenuti al campionato regionale 2019.

IPPICA

Domenica pomeriggio di belle corse all’Ippodromo Snai Sesana, con i tre anni che avevano a disposizione le due monete piu’ ricche della riunione. 

BOCCE

Sugli scudi la bocciofila Montecatini Avis.

RALLY

I lucchesi Luca Pierotti e Manuela Milli, alla loro seconda occasione a bordo della Skoda Fabia R5, sono i vincitori del 35° Rally della Valdinievole.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata al vincitore del Premio DeA Planeta.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo best-seller di Clara Sanchez.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
MONTECATINI
Fiaschi (Forza Italia): "Il bilancio del Comune è di fatto in disavanzo"

15/5/2019 - 16:09

Alessandro Fiaschi (Forza Italia) interviene sul bilancio comunale.

 

"Ebbene sì: come gli orchestrali del Titanic, Rucco e company continuano a suonare imperterriti rispetto a ciò che li circonda.
 
Dopo aver esaminato i dati del rendiconto 2018 del Comune, e aver avuto solo alcune informazioni relative al bilancio 2017 della partecipata Terme la situazione presenta problemi di stabilità e sinistri scricchiolii.
 
Non bastavano le notizie già esposte sui debiti fuori bilancio, che solo nel 2018 sono aumentati di ulteriori 100.000 euro, arrivando quindi al non invidiabile risultato decennale di quasi 600.000 euro complessivi, a causa di una sequela di sentenze sfavorevoli per cause perse dal Comune e per numerose spese effettuate a sanatoria non preventivate nei vari bilanci.
 
Se si analizza poi il valore del patrimonio del Comune riguardante tutte le immobilizzazioni, materiali, immateriali e finanziarie nello sciagurato decennio vi è stata una diminuzione del 20% pari ad una cifra di circa 24.000.000 di euro, con in particolare una perdita del valore delle partecipate (leggi essenzialmente Terme), di circa 14.000.000 di euro. Abbiamo visto sparire valore del nostro patrimonio comune in media ogni anno per 2.400.000 euro!
 
Dai dati del bilancio 2018 del Comune si rilevano inoltre le percentuali di copertura dei servizi a domanda individuale: per far capire ai cittadini, i servizi in questione sono quelli che dovrebbero essere pagati in misura preponderante da chi ne usufruisce e in misura residuale dalla collettività. La percentuale di copertura è del 27,76% e questo vuol dire che più del 70% di questi servizi sono pagati dai cittadini che non ne usufruiscono, attraverso la fiscalità generale ovvero le tasse pagate da tutti noi. 
 
Vi sono poi servizi come il trasporto scolastico e gli impianti sportivi che per quasi il 90% sono pagati da chi non ne usufruisce. Il costo di tutti questi servizi è di circa 2.300.000 annui e mi domando: siamo proprio così soddisfatti dei servizi di mensa e del trasporto scolastico? Le famiglie sono soddisfatte della qualità dei nostri impianti sportivi? 
 
E sempre a proposito di tasse, il Comune è da un decennio in testa a tutte le classifiche di aliquote e importi più alti della Toscana. E ora in campagna elettorale Rucco e Co. dichiarano di volerle abbassare? Ma perché non lo hanno fatto in tutti questi anni?
 
E questa sarebbe programmazione ed equa ripartizione delle risorse?  E dobbiamo anche sentirci dire che tutto va bene e che il bilancio è sano? E’ necessario rivedere immediatamente tutte le varie imposte e tariffe, rimodulando, diminuendo e, laddove è necessario, reperendo nuove risorse da finanziamenti europei, o da privati.
 
Questa amministrazione, della quale il candidato a sindaco del Pd Ennio Rucco, che come aggravante ha anche il fatto che era assessore al bilancio, propone nuove fantasmagoriche idee come quella esposta pochi giorni fa di realizzare 10 nuovi bagni al Tettuccio, per poi inanellare una serie di risultati in termini finanziari e patrimoniali da far tremare i polsi.
 
“Me tapino”, avrebbe detto un noto personaggio dei fumetti Disney perché il meglio di se l’amministrazione Rucco – Bellandi (l’ordine non è puramente casuale) lo da professando avanzi milionari. 
 
In realtà l’avanzo 2018 di 27.935.960,89 euro è composto da una parte vincolata e destinata (quindi intoccabile) di 5.044.291,09 euro e da una parte accantonata per obblighi per 22.784.367,63; residua una parte disponibile (ovvero il vero presunto avanzo spendibile) di 107.302,17 euro. Peccato che in base anche al principio contabile della prudenza l’accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità sia stato fatto di 1.411.706,12 inferiore a quanto previsto con il metodo ordinario di calcolo.
 
Visto che come sempre ci risponderanno facendoci la lezioncina normativa e dicendoci che hanno rispettato la legge in quanto avrebbero potuto anche accantonare un importo inferiore, noi ci limitiamo a dire ai montecatinesi che l’importo prudenziale da accantonare era di 22.896.226,97 di euro e che tale maggior importo di per se portava il Comune a dover dichiarare un disavanzo e che questo fondo è aumentato, dal solo 2016, di 10.654.602,33 di euro. In altre parole, il Comune cosi facendo ha dichiarato di aver peggiorato la sua capacità di riscossione di questa cifra e in un solo anno.
 
Ma se anche non si volesse considerare questo aspetto, sarebbe sufficiente guardare la tempistica di approvazione del bilancio. Casualmente il bilancio della partecipata Terme è stato approvato solo successivamente all’approvazione del rendiconto del Comune, evidenziando una perdita di circa 600.000 euro per il 2017.
 
Guarda caso il Comune, come ripetutamente segnalato anche dai Revisori dei Conti, ha l’obbligo di accantonare una somma pari alla percentuale delle perdite delle partecipate: nel nostro caso sarebbe di circa 200.000 euro, che sempre “casualmente” annullerebbe anche il misero avanzo di 107.000 circa, portando il Comune ha dover dichiarare un disavanzo d’amministrazione.
 
Ma il Comune approvando il bilancio solo dopo quello delle Terme non ne ha tenuto conto. E non mi soffermo sugli effetti ancora non conosciuti del Bilancio 2018 e 2019 della società Terme che potrebbero ulteriormente peggiorare la situazione. 
 
Una questione di fiducia....No cari signori del centrosinistra, qui è una questione di sfiducia che la città deve comunicarvi con il voto, prima che sia troppo tardi".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/5/2019 - 0:09

AUTORE:
Elisa

Gli incassi sono quanto pagato dalle famiglie e le spese quanto coperto dal comune.
Lei sta invertendo i rapporti e ad ogni buon conto non capisco a quali fondi comunitari lei faccia riferimento per pagare le spese correnti di un Comune . Lei ha contestato il fatto che parte delle spese scolastiche ricadono sul bilancio generale e questo non lo condivido e comunque a prescindere dalle coperture è così dovunque. Oppure vorrebbe asili a costo pieno sui 700 Euro al mese? Sono scelte amministrative che a fronte di buoni servizi sono sacrosante .
Non parliamo poi della figuretta sul bilancio consuntivo . Avete 4 consiglieri , compreso il candidato Sindaco, tutti e 4 hanno avuto la spam? E le pare serio offendere uffici e comune definendoli armata brancaleone scrivendo al Prefetto per poi dare per letto l’intero rendiconto di bilancio ?

16/5/2019 - 16:14

AUTORE:
alessandro fiaschi

Buongiorno Sig.Enrico, ringrazio anche lei per avermi anticipato in quanto avrei scritto a breve una precisazione sulla questione della quale lei chiede notizie;
Magari, come si dice a scuola, qui siamo "fuori tema" visto che si parlava di altro, ma cerco comunque di spiegare il nostro punto di vista.
Innanzitutto mi preme rispondere alla sua ultima domanda: si io sbaglio moltissime volte, e meno male mi viene da dire, perché gli infallibili sono lontani anni luce dal mio pensiero, e anche in questo caso in parte è successo.
Cerco però di spiegare l'accaduto.
E' vero: il Comune aveva comunicato nei tempi previsti dal Regolamento, mi sembra all'art.45, la messa a disposizione dei documenti di Bilancio al capogruppo Giovanni Spadoni, il quale per un puro errore relativo alla sua posta elettronica non ha visto tale comunicazione finita nella posta spam. A seguito della risposta del Comune il Capogruppo Giovanni Spadoni ha verificato con attenzione e ha ammesso, anche pubblicamente l'errore.
Ovviamente per spirito di corretto svolgimento dell'attività amministrativa i consiglieri hanno, diciamo, rinunciato al tempo previsto per l'esame dei documenti, adempiendo ai doveri di consigliere, posticipando l'analisi dei dati ad un momento successivo; tale analisi come vede è stata puntualmente fatta.
Ma tornando alla sua richiesta sull'errore commesso le faccio presente che io non sono consigliere e che ho avuto modo di esaminare il regolamento per questa occasione. Lo stesso regolamento, pienamente vigente, è però in palese contrasto con la legge all'art.227 del TUEL che prevede che La proposta è messa a disposizione dei componenti dell'organo consiliare prima dell'inizio della sessione consiliare in cui viene esaminato il rendiconto entro un termine, non inferiore a venti giorni, stabilito dal regolamento di contabilità.
Come si può vedere dal Regolamento di Contabilità la messa disposizione viene fatta solo con comunicazione ai soli capigruppo. Secondo noi il regolamento è in palese contrasto con la legge per il principio di gerarchia delle fonti. In altre parole la legge prevede la possibilità per il regolamento solo di ampliare il termine dei venti giorni, ma non stabilire modalità differenti per la messa a disposizione dei documenti ai consiglieri.
Ritengo che il Prefetto non sia intervenuto, sia per il lodevole comportamento dei consiglieri che hanno comunque partecipato pur non conoscendo tutti gli atti, sia perché la materia dell’eventuale illegittimità del Regolamento non è di sua competenza.
Precisiamo che se i cittadini ci daranno fiducia interverremo immediatamente per la modifica di questa irregolarità dando cosi a tutti i consiglieri la possibilità di esaminare i documenti nei tempi previsti dalla legge, soprattutto a vantaggio delle minoranze.
Spero di averla soddisfatta e resto comunque a sua disposizione per ribadirle ulteriormente le scuse per l’imprecisione commessa, chiedendo però che lei, cosi come ho fatto io, ci metta la faccia e si identifichi; magari ci conosciamo, magari no, in ogni caso sono aperto a ogni eventuale critica o smentita motivata del mio operato.
Le lascio come per l’altra signora la mia mail per eventuali contatti
studiofiaschi@gmail.com
Alessandro Fiaschi

16/5/2019 - 15:12

AUTORE:
alessandro fiaschi

Gentile Elisa
La ringrazio della precisazione e sono felice che lei sia contenta del servizio. Molti altri non lo sono affatto e lo posso comprendere.
In merito all’aumento delle tariffe probabilmente la colpa è mia nel non saper esporre con precisione le nostre idee: assolutamente no nessuno vuole aumentarle, nessuno ha parlato di aumento delle tariffe, anzi... se legge attentamente sostengo che sia necessario diminuire il prelievo fiscale dal cittadino, quindi anche le tariffe dei servizi a domanda individuale, e reperire tali mancate entrate con risorse esterne come finanziamenti comunitari o di altro tipo. Se ha occasione di leggere i dati di Bilancio noterà che le cifre richieste e ottenute dal nostro Comune sono ben poca cosa, anche rispetto a Comuni a noi vicini.
Per quanto riguarda la copertura dei vari servizi mi permetto di dirle che non mi sono sbagliato. Purtroppo si tratta di questioni tecniche che a volte possono essere ostiche per i non addetti ai lavori: per farle capire lei può benissimo vedere sul sito del Comune tali dati e a fronte di 627000 euro circa di incassi vi sono 2262000 euro circa di spese; se fa il calcolo vede che il 27,76 (percentuale indicata anche dal Comune) è quanto il Comune copre con incassi diretti di questi servizi e che la differenza è coperta dal Bilancio nel suo complesso
Spero di esserla stato utile a comprendere quanto esposto e la ringrazio per avermi dato la possibilità di ricordare che uno dei primi atti che la nostra amministrazione farà nel caso in cui i cittadini ci dessero fiducia è quello di rendere comprensibile il più possibile a tutti con parole comuni e resoconti sintetici la materia complessa del Bilancio Comunale, e anche quello di destinare una o più persone del Comune, dopo opportuna formazione alla ricerca continua dei fondi che dicevo sopra.
Se vuole maggiori chiarimenti può scrivermi pure alla mia mail studiofiaschi@gmail.com
Alessandro Fiaschi

15/5/2019 - 21:21

AUTORE:
Elisa

Sta quindi dicendo che devono aumentare i costi dei servizi scolastici ?
La mia famiglia è contenta del servizio e le tariffe sono buone e poi lei fa confusione . Il comune copre il 27% del costo quindi è questa quota che va a carico del bilancio generale . Mi sembra elementare .

15/5/2019 - 21:13

AUTORE:
Enrico

Come è andata la sua segnalazione al Prefetto in merito alla mancata consegna dei documenti del bilancio ?
Mi pare che il suo partito abbia dato per letto il rendiconto in consiglio . Si era forse sbagliato lei una volta tanto ?