Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:01 - 19/1/2019
  • 774 utenti online
  • 28933 visite ieri
  • [protetta]

leggo che i genitori di un bambino livornese nato per primo nel 2019 a Pisa, hanno voluto che non si sapesse il nome in quanto, per loro, sarebbe un'onta insopportabile, far sapere a Livorno che è andato .....
VOLLEY

Domenica 20 gennaio, con fischio d'inizio alle 18, di scena un derby pistoiese al palazzetto dello sport di piazza Pertini.

PODISMO

Sei mesi dopo la prima edizione della mezza maratona, a Montecatini Terme si replica con i podisti impegnati sulle stesse strade cittadine.

BOCCE

Domenica prossima è in programma una gara regionale organizzata dalla Bocciofila Pieve a Nievole.

VOLLEY

È già tempo di pensare alle fasi finali del campionato di volley giovanile con obiettivo la rassegna regionale di categoria.

RALLY

E’ il Wrc 2, il “Mondiale Rally” riservato agli equipaggi privati, il contesto che vedrà impegnato Daniele Michi nella stagione agonistica 2019.

KARATE

Buon esordio stagionale per gli agonisti del Karate Kwai Pescia che domenica 13 gennaio hanno preso parte al 2°Gran Prix Toscana Karate "Trofeo Alessio Fiorentini" alla palestra Mario D'Agata di Arezzo.

BOCCE

La boa è stata girata sabato scorso e, con il turno di sabato 19, entriamo nel vivo di questo interessante campionato di Serie A2 dove si sono delineate le pretendenti al salto di categoria e anche le probabili società che cercheranno di non retrocedere in Promozione.

CALCIO

Per motivi di incompatibilità con la propria professione, il presidente del Montecatinimurialdo Massimiliano Potenza è costretto a lasciare la sua carica, ruolo che già dai prossimi giorni verrà ricoperto ufficialmente dall'attuale vice, Stefano Scaffai.

none_o

Il pezzo forte della mostra, che verrà inaugurata domenica, è un quadro che rischiava di essere dimenticato per sempre.

none_o

Forte del successo di pubblico con oltre 20.000 presenze la mostra viene prorogata fino al 1 maggio.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni al corso gratuito di certificazione .....
none_o
Coinvolgimento migranti in attività volontariato: al via progetto Società della Salute

20/11/2018 - 17:16

Partirà proprio in questi giorni un nuovo progetto finalizzato all’integrazione di persone migranti richiedenti asilo o in possesso di permesso umanitario all’interno della comunità locale.


La Società della Salute della Valdinievole è infatti riuscita a ottenere un contributo di circa 23mila euro dalla Regione Toscana, a cui si aggiunge un cofinanziamento della SdS di circa 3mila euro, per realizzare questo progetto che prevede il coinvolgimento di vari partner del mondo del terzo settore: Croce Rossa, Pubblica Assistenza, Misericordia e cooperative sociali che nel territorio della Valdinievole gestiscono i centri di prima e seconda accoglienza.


Oggi, nella sede della Società della Salute si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto alla presenza del presidente Riccardo Franchi, del direttore Claudio Bartolini, del presidente del coordinamento delle Pubbliche Assistenze Massimiliano Bonomini, del presidente della Croce Rossa di Pescia William Vergoni, del segretario generale del coordinamento provinciale delle Misericordie Alessandro Vannucchi e di alcuni operatori in rappresentanza delle cooperative Co&So, Gli altri e Gruppo Incontro e Coop Cat.


Il progetto si pone un duplice obiettivo: favorire la coesione sociale attraverso il coinvolgimento dei migranti in attività di volontariato; sviluppare le competenze trasversali attraverso la partecipazione a corsi di formazione. Alle varie attività previste parteciperanno 15 migranti che si trovano nei vari centri di accoglienza della Valdinievole. Per tutti e 15, dopo un periodo di formazione, sono previsti dei percorsi di volontariato all'interno delle associazioni del territorio.


“Ancora una volta le associazioni di volontariato hanno mostrato la loro sensibilità – afferma Franchi – e la loro volontà di contribuire al miglioramento del territorio. La possibilità di vivere un'esperienza di volontariato all'interno di questi enti rappresenta un'occasione di avvicinamento alla comunità locale. Queste esperienze permetteranno al migrante di entrare in contatto con la cultura solidaristica e del volontariato toscano e di conoscere e riconoscere le istituzioni locali come punti cardine della società civile nella quale si sta inserendo”.


“L'esperienza di volontariato – continua Bartolini - fornisce al migrante un ruolo sociale, essendo quest'ultimo impiegato in attività di utilità sociale a favore della collettività, restituendo a quest’ultima parte di ciò che ha ricevuto nel momento in cui è stato accolto. Il migrante diviene quindi parte attiva della comunità locale, che con essa collabora e da essa è riconosciuto. Attraverso l'esperienza di volontariato e le attività formative previste potranno inoltre essere raggiunte competenze specifiche e trasversali utili per inserirsi nel mondo del lavoro, sviluppare la conoscenza della lingua italiana, approfondendo anche il vocabolario utilizzato in campo sanitario e non solo, oltre che acquisire competenze sanitarie specifiche”.


Oltre ai corsi di primo soccorso, per le persone migranti coinvolte nel progetto verranno attivati altri due corsi: quello di magazziniere alimentare e il corso “Integr8” finanziato dalla Comunità Europea e finalizzato alla formazione di esperti di integrazione.


“Non posso che accogliere con soddisfazione – aggiunge Bonomini – questa iniziativa. Le associazioni hanno accettato subito questo progetto che si va a sommare a tutti gli altri che abbiamo in essere e che coinvolgono la popolazione migrante. Queste iniziative permettono ai migranti di conoscere la nostra realtà, di impegnarsi in attività utili per la società e di migliorare la conoscenza della lingua italiana grazie al contatto quotidiano con gli altri volontari”.


“Per noi – continua Vergoni – questa è un’esperienza nuova. Stiamo cercando di aumentare il nostro impegno sociale e siamo contenti di favorire l’integrazione di persone migranti attraverso progetti che abbiano anche una ricaduta positiva nel territorio”.


“Il tema dell’accoglienza – continua Vannucchi – per noi è fondamentale. Come associazione cattolica da sempre siamo impegnati in progetti che favoriscono la coesione e l’integrazione. Questo progetto in particolare, se da una parte permette ai migranti di iniziare un percorso di integrazione, dall’altra dà una mano anche a noi associazioni perché ci permette di acquisire nuovi volontari in un periodo storico in cui purtroppo si vedono sempre meno volontari attivi”.

Fonte: Società della Salute
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: