Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 02:04 - 23/4/2019
  • 365 utenti online
  • 25154 visite ieri
  • [protetta]

Una persona necessita cure oncologiche. I Sanitari del D. H. prescrivono
un'iniezione post terapia che, anche se passata gratuitamente dal S. S. N.
costa fra 1, 500. oo e 2, 000. oo euro. La persona .....
TIRO A SEGNO

Nei primi due week end del mese di aprile, presso il poligono del Tiro a segno nazionale di Lucca ha avuto luogo la terza prova regionale con le armi ad aria compressa e la prima prova regionale con le armi a fuoco.

BASKET

Saranno quattro giorni a tutto basket quelli del ponte del 25 aprile a Monsummano Terme dove si svolgerà la quarta edizione del Trofeo Città di Monsummano.

VOLLEY

Il consiglio di amministrazione del Centro Tecnico Territoriale Monsummano, dichiara di aver terminato il rapporto di collaborazione con il tecnico Antonio Galatà, dopo due annate piene di soddisfazioni.

VOLLEY

La Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano esce sconfitta dal PalaGiglioli di Ponte a Elsa (Empoli) e arretra di una posizione nel girone A del campionato senior di volley femminile, a due giornate dal termine della regular season.

BASKET

La Gioielleria impegnata nell’ultima gara della regular season contro il Cus Pisa. Partita ininfluente per i ragazzi di coach Matteoni mentre gli universitari sono alla ricerca dei punti per la qualificazione ai play-off.

NUOTO

Sono stati tanti i nuotatori che hanno partecipato alla seconda edizione della Maratona del nuoto, manifestazione organizzata dalla Cogis Pescia, che gestisce a livello agonistico la piscina del Marchi, dove si è svolto l’evento.

BOCCE

Grande spettacolo sabato scorso presso il bocciodromo coperto di Pieve a Nievole, purtroppo non altrettanto entusiasmante il risultato dell’incontro di sapore amaro per la Montecatini Avis, sconfitta dalla formazione emiliana della Rinascita Budrione.

NUOTO

Prestigioso traguardo raggiunto da Aurora Bianucci dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato indoor di fondo di Riccione.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mindadori è dedicata a un libro di Stephen King.

none_o

La mostra è dedicata al maestro Arrigo Conti: “Lawn Tennis Torretta – Stile ed eleganza”.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
VALDINIEVOLE
Padule di Fucecchio, il sindaco Spinelli difende le proprie posizioni su caccia e rifiuti

5/1/2019 - 16:21

Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio e presidente pro tempore della Consulta del Padule, interviene a seguito delle accuse che gli sono state mosse da alcune associazioni ambientaliste.
Di seguito la dichiarazione del sindaco.
 
Questa bagarre che si è creata sulla questione del Padule di Fucecchio fa veramente sorridere perché è evidente che c’è qualcuno che interpreta il mio pensiero a proprio uso e consumo, attribuendomi anche dichiarazioni e intenzioni che io non ho mai manifestato. A differenza di qualche associazione che per fortuna ha ben compreso le mie parole. Per chiarezza ribadisco i concetti.
Attività venatoria
Alla luce dell’ordinanza che riduce il calendario venatorio regionale sulla base della preapertura del 1° settembre 2018, la mia richiesta era semplicemente quella di attuare la riduzione soltanto in quelle zone dove questa preapertura è effettivamente avvenuta. Nelle aree ZPS, come il Padule di Fucecchio, dove non c’è stata nessuna preapertura, non si capisce per quale motivo debba essere ridotto il calendario venatorio senza alcun preavviso e dopo che i cacciatori hanno già pagato le tasse. Mi sembra una richiesta elementare che non ha niente a che vedere con l’essere a favore o contro la caccia.
Attività di controllo ambientale
Considerato che sono frequenti le visite nel Padule di Fucecchio da parte di guardie facente parti di associazioni che si occupano della tutela ambientale, mi ero permesso di chiedere un’attenzione particolare anche al proliferare di abbandoni di rifiuti, pur mantenendo tutte le loro altre attività di controllo e i loro obiettivi.
 
Veniamo adesso invece alle cose che mi sono state attribuite senza che io mi sia mai espresso in tal senso.
I miei pensieri sono stati interpretati in maniera tale da farmi apparire come “sostenitore delle doppiette” e contrario ai controlli sui bracconieri. Cosa assolutamente falsa. Poi da queste associazioni sono stato erudito, in modo molto risentito, anche su tutte le normative di settore con annessi articoli e commi, sono stato accusato di voler aumentare le giornate di attività venatoria presso le ZPS e di imparzialità e mancata garanzia durante questo mio mandato di presidente della Consulta del Padule.
Tenendo di conto che niente di tutto questo è stato mai scritto e mai detto, chiedo ai lettori di riflettere seriamente su chi è veramente di parte su tutta questa vicenda.
I concetti che ho espresso sono stati interpretati in modo artefatto e il fatto che qualcuno lo abbia fatto con così tanta solerzia, quasi come se una certa parte del mondo ambientalista fosse stata in trepidante attesa di avviare una discussione polemica, mi fa pensare di aver scritto delle cose corrette e molto pertinenti.
La mia famiglia vive nel Padule di Fucecchio da ben cinque generazioni, tanto che nelle carte del secolo scorso esiste il toponimo locale “Porto dello Spinelli”. La vita dell’epoca, come quella tutte le famiglie che vivevano in gronda al Padule, era basata sulla lavorazione delle erbe palustri, sull’agricoltura, sulla caccia e sulla pesca. Il Padule è nel mio Dna, per questo chiedo a tutti di evitare di strumentalizzare gli argomenti per scopi politici. Difendiamo e manteniamo le tradizioni culturali e sociali che hanno reso importante nei secoli scorsi questi bellissimi luoghi. 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/1/2019 - 12:48

AUTORE:
MASSIMO

Ora la Regione si inventa la trappola per riaprire le 2 specie protette,ma ci pensa il ghiaccio e noi a farvi stare a letto signori cacciatori.

8/1/2019 - 8:21

AUTORE:
Renzo Ciofi

Gentili lettori, non sono a prendere le difese di nessuno, il Sindaco Spinelli non ha necessità di questo, ma la lettrice che si firma.... DI FUCECCHIO perchè non inserisce nome e cognome di cosa ha paura!!! Per quanto riguarda i verbali di sanzioni elevati a persone che avrebbero violato le norme, è bene sapere che solo coloro che rivestono la qualifica di Agente o Ufficiale di P.G. vedasi C.P.P. possono elevarle. Tutti gli altri e aimè in questo Paese abbondano("divise"di ogni genere e fra le Associazioni ne vediamo di tutti i colori), sarebbe arrivato il momento di fare non solo chiarezza ma, di procedere per violazione e abuso di potere anche per salvaguardare la sicurezza dei Cittadini considerato che avvengono truffe e raggiri di qualsiasi genere in modo particolare agli anziani.
Ho particolare rispetto per ogni essere vivente animali compresi ma, inviterei coloro che amano gli animali a frequentare, almeno una volta all'anno e non nel periodo delle festività natalizie, qualche ricovero dove sono "ospitati" i Nostri...consimili diversamente giovani...

7/1/2019 - 13:01

AUTORE:
Di Fucecchio

Che il sindaco abbia un po' piu' di rispetto per i cittadini, non solo per gli amici cacciatori. Il senso dei suoi interventi è stato capito benissimo, tant'è che le associazioni venatorie (compresi i commenti sopra, anche di chi finge di non essere cacciatore)hanno applaudito all'unisono. Se c'è qualcuno che sta facendo speculazioni politiche in vista delle elezioni è proprio lui, chissà con quali risultati. Di fatto sta smascherando se stesso, ma anche la consulta. Come cittadina mi piacerebbe fossero resi noti i nomi e i tipi di reati, come avviene per altri crimini, di coloro ai quali vengono fatti i verbali, perchè da quel che si sente orecchiando nei bar potrebbe interessare un po' tutti. La mia famiglia vive in fronda al padule non da 5 generazioni ma da quasi 5 secoli, alcuni di loro sono stati cacciatori, poi ci siamo evoluti. Ah..la novella del Fucini, il matto delle Giuncaie, ha una morale un po' più alta che non ricordare la caccia come tradizione (che poi era tradizione riservata ai signorotti).

6/1/2019 - 21:53

AUTORE:
Andrew

caro massimo comincia te nello stare a casa...noi cacciatori stiamo sempre li e non come voi che in Padule ci andate due volte l anno e invitati da qualcuno visto che i terreni sono tutti privati di cacciatori e non....che amano il Padule e non solo per sentito dire come voi.

6/1/2019 - 19:54

AUTORE:
Renzo Ciofi

Caro Sindaco, oggi con questa storia degli ambientalisti con tutto il rispetto, abbiamo perso ogni e qualsiasi riferimento con la natura. Premetto che non sono un cacciatore ma "criminalizzare" questa categoria da parte di alcuni cittadini mi sembra che abbiamo veramente toccato il "fondo". Sono proprietario di un appezzamento di terreno dove coltivo, nel mio tempo libero, ciò che è utile alla mia famiglia con il rispetto delle regole ambientali, non uso veleni o sostanze chimiche, in compenso fra storni e piccioni le mie fatiche che produrrebbero alimenti sani, vedasi uva per vinificare, frutti di qualsiasi genere, grano e granturco per l'alimentazione umana e animale, viene "distrutta" perchè la popolazione di questi volatili è impressionante e non viene data la possibilità ai pochi cacciatori di fare attività venatoria. Sindaco Alessio Spinelli, vivo e sono residente a Pieve a Nievole ma, se fossi un Suo concittadino il mio voto, degli amici e familiari per la Sua rielezione sarebbe CERTO. Bravo e complimenti per la Sua risposta.

5/1/2019 - 16:33

AUTORE:
massimo

Caro Sindaco la cultura della caccia come dice Lei va' dismessa,un tempo serviva per sostentamento oggi e' solo per divertimento.Cacciatori o doppiette a casa una colta per tutte,i tempi sono maturi.