Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:09 - 26/9/2018
  • 468 utenti online
  • 26666 visite ieri
  • [protetta]

Sono Ciro baccalani portavoce del gruppo ametista del mercatino Grocco la salute Montecatini, ho notato negli ultimi tempi che non vengono pubblicati i commenti volevo chiedere per cortesia se mi potete .....
BOCCE

Grande affermazioni di Matteo Franci in coppia con il giovanissimo  Niccolò Lambertini a Villafranca di Verona

Podismo
PODISMO
CALCIO

È partito ufficialmente martedì 4 settembre il programma leve di calcio, la serie di allenamenti gratuiti organizzati dal Montecatinimurialdo. 

Podismo
CALCIO

Sabato 1 settembre la Scuola Elite GSD Montecatinimurialdo apre le porte a tutti coloro che ancora non conoscono il mondo biancoceleste. Allo Stadio Mariotti è in programma l´Open Day 2018, l´occasione per tutti i bambini nati tra il 2010 e il 2013 per avvicinarsi per la prima volta al gioco del calcio.

Podismo
Podismo
none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Rebecca West.

none_o

La mostra, dal titolo “Le carrozze a Montecatini…la tradizione continua”, è a cura di Roberto Pinochi e Bruno Fortina.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Il gruppo ametista Ringrazia l'amministrazione in quanto è stata .....
Offresi uomo di 64 anni tuttofare , per piccoli lavori in casa, .....
none_o
Biagini (Pd): "Coinvolto territorio e vinto, ma sono preoccupato per resto Valdinievole"

9/7/2018 - 12:46

PONTE BUGGIANESE - Le elezioni amministrative e quelle del 4 marzo hanno chiuso un’epoca. Tramontano le roccaforti rosse, spira forte il vento della Lega e del Movimento Cinque Stelle. Ma c’è qualche eccezione: a Ponte Buggianese il centrosinistra si è confermato vincente. Ne abbiamo parlato insieme a Marco Biagini, 29 anni, segretario del Pd locale e neo assessore all’ambiente.

 

Biagini, qui come ha vinto il centrosinistra? 
"Il lavoro parte da lontano. Subito dopo la vittoria di Pier Luigi Galligani, abbiamo creato un nuovo gruppo dirigente. Felice Buonanno, Carlo Cardelli, Moreno Gialdini e tutti i compagni che guidavano il partito allora, ebbero la lungimiranza di costruire una nuova classe dirigente formata da ragazzi giovani. Beatrice Giannanti, Simone Salinelli, io e tanti altri ci siamo impegnati in questo percorso. Quando si coinvolge il territorio, i giovani e si ha la forza di andare tra la gente, si creano le condizioni per un buon risultato".

 

Qual è stata la chiave di questa vittoria?
"Innanzitutto abbiamo lavorato per l’unità, senza polemiche e divisioni interne, grazie alla scelta di un candidato sindaco forte e rappresentativo. Inoltre ci siamo presentati senza liste alla nostra sinistra. Al terzo punto c’è un programma condiviso dal basso, scritto coinvolgendo le associazioni, i corpi intermedi e le persone".
 
Secondo lei da cosa dipende la crisi generale del centrosinistra?
"Non siamo più una forza del popolo, ci votano solo i quartieri ricchi. Negli ultimi cinque anni siamo stati percepiti distanti dalla gente, sia a livello locale che nazionale. Sono state realizzate cose importanti per contrastare le disuguaglianze, ma non sempre ci siamo riusciti. Contesto l’abolizione per tutti dell’Imu: non è di sinistra, avremmo dovuto individuare degli scaglioni. Se giochiamo a imitare i grillini o Salvini, la gente sceglie l’originale, non la copia. Ad esempio non condivido totalmente il lavoro sui migranti di Minniti".
 
Come può ripartire il Pd?
"Dai circoli, abbandonati dal partito nazionale, e dai militanti. Appena finita la Festa de l’Unità mi dimetterò da segretario, così come previsto dallo statuto. Dovremo favorire una nuova classe dirigente. Il partito non può fossilizzarsi solo sui consiglieri regionali e parlamentari, che già devono fare un grande lavoro a livello amministrativo. Le divisioni del partito nazionale si sono sentite anche a livello locale, si parlava dei “gufi”, dei “vecchi”: argomenti divisivi che non sono serviti a niente. Siamo una comunità unica che va ricreata, gli strumenti ci sono. Occorre l’umiltà di confrontarsi con chi ha più esperienza, personalmente ho sempre cercato di farlo".

 

Nel Pd si discute molto di tempi e modalità del congresso. Qual è la scelta giusta?
"Non è una questione di tempi. Se il congresso sarà ancora una conta tra correnti, non cambierà niente. Bisogna tornare a fare la vera sinistra, quella che riesce ad “ascoltare i problemi della gente”, come diceva Gramsci. Nelle ultime riunioni del partito prima del 4 marzo ho detto queste cose in maniera brutale, perché anche a livello provinciale siamo diventati un “votificio”. Rivolgo un appello ai nostri consiglieri e assessori regionali, a Caterina Bini che ci rappresenta a Roma: serve più condivisione dal basso con i segretari di circolo e i militanti".

 

Il prossimo anno si voterà in molti comuni della Valdinievole. Cosa prevede?

 "Sono molto preoccupato. Ho fiducia nei dirigenti dei vari paesi che andranno al voto, ma li invito a mettere ordine all’interno del partito. Se la gente percepisce divisioni è difficile imporsi in un quadro che vede predominante il colore giallo-verde. In particolare dove c’è il ballottaggio: a Montecatini, Agliana, Monsummano, saranno battaglie difficili".
 
È stato appena nominato assessore all’ambiente. L’aumento della tassa sui rifiuti è stata al centro della campagna elettorale. Quali soluzione propone?
"Con il bando sociale restituiremo una parte dell’aumento alle persone. Il servizio porta a porta ha un sacco di vantaggi, a cominciare da quello ambientale. Vedo che c’è stato un passo in avanti da parte dei cittadini: hanno capito che è essenziale. Se si continua a buttare la spazzatura in discarica, il mondo imploderà per la nostra cecità e avremmo costi ancora maggiori. D’altra parte nessuno vuole discariche vicino casa, tantomeno i termovalorizzatori. Su questi temi manca una politica di ambito regionale e nazionale. Anche in Regione Toscana non siamo riusciti a creare le condizioni per concludere il ciclo dei rifiuti, uno dei punti su cui il Pd non ha saputo dare risposte".
 
Quali sono gli altri progetti in cantiere?
"L’adozione delle aree a verde che permetterà di risparmiare sulla cura dei giardini pubblici e darà ai privati la possibilità di gestire gli spazi. Poi gli orti sociali: sistemeremo parti di territorio abbandonate, rendendole coltivabili con orti per persone che non hanno appezzamenti a disposizione".
 
Fare l’assessore è anche una scelta di vita, in particolare per un ragazzo giovane.
"Sul lavoro mi sono organizzato con un part-time. Sento a pieno la responsabilità del consenso che abbiamo e che ho ricevuto. Metterò tutto il mio impegno e le mie competenze a servizio del Comune e dei cittadini. Dal primo settembre sarò tutte le mattine in municipio e sul territorio: la priorità è realizzare cose concrete e mantenere rapporti coi cittadini".

 

di Giacomo Ghilardi

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




11/7/2018 - 9:20

AUTORE:
non piddino

la sinistra non esiste più. E qui si continua a parlare di sinistra cercando di fare cose di sinistra. Non è daccordo con Minniti? ma dove vive questo, sulla luna? parla di riflessione interna a livello nazionale? Ma cosa vuole riflettere. Il pd tradizionale è morto, per fortuna!
Invece di guardare al futuro, vuole ritornare al passato. scandaloso... in buona sostanza Biagini riveste il ruolo di classico politico rosso, classico comunista.

10/7/2018 - 22:56

AUTORE:
ANTONIO

Leggevo l'intervista a Marco Biagini. Ma è proprio sicuro che hanno vinto per meriti propri? Ho forse per demeriti degli avversari? Io ci penserei?

10/7/2018 - 18:34

AUTORE:
ICARDI

Ottima intervista ed estremamente chiara e concreta, ci aspetta un bel futuro per tutta la nostra comunità pontigiana, il pericolo della destra è scampato, Ponte Buggianese è salvo

10/7/2018 - 11:06

AUTORE:
Democratico

buoni i consigli ai comuni vicini per il prossimo anno. La festa dell'Unità e i suoi grandi numeri ad ogni serata testimoniano ancora una volta che a Ponte troviamo ancora un'anima Rossa. Complimenti alla passata segreteria che ha saputo passare bene il testimone e in bocca al lupo alla nuova che avrà un altrettanto compito fondamentale. Bravo Biagini e complimenti per essere riusciti nuovamente e mettere in piedi la Festa!!

10/7/2018 - 10:59

AUTORE:
Gerardo

Una serie di banalità notevole. In cetca di visibilità per il fatto che vuole far carriera. Piccoli piddini crescono (male).

9/7/2018 - 22:11

AUTORE:
Ametista group

Premesso che noi del gruppo non abbiamo una connotazione politica quindi non tifiamo ne per una forza politica ne perun'altra, ho letto questi commenti e li ho trovati veramente di pessimo gusto io non capisco una persona che è stats eletta democraticamente E voi che gli rivolgete queste frasi!!! Ma per me è incomprensibile Io credo che le buone maniere la buona educazione sia alla base di un vivere civile.Ma certamente Questa è una mia opinione Ciao a tutti

9/7/2018 - 21:52

AUTORE:
Armando

Dichiarazioni banali , non di un vero politico , non ridete tanto vi potrebbe far male , non avete vinto ha straperso il centrodestra regalandovi su un piatto d oro la vittoria.

9/7/2018 - 15:54

AUTORE:
#magliettemarroni

Il degno segretario di un partito morente. A questo chi l'ha sciolto? Chi ti ha chiesto consiglio? Che al Ponte hai vinto per caso, forza Lega!

9/7/2018 - 15:26

AUTORE:
Grillino

Mai letta roba così ridicola