Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 14:06 - 05/6/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il purista Roberto si scandalizza per l'uso sconsiderato della parola c. . . o.
Salvo dizionari datati in cui se ne lamenta un uso volgare sia nel definire l'organo riproduttore maschile , sia nell'uso .....
IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme convegno di trotto del giovedì pomeriggio con sette corse in programma valide per la seconda uscita stagionale.

CALCIO

La società Larcianese comunica di aver raggiunto l’accordo con il l’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione sportiva.

RALLY

Motori accesi al 1° Virtual Rally Valdinievole e Montalbano. Dal 1° giugno e per tutta la settimana, le strade della provincia di Pistoia saranno proiettate in un confronto che ha richiamato un plateau di partecipanti di assoluto livello. 

BASKET

La prima novità in casa Nico è la collaborazione con l’Associazione “Anna Maria Marino”, avvenuta già a fine della scorsa stagione grazie alla Dottoressa Jacqueline Magi che ne è Presidente Onorario. 

RALLY

Sull’onda dell’entusiasmo riscontrato dal primo approccio “virtuale” di molte delle realtà motoristiche più importanti a livello nazionale, le scuderie Jolly Racing Team e Art Motorsport 2.0 hanno deciso di organizzare il 1° Virtual Rally della Valdinievole e del Montalbano.

BASKET

Scegli il rossoblu di sempre. Quanto sei attaccato ai colori rossoblu? Chi è il giocatore che ti ha fatto sognare? È arrivato il momento di eleggere il giocatore rossoblu italiano di sempre.

CICLISMO

Dieci candeline, oltre 30 000 euro donati in beneficenza e tante soddisfazioni e emozioni. Parliamo dell’Avis Bike Pistoia, società ciclistica amatoriale e organizzatrice della Gran Fondo Edita Pucinskaite.

RALLY

Jolly Racing Team e Laserprom 015 annunciano che il 36° Rally della Valdinievole, anticipato al 2 e 3 maggio dalla data di origine di una settimana dopo nel calendario sportivo, viene rinviato a data da destinarsi.

none_o

La recensione della settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Matteo Bussola.

none_o

Copit ha presentato, presso la sua sede di Pistoia, il volume “Archivio storico della Ferrovia Alto Pistoiese - Appendice”.

Oggi il popolo decide
col suffragio universale
quale sia la .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Il valore filatelico sarà presentato il 24 maggio.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Tutto ebbe inizio il 10 aprile 1912 con la partenza del Titanic dal porto di Southampton.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Giornata violenza donne: eventi a Monsummano, Montecatini, Ponte, Lamporecchio, Pescia

23/11/2018 - 9:46

Moltissimi gli appuntamenti da segnare in agenda per la giornata contro la violenza delle donne. Di seguito ne pubblichiamo una selezione, partendo da Monsummano.

 

"Sette giorni di incontri, seminari e manifestazioni per dire no alla violenza sulle donne e sensibilizzare i più giovani, ma soprattuto gli uomini, rispetto a questo tema. Il ciclo di iniziative è stato presentato dalle tre assessori rosa della giunta di Monsummano Terme: Elena Sinimberghi, Angela Bartoletti e Simona De Caro. “Abbiamo pensato che la sola giornata internazionale del 25 novembre non fosse sufficiente, è necessario un impegno più lungo e incisivo con eventi rivolti a ogni fascia di età”.

Si comincia con un appuntamento conviviale sabato prossimo, alle ore 16, a “La bottega del caffè”. Un ritrovo fra donne (ma l’altro sesso è ovviamente benvenuto) per confrontarsi e parlare di fronte a una tazza di thè caldo. L’incontro sarà aperto da danze, poesie e pensieri degli allievi dell’accademia d’arte diretta da Eleonora Di Miele.

La sera, alle ore 21, si terrà la prima tavola rotonda “Si sostiene il coraggio” nella sala intitolata a Walter Iozzelli della biblioteca comunale. “Ci interessa il punto di vista maschile - ha spiegato l’assessore De Caro - interverranno uomini dell’associazione Lui, Livorno Uomini Insieme, ma anche esponenti delle realtà femminili più importanti della provincia”. Secondo l’assessore, infatti, “la sfida si vince lavorando sulla cultura e sull’educazione: uomini e donne uniti dallo stesso obiettivo”.Nelle iniziative sono coinvolte anche le rappresentanti delle associazioni che offrono aiuto e sostegno concreto alle donne vittime di violenza, attraverso raccolte fondi e percorsi di inserimento lavorativo tramite accordi con istituzioni e aziende. Parteciperanno Giovanna Sottosanti di “365 giorni al femminile”, Manuela Giuliani del club “Soroptomist” e Giuliana Fogli di “Fidapa”. 

Non ha nascosto l’emozione l’assessore Elena Sinimberghi: “Mi ritrovo nella parole che ha pronunciato la vice presidente della Camera dei Deputati, Mara Carfagna: ‘non è normale che sia normale’. Come non è normale la reazione di alcuni al rapimento della nostra volontaria Silvia Romano in Kenya. Le hanno augurato cose terribili”.

Sinimberghi ha rivolto parole molto dure anche contro la sindaco di Cascina, la leghista Susanna Ceccardi: “Ha regalato spray al peperoncino contro le aggressioni solo alle donne del suo partito. Significa che tutte le altre non hanno diritto a essere difese?”.

