Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:05 - 29/5/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Per i concetti che hai da esprimere, son di troppo anche le parole.
Figuriamoci la sintassi o la punteggiatura.
BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

BASKET

È arrivata ieri pomeriggio la notizia che la Lega Basket Femminile ha deciso, come aveva già fatto per i campionati regionali, di procedere con lo stop definitivo dei campionati. È una notizia che ci fa rimanere con l’amaro in bocca, nonostante si comprenda benissimo la gravità della situazioni sanitaria che sta affliggendo l’Italia.

PODISMO

Annullata la camminata ludico-motoria "Corri e cammina insieme" prevista per il 5 aprile.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

none_o

Mattiello reinterpreta con la tecnica del collage le opere del grande Raffaello Sanzio.

Grazie di cuore a tutto il personale sanitario, in prima linea .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
Sono un giovane fotografo , mi chiamo Jacopo, e sono andato .....
MONTECATINI
Baroncini: "La città ha perso 10 anni, ma ora Rucco e il Pd pagheranno il conto"

14/5/2019 - 18:35

  • Luca Baroncini, quali sono secondo lei i tre punti più urgenti a Montecatini su cui lei, come eventuale futuro sindaco, dovrà prendere provvedimenti?
  • "In primis la crescita economica per aumentare l'occupazione e arrestare l'impoverimento causato dall'amministrazione Pd: i valori immobiliari delle abitazioni sono calati del 50% rispetto al 2009 e non è colpa della crisi globale, poiché nel resto della toscana i valori sono calati del 30 o del 40. Qua del 50%. Questo significa che al di là della crisi la città è stata ulteriormente impoverita perché non è stata tenuta pulita, decorosa e sicura dalla giunta Rucco-Bellandi. La crescita del nostro territorio passa da 3 direttrici: 1) il rilancio turistico/termale; 2) il potenziamento dei collegamenti con le più importanti mete turistiche toscane e con i 2 aeroporti; 3) la sicurezza e il decoro urbano (poiché se fai tornare i turisti ma poi offri loro una città sporca, degradata e insicura, questi poi non tornano più e fanno passaparola negativo). In secondo luogo è urgente ridare linfa al commercio cittadino attraverso la diminuzione della Tari e sull'utilizzo del suolo pubblico e tramite l'introduzione della sosta gratuita nelle strisce blu per i primi 15 minuti. Infine un rigido controllo del territorio tramite una maggiore illuminazione pubblica, l'installazione capillare di telecamere per la videosorveglianza e l'aumento del numero di agenti della polizia di Stato".
  •    
  • Durante la sua campagna elettorale, lei ha parlato di "una nuova idea di città": ci spiega questo concetto?
  • "Chi è chiamato a guidare una città deve innanzitutto avere una "visione", ovvero deve avere chiaro che città vogliamo essere. E Montecatini Terme non può che essere una città turistica rivolta a un mercato di medio alto livello. Poiché il termalismo si confà a ricerca del benessere e del bello, la nostra idea di città si può solo sposare con il buon gusto e la signorilità. Negli ultimi 10 anni sono state prese tutta una serie di decisioni amministrative sbagliate e improvvisate perché la giunta Rucco-Bellandi non aveva chiaro o non si è mai chiesta dove vogliamo andare, che città dobbiamo essere, ovvero quale sia la loro visione, probabilmente perché non ne hanno una e hanno amministrato improvvisando. Quando non hai una direzione verso cui andare finisci per rimanere fermo e la città ha perso 10 anni e si è ulteriormente impoverita. Un danno incalcolabile per i nostri figli, del quale Rucco e il Pd pagheranno il conto con il voto del 26 maggio".
  •   
  • Le Terme sono una ferita nel cuore della città: come intendete affrontare questo problema?
  • "Oggi a causa della perdita del controllo della società da parte del Comune a vantaggio del socio regione, il sindaco non ha più l'ultima parola e noi montecatinesi non siamo più padroni del nostro destino. Socio Regione che aveva promesso investimenti per terminare i lavori alle Leopoldine, e che poi invece non ha mosso un dito per noi, dimostrando di fregarsene delle Terme e di Montecatini, tipico atteggiamento del Partito Democratico e del governatore Rossi che era piuttosto intento a fare le foto con i Rom. Quindi chi vi racconta "Per le terme farò questo, farò quello, c'è un progetto della società XY, votatemi perché è una questione di fiducia..." vi sta prendendo in giro coerentemente con quanto fatto per tutto il resto negli ultimi 10 anni. Oggi il sindaco di Montecatini sul tema Terme può e deve invece fare il "sindacalista" dei montecatinesi, andando tutti i giorni a Firenze e battendo i pugni sul tavolo di Enrico Rossi per metterlo di fronte alle proprie responsabilità nei confronti della nostra azienda più importante. Contemporaneamente andremo in giro per l'Italia e per il mondo alla ricerca di investitori per portarli dal socio di maggioranza con progetti di gestione seri e percorribili. Non si può essere dogmatici sulla scelta tra gestore unico o "spezzatino" poiché la risposta corretta su questo tema è: "dipende!", dipende da chi si ha di fronte e dai business plan. Su una cosa invece siamo tassativi: non è pensabile affrontare la questione un immobile alla volta come pretende il nostro avversario: il progetto, quello sì, deve essere unico e condiviso in trasparenza e umiltà con la città".
  • Da più parti i cittadini chiedono maggiore sicurezza. A Montecatini la situazione è davvero così fuori controllo? Cosa avete intenzione di fare per riportare ordine in città?
  • "Si, la situazione sul tema sicurezza è diventata insopportabile. Oggi tutti noi non siamo sereni nel passeggiare per le strade. E non è più un problema solo delle ore notturne come in passato, ma riguarda anche le ore diurne. E non è più un problema solo delle periferie come nelle altre città italiane, ma anche del pieno centro. E' inaccettabile per una città turistica avere decine di personaggi loschi, spacciatori, prostitute e mendicanti in giro per le strade. Basta leggere le cronache locali per capire che il numero dei reati è impressionante. Le forze dell'ordine sono encomiabili, ma l'amministrazione comunale negli ultimi 10 anni non ha fatto niente per facilitare loro il lavoro. Per riportare l'ordine in città occorre anzitutto far rispettare le regole che ci sono: applicheremo in maniera rigida il cosiddetto daspo urbano. Inoltre abbiamo la parola del Ministro Salvini che invierà a Montecatini un numero maggiore di agenti di polizia di Stato. Investiremo soldi affinché gli agenti della polizia municipale passino più tempo in giro per la città e per garantire una copertura capillare del territorio tramite la videosorveglianza".
  • Le zone decentrate di Montecatini spesso si sono dette "abbandonate" dall'amministrazione comunale. In queste aree quali progetti avete in mente?
  • "Montecatini Alto deve essere tenuta come una gemma perché attualmente è uno dei nostri principali prodotti attrattivi: garantiremo un decoro e una pulizia costanti del nostro centro storico e punteremo sulla promozione turistica tramite la creazione di una rete tra borghi medioevali toscani ricercando finanziamenti dal governo o dalla Comunità Europea in tema di turismo e valorizzazione dei centri storici. Inoltre aumenteremo i collegamenti col resto della città. La zona sud sarà più illuminata e vissuta dai cittadini tramite la creazione di eventi dedicati: reintrodurremo la "Notte bianca del Sottoverga" per riappropriarci dei nostri spazi anche in zona sud sottraendoli a prostituzione e criminalità. Predisporremo inoltre un progetto di manutenzione costante del manto stradale a differenza del Pd che si sveglia solo in campagna elettorale. Per quanto riguarda la Nievole va riconosciuto che lì non è stato fatto un pessimo lavoro dall'amministrazione a differenza del resto della città. E' doveroso però fare ancora meglio: aumenteremo la presenza della polizia municipale per evitare l'alta velocità dei veicoli sulla strada principale e far sentire la presenza delle istituzioni comunali, creeremo percorsi di trekking lungo il torrente e per salire a Montecatini Alto, ci occuperemo del problema delle fogne e del taglio dell'erba lungo la carreggiata stradale che spesso è arrivata a livelli tali da ostruire la visuale e inficiare sulla sicurezza dei veicoli in transito. I residenti chiedono soprattutto un maggiore coinvolgimento e ascolto da Viale Verdi: ecco perché avremo 2 consiglieri delegati ai problemi della frazione che mensilmente incontreranno i cittadini per informarli sullo stato di risoluzione dei loro problemi da parte della giunta centrale".

 

  • Pensa che il percorso svolto dall’assessore De Paola sul turismo possa essere sviluppato o bisogna totalmente cambiare direzione?
  • "Il turismo si alimenta tramite relazioni. Cancellare ciò che è stato fatto a prescindere sarebbe stupido e non farebbe l'interesse della città. Certo non ho condiviso alcune scelte dell'assessore De Paola e il suo a volte troppo individualismo nell'amministrare, però i percorsi già avviati e le relazioni create saranno ripresi e sviluppati. Il lavoro iniziato deve essere certamente portato avanti e se possibile migliorato. Parallelamente vanno creati altri percorsi e altre opportunità. La nostra porta sarà aperta per chi vuole dare una mano a questa città, non importa di che colore politico sia. Ad esempio l'assessore alla cultura Bruno Ialuna ha portato a Montecatini il bell'evento Food and Book, che ha grandi potenzialità anche turistiche e che è coerente con la nostra visione di città. Ebbene sarà un evento anche della nostra amministrazione e avrei piacere che proprio Ialuna continuasse a seguirne una parte dell’organizzazione visti i rapporti e le buone relazioni già create con gli ideatori e gli altri partner. Sono certo che Bruno sarà disponibile. Non sta scritto da nessuna parte che quando c'è un cambio di sindaco, il nuovo debba fare piazza pulita di tutto quanto creato, si deve invece portare avanti ciò che è buono per la città e svoltare nettamente in tutto il resto. Avremo molto da fare perché di buono l'amministrazione Pd ha fatto davvero poco".

I commenti per questo articolo sono disabilitati

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: