Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 20:08 - 20/8/2018
  • 1375 utenti online
  • 42276 visite ieri
  • [protetta]

Il gruppo ametista nel suo piccolo sta portando avanti questa proposta in aiuto del Commercio per i cittadini che vanno in pensione Ho già lo sono e che continuano a gestire un'attività, i contributi .....
CICLISMO

Fu un campione delle due ruote. Toscano doc, nato nella città del Giglio e dei Medici, Pietro Linari era di quelli che con la bicicletta alzavano la polvere. 

BASKET

La famiglia di Andrea Cardelli, con l'organizzazione dell'amico Matteo Zamboni, è riuscita a organizzare il 2° Torneo di Basket 3 vs 3 all'area verde attrezzata Riani, detto il "campino" anche quest'anno.

BOCCE

La Federazione ha pubblicato le regole che saranno adottate nei Campionati di Serie A e A2 a partire dal 13 ottobre 2018 data di inizio.

IPPICA

All’Ippodromo SNAI Sesana serata dedicata alla solidarieta’ per il Comune di Amandola, colpito dal terremoto nell’agosto 2016, e per l’atleta 13enne paraolimpico specialità Dressage Denis Coku. A cornice tante attivita’ collaterali per tutte le eta’, mentre in pista le Pariglie e il Trotto montato hanno dato spettacolo.

IPPICA

Un lungo giovedì per l’ippodromo Snai Sesana, iniziato la mattina alle Terme Tettuccio.

PODISMO
BASKET

Torna anche quest’anno a Ponte Buggianese il Basketball Summer festival, otto giorni di partite tra una selezione di squadre universitarie Statunitensi che disputeranno gli incontri presso il Palapertini, struttura apprezzata già negli anni scorsi dalla kermesse sportiva.

BASKET

Sarà una stagione impegnativa quella che andranno ad affrontare i ciabattini con il proprio settore giovanile. Infatti per la prima volta gli Shoemakers schiereranno una formazione in ogni campionato giovanile.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Rebecca West.

none_o

La mostra, dal titolo “Le carrozze a Montecatini…la tradizione continua”, è a cura di Roberto Pinochi e Bruno Fortina.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Offresi uomo di 64 anni tuttofare , per piccoli lavori in casa, .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
VALDINIEVOLE
Ricchi e poveri sempre più lontani, tra le maglie nere anche il nostro territorio provinciale

13/6/2018 - 18:02

I ricchi (con redditi superiori a 120 mila euro annui) e i poveri (con redditi inferiori a 10 mila euro annui) sono sempre più lontani in Toscana. Il divario tra benestanti e meno abbienti, tra il 2008 e il 2015, è aumentato del 6,7% nella nostra regione, più di due punti percentuali rispetto alla media italiana (+4,3%). È uno dei dati che emerge dal rapporto 'Il modello toscano alla prova della crisi' elaborato da Iref e presentato da Acli Toscana. La ricerca punta a misurare gli effetti della crisi economica sui nostri territori.

 

“Nonostante l'economia toscana abbia attutito i contraccolpi della recessione – afferma Giacomo Martelli, presidente di Acli Toscana – la depressione economica ha causato un palese peggioramento delle condizioni sociali”.


Torniamo ad analizzare nel dettaglio le disuguaglianze in termini di ricchezza in Toscana. Le asimmetrie tra gli strati sociali della popolazione assumono infatti un peso diverso a seconda delle province di riferimento. Le maglie nere vanno alle province Massa-Carrara (+14,8%), Pistoia (+11,5%) e Lucca (9,5%), dove la distanza di chi non riesce ad arrivare a fine mese e la neoborghesia è cresciuta a dismisura. Significativa la crescita anche a Grosseto (7,4%) e Livorno(6,9%). Sono sotto la media regionale invece Prato (6,4%) e Firenze (5,3%) e invece sotto quella nazionale: rezzo (3,1%) e Pisa (2,9%). Degno di nota è invece il caso di Siena che è in netta controtendenza: il divario in questa provincia si è attenuato – 0,1 %.


In generale le imprese toscane sono fuoriuscite dalla recessione con una maggiore capacità di estrarre valore economico dalla produzione di beni e servizi. Il valore aggiunto per ora lavorata infatti è stato pari a 32.500 euro nel quinquennio 2005-2010, per arrivare a 35.000 euro nel 2015. Dati che fanno posizionare la Toscana subito dietro il Nord Italia e l'Emilia Romagna. Altro dato positivo è quello relativo all'export: la Toscana si posiziona quinta in Italia.


Per quanto riguarda invece il tema del lavoro, la Toscana nel 2016 è tornata ai livelli di impiego pre crisi con un tasso di occupazione del 69,9%, ben 8,3 punti sopra la media nazionale. Ad essere peggiorata però è la qualità del lavoro con un aumento dei lavoratori part-time passati dal 13,7% nel 2004 a 19,3% nel 2016, dei lavoratori a tempo determinato: dall'11,8% al 14%.

 

“La flessibilità – dice il presidente Martelli – non ha funzionato sino in fondo a fronte di un mercato del lavoro ingessato, che non riesce ad assecondare la mobilità sociale dei lavoratori verso impieghi dignitosi. Le principali vittime sono stati in particolare i giovani e le donne”.

 

La disoccupazione femminile è salita tra il 2008 e il 2016 dal 7,2% al 10,8%. E i giovani disoccupati, nella fascia d'età 15-24, sono più che raddoppiati in Toscana nell'arco di soli 8 anni: dal 14,6% el 2008 al 34% nel 2016. Di tutto questo si parlerà a 'Fest'Acli', a San Piero a Grado (PI), il prossimo 22 giugno, alle ore 18.30.

Fonte: Acli
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: