Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:05 - 30/5/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Uno spasimante bussa sempre alla porta di una signora. Questa istruisce la cameriera che al ripresentarsi del tizio lo apostrofi dicendo: Cosa vuole ancora ! Il tipo in fregola arriva, suona il campanello, .....
BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

BASKET

Pur essendo nell’aria ormai da settimane, la notizia della chiusura anticipata dei campionati è stata una bella botta su un duplice piano: sanitario, poiché ha denotato che la situazione sanitaria anziché migliorare stava peggiorando.

BASKET

È arrivata ieri pomeriggio la notizia che la Lega Basket Femminile ha deciso, come aveva già fatto per i campionati regionali, di procedere con lo stop definitivo dei campionati. È una notizia che ci fa rimanere con l’amaro in bocca, nonostante si comprenda benissimo la gravità della situazioni sanitaria che sta affliggendo l’Italia.

PODISMO

Annullata la camminata ludico-motoria "Corri e cammina insieme" prevista per il 5 aprile.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

none_o

Mattiello reinterpreta con la tecnica del collage le opere del grande Raffaello Sanzio.

Grazie di cuore a tutto il personale sanitario, in prima linea .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
Sono un giovane fotografo , mi chiamo Jacopo, e sono andato .....
PESCIA
Cento anni fa la morte del musicista pesciatino Gialdino Gialdini: tanti eventi commemorativi

5/3/2019 - 12:25

L’amministrazione comunale ricorderà con una serie di iniziativa il musicista Gialdino Gialdini, morto cento anni fa a Pescia, dove era nato nel 1842. Gialdini, valente compositore e musicista studiò a Firenze sotto la guida di Teodulo Mabellini. Il 5 marzo 1868, con Rosmunda (tragedia lirica composta da un prologo e due atti) vinse il premio alla migliore opera. Nel 1883 fu nominato Cavaliere della Corona d'Italia per aver sostenuto all'estero la musica italiana. Nel 1889 diresse Lohengrin di Richard Wagner a Bologna. Nel settembre del 1904 divenne il direttore artistico del Conservatorio Giuseppe Verdi di Trieste, città appartenente all'allora Impero austro-ungarico. Nel maggio del 1915, quando l'Italia entrò in guerra contro l'Austria, dovette lasciare Trieste e fu costretto a rinunciare all'incarico di direttore artistico nel teatro triestino. In quell'anno fece ritorno alla nativa Pescia dove trascorse gli ultimi anni della sua vita.


A Pescia dedicò la sua attività nell’allora banda musicale che poi fu intitolata all’illustre concittadino del quale il Museo della Banda conserva diversi cimeli.Il comune e l’associazione musicale “G. Gialdini” , con lo scopo di celebrare tale ricorrenza, istituiranno un apposito comitato al quale saranno chiamate a partecipare le associazioni del comune di Pescia e comunque personalità e enti rappresentativi nel campo musicale per organizzare un calendario di eventi che sarà ufficialmente presentato nella prima metà di aprile, presso la Limonaia di Villa Sismondi durante un incontro, dal titolo “Ricordando Gialdino Gialdini” aperto alla cittadinanza.iI ciclo di eventi a cui lavoreranno i componenti del comitato  si concluderà nel 2021 con i festeggiamenti del duecentenario della banda.


“Ricordare Gialdino Gialdini significa non perdere la memoria di un pesciatino illustre, amante della musica, che ha ottenuto grandi riconoscimenti per la sua arte – commenta il vicesindaco e assessore alla cultura della giunta Giurlani, Guja Guidi-. Il ciclo di eventi che abbiamo intenzione di proporre vogliono rendere omaggio alla sua figura ma anche celebrare una istituzione come la banda musicale che fra poco festeggerà il bicentenario, una realtà molto attuale e presente nelle occasioni importanti della città”.


“Alle ore 24 del 24 aprile 1821 giunse a Pescia il nuovo Vicario regio Ludovico Baldini e la Banda Cittadina andò a Palazzo a fargli varie sinfonie”. Così viene infatti citata per la prima volta la Banda Civica Gialdino Gialdini di Pescia, le cui origini però si farebbero addirittura risalire alla fine del Settecento, quando si hanno notizie che in città operasse la cosiddetta «Banda militare».


Sicuramente composta da suonatori paesani che a necessità scortavano le personalità in visita alla città, o prendevano parte alle manifestazioni pubbliche civili e religiose, della banda di Pescia è curioso come ancora oggi se ne possa conoscere l'uniforme originale: «composta da vestito lungo scarlatto filettato di nero con bottoni dorati, pantaloni turchino chiaro filettati di scarlatto, cappello a lucerna bassa all'inglese con piccolo pennacchio bianco-rosso».Il corpo musicale, durante il corso della sua storia, ha approfondito e eseguito un repertorio che spaziava e spazia tutt'oggi dalle sinfonie delle opere di Rossini (Il barbiere di Siviglia, L'Italiana in Algeri) alle sinfonie delle opere verdiane fino ai brani estratti dalle opere liriche a cui vanno aggiunte marce sinfoniche, brillanti marce per cortei, marce religiose e inni per processioni fino alle marce funebri. Ancora oggi la banda è viva e presente sul territorio pesciatino, a cui dedica la sua attività e da cui è fortemente riconosciuta.

Fonte: Stampa Giurlani
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: