Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:04 - 22/4/2019
  • 657 utenti online
  • 26326 visite ieri
  • [protetta]

Una persona necessita cure oncologiche. I Sanitari del D. H. prescrivono
un'iniezione post terapia che, anche se passata gratuitamente dal S. S. N.
costa fra 1, 500. oo e 2, 000. oo euro. La persona .....
TIRO A SEGNO

Nei primi due week end del mese di aprile, presso il poligono del Tiro a segno nazionale di Lucca ha avuto luogo la terza prova regionale con le armi ad aria compressa e la prima prova regionale con le armi a fuoco.

BASKET

Saranno quattro giorni a tutto basket quelli del ponte del 25 aprile a Monsummano Terme dove si svolgerà la quarta edizione del Trofeo Città di Monsummano.

VOLLEY

Il consiglio di amministrazione del Centro Tecnico Territoriale Monsummano, dichiara di aver terminato il rapporto di collaborazione con il tecnico Antonio Galatà, dopo due annate piene di soddisfazioni.

VOLLEY

La Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano esce sconfitta dal PalaGiglioli di Ponte a Elsa (Empoli) e arretra di una posizione nel girone A del campionato senior di volley femminile, a due giornate dal termine della regular season.

BASKET

La Gioielleria impegnata nell’ultima gara della regular season contro il Cus Pisa. Partita ininfluente per i ragazzi di coach Matteoni mentre gli universitari sono alla ricerca dei punti per la qualificazione ai play-off.

NUOTO

Sono stati tanti i nuotatori che hanno partecipato alla seconda edizione della Maratona del nuoto, manifestazione organizzata dalla Cogis Pescia, che gestisce a livello agonistico la piscina del Marchi, dove si è svolto l’evento.

BOCCE

Grande spettacolo sabato scorso presso il bocciodromo coperto di Pieve a Nievole, purtroppo non altrettanto entusiasmante il risultato dell’incontro di sapore amaro per la Montecatini Avis, sconfitta dalla formazione emiliana della Rinascita Budrione.

NUOTO

Prestigioso traguardo raggiunto da Aurora Bianucci dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato indoor di fondo di Riccione.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mindadori è dedicata a un libro di Stephen King.

none_o

La mostra è dedicata al maestro Arrigo Conti: “Lawn Tennis Torretta – Stile ed eleganza”.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
VALDINIEVOLE
Pellegrini (Il Padule) replica a Fattori: "Ma quali speculatori, la politica sia meno integralista"

25/3/2019 - 19:47

Paolo Pellegrini, presidente dell'associazione "Il Pdule", relica a Tommaso Fattori (Sì Toscana a sinistra) sul Padule di Fucecchio.


"Desideriamo rispondere alle affermazioni e accuse mosse sulle vostre pagine dal capo gruppo Si Toscana a sinistra Tommaso Fattori, nei confronti dell'assessore Federica Fratoni e sopratutto nei confronti dei proprietari, dei cacciatori e degli agricoltori, definiti oltretutto speculatori. Vorrei ricordare, ammesso che lo sappia, al signor Fattori che il Padule di Fucecchio 1800 ettari circa è per il 90% proprietà privata, quindi definire speculatori (lo consiglio a moderare i termini) i proprietari che si sono visti deturpare le proprietà, con una perdita quasi totale del loro valore reale da una gestione dell'area palustre che definirla integralista ed estremista è farli un complimento, per noi è estremamente offensivo.

 

Vorrei chiedere a Fattori a quale titolo il Centro di ricerca e documentazione sta occupando e attraverso quale atto il centro visite? A quale titolo e attraverso quale atto sta gestendo la riserva naturale delle morette certamente non secondo le regole europee chieste dall'assessore Fratoni e sopratutto a quale titolo si è appropriato del nominativo centro documentazione del Padule di Fucecchio, rappresentando soltanto 100 ettari su 1800?

 

Un'ultima cosa sentirsi chiamare speculatori, noi che senza chiedere mai una "lira" alle istituzioni, abbiamo consentito nonostante tutto, vedi inquinamento, interramento, invasione della cannella, invasione delle specie alloctone etc la sopravvivenza del Padule, da chi grazie alla politica che rappresenta attraverso il Centro di ricerca, ha bruciato milioni di euro senza nessun riscontro positivo per il Padule e il territorio circostante, nonostante quello che si vuol far credere all'opinione pubblica, ci offende particolarmente.

 

Ci auguriamo e auspichiamo che il nuovo soggetto che stà nascendo e proponendo come alternativa alla fallimentare gestione attuale non sia affossato dalla politica integralista".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




27/3/2019 - 14:02

AUTORE:
Paolo Pellegrini

Nanni,non ho ne voglia ne tempo x star a discutere con te,su i social perche'mi sto'rendendo conto che sei ignprante in materia e non conosci quello di cui stai parlando,sono disponibile ad incontrarti e ne parliamo a quattrocchi,ma non fare come tutti gli altri che ho invitato a confrontarsi,i quali non si sono mai fatti vadere.Sto'ancora aspettando il signor Morelli che sicuramente conosci,lo sto'aspettando da quando c'e'stata l'audizione in commissione ambiente a Firenze.

26/3/2019 - 16:16

AUTORE:
mario di nanni

In Padule ci sono tutti i giorni e le cose stanno diversamente da come le descrive Lei. E le spiego un altro punto di vista: I regolamenti della riserva valgono SOLO per la Ruserva naturale e in modo attenuato per le aree contigue che in provincia di Firenze nessuno tra l'altro considera. I proprietari se vogliono ricavare i fossi e canali che stanno nelle loro proprietà lo possono fare. Il problema sono i costi. Ma se rivendicano l'esclusiva proprietà e decisionismo sulla loro proprietà poi i costi li devono sostenere. Il progetto di privatizzare deifinitivamente il Padule è stato presentato nelle settimane scorse ed ha avuto orecchie molto attente, soprattutto tra alcuni grandi proprietari: l'idea di unconsorzio privato che decida su tutto (anche su terreni pubblici come quelli della Riserva Naturale parte di Pistoia) alletta alcuni speculatori provenienti da altre regioni. Sicuro di stare dalla parte giusta per salvare l'idea stessa di Padule?

26/3/2019 - 15:54

AUTORE:
Cacciatore padulano

Si ha paura di fare una gara per la gestione del centro visite di castelmartini dopo che Ponte Buggianese ha deciso di gestire l’osservatorio e le morette direttamente? Forse così termina il fatto che il Centro e l’osservatorio sia solo per pochi e diventa per tutti? Preme ricordare che la onlus è privata e non pubblica e che quindi una gara ogni tanto male non fa.. Pellegrini avanti così!

26/3/2019 - 12:30

AUTORE:
paolo

Caro Mario dal suo commento deduco che chi come lei fa' certe affermazioni, in padule non ci sia mai stato o quanto meno non vuol vedere la realtà delle cose.In merito all'inquinamento, vada a leggersi i dati del C.N.R.di Pisa in merito all'inquinamento del canale del Terzo e del cratere palustre,dati che stanno compromettendo la possibilità anche ai proprietari di ricavare i fossi e quindi cercar di attenuare l'interramento.Per quanto riguarda gli interessi privati montecatinesi come li definisce lei, li vada a cercare all'interno di certe onlus che mi sembra dal suo commento voglia prenderne le parti.All'interno della nostra associazione non trovano spazio gli interessi privati del singolo'la nostra è un'associazione apolitica e apartitica non profit,ci lega soltanto l'amore x quest'ambiente e x le tradizioni ad esso legate,che ne hanno permesso la sopravvivenza fino ad oggi,nonostante tutto.La politica integralista a cui faccio riferimento è quella portata avanti da chi gestisce attualmente le riserve naturali e ha ingessato il padule attraverso regolamentazioni assurde.Il signor Fattori mi sembra ne faccia parte .

26/3/2019 - 10:17

AUTORE:
Armando

Il padule piano piano piano sarà rovinato, il padule è sempre stato dei privati, il padule è sempre stato una risorsa di caccia e pesca, il padule è sempre stato una risorsa per sarello e cannella, il padule in estate sempre terreno asciutto non umido. Le famiglie campavano con il padule perché se prestata una risorsa. Ora deve essere stravolto tutto...

26/3/2019 - 7:59

AUTORE:
mario di nanni

Ma perché il sig. Pellegrini per rispondere ad una semplice interrogazione (che fa parte del mestiere di consigliere regionale) di Fattori, tira in ballo altri? Perché nasconde l'idea di qualche montecatinese che, ora che il Padule è meno inquinato di quando era gestito solo dai cacciatori e vede una realtà importante di protezione ambientale (che i cacciatori hanno sempre osteggiato) come la Riserva Natrurale, vuole gestire tutto in forma privatistica? Pellegrini, Lei è contro la storia. Se ne faccia una ragione! Solo l'asservimento ai poteri forti, rappresentati da qualche personaggio - tra l'altro né padulino nè toscano - sta facendo fare scelte scellerate alla Regione Toscana. Ma la pagheranno in termini politici ed elettorali.
Se Lei vuole bene al Padule abbandoni quel fronte e ritorni sui suoi passi, riflettendo sulle esperienze di gestione delle aree umide.