Il calendario degli eventi andrà avanti fino al 2 dicembre: domenica parteciperà al dibattito “Perché femminicidio” (ore 17.30 all’ex oratorio San Carlo) la sindaca di Pergine Valdarno Simona Neri, recentemente vittima di vergognosi insulti sessisti; giovedì 21 novembre, alle ore 21.15 alla sala “Iozzelli”, sarà presentato il libro “Nemmeno con un fiore” di Fabrizio Silei, mentre la sera di sabato 1 dicembre ci sarà lo spettacolo “La vita accanto” al teatro Yves Montand. 

Le scuole del territorio saranno le protagoniste del concorso “Il mio spot contro la violenza”: i ragazzi potranno preparare un breve video sul tema. “La risposta dei più giovani è stata ottima - ha detto Eleonora Di Miele, promotrice dell’iniziativa - a febbraio sarà premiata la classe vincitrice, ma tutti i lavori saranno pubblicati su una pagina YouTube dedicata”.

Le iniziative sono a ingresso libero e gratuito. Il programma completo è disponibile in biblioteca comunale o telefonando al numero 0572 959500".

 

di Giacomo Ghilardi

 

Segue un comunicato da parte dell'Isis Sismondi Pacinotti.
"Con l’intento di veicolare un messaggio contro la violenza, generando al contempo opportunità per i ragazzi, il consultorio La famiglia, insieme al gruppo Confcommercio Terziario Donna, saranno promotori di un evento che si terrà il 25 novembre a Lucca a Palazzo Sani. Tale occasione vedrà protagonisti gli allievi delle classi terza, quarta, quinta del corso Moda dell’Istituto Sismondi di Pescia, guidati dalle insegnanti Marlia, Punzo, Fanucchi e Lenzi.
L’abito si fa portavoce di un rapporto interdisciplinare contro il femminicidio e la violenza di genere, tanto da  produrre cambiamento: da elemento superficiale, come spesso viene letto, diventa tramite di riflessioni e ripensamenti. La moda, come l’arte, non avendo confini definiti, spesso è veicolo di importanti contenuti tanto da fare essa stessa informazione.

Un esempio ormai celeberrimo è il progetto Zapato Rojas in cui centinaia di scarpe rosse vengono donate, colorate e scambiate, per poi essere depositate in una piazza come simbolo di memorie e narrazioni di donne che non devono essere dimenticate. 
La progettazione di un abito presuppone sempre, allo stesso modo, una storia da raccontare. L’abito può diventare un racconto e un simbolo. La moda, più volte, nel corso della storia è stata precorritrice delle svolte di liberazione che hanno caratterizzato un’epoca come la storia del costume ci testimonia.

Ma come può un capo d’abbigliamento portare un messaggio di non violenza? La moda è un potentissimo strumento di comunicazione e un abito può diventare interprete di cambiamenti sociali e posizioni definite, diventando mezzo di denuncia e incisivo manifesto di cambiamento.
Le docenti credono nell’importanza del lavoro degli alunni, che è stato pensato e maturato attraverso un percorso consapevole di ciò che mediante tale strumento si possa comunicare.
Carichi di responsabilità consapevole, i ragazzi diventano protagonisti, facendo parlare le loro creazioni, portavoce di una società come quella contemporanea, in cui la violenza contro ogni categoria continua a mietere vittime e alla quale è importante dire sempre no.
Il dirigente scolastico Maria Rosa Capelli ringrazia tutti gli alunni e i docenti del corso moda coinvolti in questo progetto".
Di seguito il comunicato stampa del Comune di Montecatini.

"Il 25 novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Onu nel 1999. Con tale significativa istituzione l’Onu si poneva l’obiettivo di sensibilizzare tutta la popolazione mondiale sull’argomento dando, in contemporanea, supporto alle donne vittime di violenza fisica e psicologica.

 

Da qualche anno nel nostro Paese il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio ha istituito un numero verde, il 1522, attivo 24 ore su 24, a cui rivolgersi per casi di violenza o stalking sulle donne. Un numero da chiamare prima che accada qualcosa di irreparabile, per prevenire drammi ancora più gravi che nella maggior parte dei casi si consumano all’interno delle mura domestiche.

 

Dato che non è scontata la conoscenza delle strutture presenti sul territorio e il servizio offerto da questo numero telefonico il Comune di Montecatini Terme, così come la Regione Toscana, ha deciso di celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne rilanciando la campagna del numero verde 1522, attraverso l’affissione di un’apposita locandina negli esercizi commerciali aderenti al Ccn, iniziata già da martedì 20 novembre. 

 

Stamani nel corso di una conferenza stampa con il vicesindaco Rucco, l’assessore Bracali e la presidente della commissione Pari Opportunità, Siliana Biagini, sono state presentate le iniziative della città: oltre all’accensione di rosso della facciata del municipio, prevista per domenica prossima alle 17, simbolo della lotta alla violenza, è previsto sempre per domenica un evento a sorpresa  alle 15,30 in piazza del Popolo, organizzato da Antonella Lombardo.

 

La prevenzione parte proprio nel pubblicizzare l’esistenza di questo servizio, collegato alla rete dei Centri antiviolenza e alle altre strutture per il contrasto alla violenza di genere presenti sul territorio. Un numero di pubblica utilità accessibile gratuitamente da tutta Italia, sia da rete fissa che mobile, con operatrici e operatori capaci di parlare in varie lingue e pronti ad indirizzare la persona che chiama al Centro di ascolto e di aiuto più vicino. L’obiettivo è quello di favorire l’emersione del fenomeno attraverso la sensibilizzazione e incentivare la presa di coscienza, la denuncia e la richiesta di aiuto".

 

Negli allegati Pdf, infine, gli eventi che si terranno a Monsummano, Ponte Buggianese, Lamporecchio e Pescia.






 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: