Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:05 - 16/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Tutto quello che dici è una FALSITA' CARISSIMO PROFESSORE DAI VOCABOLI DA DIZIONARIO.
Non sai o non vuoi leggere nemmeno quello che gli altri scrivono ed in questo caso quanto ho scritto io nella .....
RALLY

Si è confermato all’altezza delle aspettative, il ritorno di Simone Baroncelli nel Campionato Italiano Rally Terra.

PODISMO

In una giornata estiva numerosi podisti si sono dati battaglia su un percorso non certo facile per conquistare la vittoria nella edizione 2022 de "Una corsa geniale da Pinocchio a Leonardo’’.

BASKET

Finisce 76-60 con un monumentale Rasio da 25 punti.

CALCIO

Asd Bioacqua Av Le Case ringraziando Walter Cerofolini e Gaetano Concialdi per il lavoro svolto nell’ultima stagione.

BASKET

Nonostante una partita di grande attenzione difensiva la Nico Basket non riesce nell’impresa di sbancare il Pala Zauli e viene sconfitta da Battipaglia col punteggio di 57-45. 

BOCCE

Pieve a Nievole si rifà dello scivolone in terra sarda, si aggiudica soffrendo il derby con Cortona, e si riporta a -1 dalla capolista Giorgione 3villese, fermata sul pareggio dalla Rinascita.

BASKET

E' il momento delle semifinali playoff in C Gold: per Gema Montecatini l'avversaria è la Pallacanestro Dragons Prato, che ha eliminiato Spezia in gara3 dei quarti, vincendo nettamente sul suo campo la partita decisiva.

none_o

Consigli di lettura di Ilaria Cecchi.

none_o

La mostra ricostruisce le varie vene dell'opera di Pantani.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PESCIA
Amministrative, l'appello al voto di Mandara: "Occasione per mettere le istanze dei cittadini al primo posto"

9/6/2018 - 10:07

Comunicato stampa a cura del candidato sindaco Giancarlo Mandara: "Siamo giunti alla fine di questa campagna elettorale per le elezioni di domenica 10 giugno nelle quali verrà deciso chi dovrà governare la nostra città per i prossimi 5 anni. Vi confesso che per me è stata un’esperienza emozionante sotto numerosi punti di vista. Ho girato insieme alla mia squadra il territorio comunale, ho voluto parlare con i miei concittadini guardandoli in faccia, dando ascolto alle loro istanze e spiegando loro le mie idee per questa città e le sue frazioni.

Sento di rivolgere un ringraziamento particolare ad ognuno dei miei collaboratori, dei candidati consiglieri della mia lista, a ciascuna delle persone che mi hanno sostenuto, soprattutto quelle più vicine che mi hanno incoraggiato.

Posso dire con orgoglio di aver sviluppato una campagna elettorale basata sui contenuti e su proposte concrete, guardando in faccia alla realtà e dicendo chiaramente che se non si ha chiara la vera situazione dei conti del nostro Comune non è possibile fare promesse, col rischio di non poterle mantenere. In campagna elettorale è facile promettere lavoro, opere pubbliche, interventi di ogni tipo in tempi rapidi. Credo tuttavia che nell’azione amministrativa si debba avere il coraggio di essere chiari con i cittadini, spiegando ciò che si può fare e ciò che purtroppo non è possibile realizzare, talvolta avendo anche il coraggio di dire dei no.

Posso anche rivendicare di non aver rivolto alcun tipo di attacco personale a nessuno dei miei avversari candidati a sindaco, perché credo che la nostra città non ne avrebbe tratto giovamento, cercando di concentrarmi sul mio programma.

Innegabile è il fatto che Pescia e i suoi territori abbia molti problemi a quali si dovrà mettere mano, in alcuni casi in tempi rapidi, perché spesso è mancata la cura delle più elementari istanze provenienti dai cittadini. Si dovrà inoltre ridare ai pesciatini la possibilità di vivere in un ambiente sicuro e decoroso, attrattivo per chi vuol investire, per i turisti e soprattutto per i residenti, senza trascurare i bisogni dei più deboli.

Così come si dovrà avere ben chiara la nostra idea di una città come Pescia dove ci può essere una giusta sinergia tra tutti i settori produttivi, l’industria, il commercio, l’agricoltura, dando un particolare rilievo al turismo e alla cultura, viste le inespresse potenzialità di questo nostro territorio. A mio avviso sarà importante la celebrazione del referendum per il passaggio del nostro Comune alla Provincia di Lucca, che potrebbe dare un nuovo slancio a questa città.

Sento quindi di rivolgere a ognuno di voi, miei concittadini, un appello ad un voto utile in quanto diretto al bene di questa città chiedendovi di scegliere il sottoscritto e la mia lista civica Voltiamo Pagina, composta di persone nuove alla politica che, come me, vorrebbero che Pescia tornasse ai fasti di un tempo. Credo che sia arrivato il momento di credere in un reale cambiamento e sento di poter dare il mio modesto contributo a questa città".

Giancarlo Mandara

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/6/2018 - 12:26

AUTORE:
Giacomo

Ho un grande rispetto per il Sig. Mandara, tuttavia non capisco questa ossessione di passare sotto la provincia di Lucca. Dico ossessione perché, se non sbaglio, il Sig. Mandara ha già provato a fare una raccolta firme su questo tema qualche anno fa. Sembra proprio un pensiero fisso, il suo. Vorrei ricordare al Sig. Mandara che Pescia fu ingiustamente accorpata a Lucca (poi sotto il fascismo fu messa nella sua collocazione naturale, con Pistoia) e che noi con i lucchesi non abbiamo niente in comune (non parlo solo del dialetto pesciatino che, pur discostandosi dal pistoiese, è un misto di pistoiese, lucchese con elementi pisani e livornesi, quindi non è assolutamente uguale all’orribile dialetto lucchese, non c’entra nulla. Forse parleranno lucchese a Collodi, ma per fortuna è solo una parte minoritaria del comune di Pescia). Noi non siamo come i lucchesi, per fortuna. Lasci i lucchesi dove stanno, io sono orgoglioso di appartenere alla provincia di Pistoia e non a quella di Lucca. Poi, se lei vuole stare sotto Lucca, può sempre andarci a vivere e fare avanti e indietro, nessuno glielo vieta. Viva Pistoia!