Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 07:12 - 16/12/2018
  • 894 utenti online
  • 36449 visite ieri
  • [protetta]

Il gruppo ametista di Montecatini Terme, lancia un appello a Di Maio e Salvini è arrivato il momento di eliminare il canone RAI tantissimi italiani ve lo chiedono. Ci auuriamo che quanto prima questo .....
CALCIO

E' stato presentato presso il centralissimo ristorante Centrale di Piazza del Popolo di Montecatini il nuovo acquisto del Montecatini Calcio. Si tratta di Biagio Pagano, il trequartista di origine campana che mosse i suoi primi passi nel prolifico settore giovanile del Margine Coperta prima di approdare all'Atalanta e poi proseguire nella massima Serie con le maglie di Samp e Torino.

BOCCE

Divertente e stimolante pomeriggio di sport al bocciodromo di Monsummano Terme dove il 13 dicembre sono scese in corsia persone non vedenti e ipovedenti.

VOLLEY

Sono quattro i punti che separano in classifica la Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano e la Lucchese Pallavolo nel girone A del campionato senior di volley femminile.

NUOTO

Ottimi risultati e convincenti prestazioni, impreziosite da alcuni record personali, della squadra "Categoria" dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato regionale assoluto in vasca corta.

VOLLEY

Restano in testa ai rispettivi campionati giovanili di volley femminile le squadre Under 18 e Under 14 del Centro tecnico territoriale Monsummano.

BOCCE

Anche al buio si può giocare a bocce e divertirsi: è questo lo spirito del pomeriggio “Giochiamo a bocce”, in programma il prossimo giovedì 13 dicembre al bocciodromo comunale di Monsummano Terme.

BOCCE

Sesto e penultimo turno del girone di andata del Campionato di Serie A2.

VOLLEY

Tante emozioni al palazzetto dello sport di piazza Pertini, nella nona giornata del campionato senior di volley femminile.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreia Mndadori è dedicata all'ultimo libro di George R.R. Martin.

none_o

Presepi d’artista da varie parti del mondo saranno in mostra nell’area espositiva dello Storico Giardino Garzoni di Collodi.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni al corso gratuito di certificazione .....
Vuoi sapere come si costruisce una busta paga? E magari acquisire .....
VALDINIEVOLE
I bilanci delle imprese manifatturiere di Lucca, Pistoia e Prato: nel 2016 prove tecniche di piena ripresa

12/3/2018 - 13:48

Aumentano leggermente i ricavi ma soprattutto cresce il valore aggiunto in funzione di un maggiore controllo dei costi esterni operativi; recupera la marginalità lorda nonostante l’aumentata incidenza del costo del personale; cresce leggermente la redditività netta, grazie anche alla contrazione degli oneri finanziari e fiscali: è un quadro complessivamente in miglioramento quello che emerge dall’analisi dei bilanci 2016 delle società di capitali manifatturiere dell’area Lucca-Pistoia-Prato.


Lo studio è realizzato da Confindustria Toscana Nord, con un focus sul sistema produttivo lucchese cui faranno seguito ulteriori momenti di approfondimento su territori e settori inclusi nell’area di riferimento dell’associazione. L’analisi non si limita al confronto con il 2015 ma si estende al decennio 2006-2016. Il Centro studi ha riclassificato ed elaborato conti economici e stati patrimoniali di tutte le società di capitali manifatturiere attive che hanno depositato il bilancio negli ultimi 5 anni e con valori superiori a soglie minime. Si tratta, sui 12 anni, di una base di dati che rappresenta in media l’85% dell’universo delle società di capitali manifatturiere.


Il presidente di Confindustria Toscana Nord Giulio Grossi nel presentare nella sede di Lucca il lavoro, ha affermato: “La nostra è una delle non molte associazioni dotate di un Centro studi che produce con continuità ricerche originali: l’osservatorio sui bilanci è parte essenziale di questa attività, consentendo di avere uno spaccato delle prestazioni delle aziende e, nel tempo, di vedere l’evoluzione dei loro conti e del loro patrimonio. Per gli imprenditori è uno strumento che offre dei benchmark per potersi autovalutare; ma, trattandosi di dati che mettiamo a disposizione di tutti, è anche un termometro per quanti fra i nostri interlocutori istituzionali vogliano avere una conoscenza puntuale delle dinamiche del manifatturiero, asse portante dell’economia dei nostri tre territori".


La crescita del valore aggiunto ha consentito di portare al 7% (dopo il minimo del 6,1% toccato nel 2012) la marginalità lorda delle vendite (Mol/ricavi%). Un risultato, questo, particolarmente significativo visto l’incremento del costo del personale. Sono stati minori gli oneri finanziari (la loro incidenza sui debiti finanziari è passata nei bilanci ordinari dal 4% del 2015 al 3,6% del 2016) e fiscali (l’incidenza delle imposte si è ridotta di 1,4% punti fra il 2015 e il 2016). La redditività netta in rapporto al patrimonio netto (Roe, return on equity) ha così potuto avanzare leggermente portandosi dal 6,1% del 2015 al 7,3% del 2016. Sul piano patrimoniale risultano in crescita diffusa gli investimenti fissi (+2,5% l’incremento complessivo 2016 sul 2015) ed è proseguito il processo di rafforzamento delle aziende attraverso mezzi propri.


“Alcuni elementi meritano un commento specifico – conclude Grossi -. Pur con una dinamica dei ricavi moderata, il valore aggiunto, grazie al controllo dei costi esterni, ha registrato un significativo miglioramento (+6,6% nel 2016 rispetto al 2015) e questo vuol dire maggiore ricchezza distribuita dalle imprese sui nostri territori. Importante anche la ripresa degli investimenti, che indica un atteggiamento positivo verso il futuro. Mentre per quanto concerne i costi del personale, che nell’aggregato del campione di bilanci presentano un’incidenza ben superiore rispetto al periodo precedente la crisi, i dati dimostrano che le aziende hanno preferito conservare la struttura aziendale, in vista della ripresa”.

In provincia di Pistoia fra il 2015 e il 2016 la redditività (Roe mediano: da 5,6% nel 2015 a 6,5% nel 2016) ha continuato la diffusa risalita iniziata nel 2015 e altrettanto diffusi sono i segnali di rafforzamento dell’autonomia finanziaria come è testimoniato dal rapporto mezzi propri/totale finanziamenti (in crescita il valore mediano da 20,6% a 21,1%). Il rapporto fra Mol e valore aggiunto è aumentato di 2,9 punti, che fa vedere come l'incidenza degli utili sia mediamente cresciuta a Pistoia più che nel resto dell'area.

Fonte: Confindustria
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: