Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:12 - 16/12/2018
  • 897 utenti online
  • 36449 visite ieri
  • [protetta]

Il gruppo ametista di Montecatini Terme, lancia un appello a Di Maio e Salvini è arrivato il momento di eliminare il canone RAI tantissimi italiani ve lo chiedono. Ci auuriamo che quanto prima questo .....
CALCIO

E' stato presentato presso il centralissimo ristorante Centrale di Piazza del Popolo di Montecatini il nuovo acquisto del Montecatini Calcio. Si tratta di Biagio Pagano, il trequartista di origine campana che mosse i suoi primi passi nel prolifico settore giovanile del Margine Coperta prima di approdare all'Atalanta e poi proseguire nella massima Serie con le maglie di Samp e Torino.

BOCCE

Divertente e stimolante pomeriggio di sport al bocciodromo di Monsummano Terme dove il 13 dicembre sono scese in corsia persone non vedenti e ipovedenti.

VOLLEY

Sono quattro i punti che separano in classifica la Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano e la Lucchese Pallavolo nel girone A del campionato senior di volley femminile.

NUOTO

Ottimi risultati e convincenti prestazioni, impreziosite da alcuni record personali, della squadra "Categoria" dell'Asd Nuoto Valdinievole al campionato regionale assoluto in vasca corta.

VOLLEY

Restano in testa ai rispettivi campionati giovanili di volley femminile le squadre Under 18 e Under 14 del Centro tecnico territoriale Monsummano.

BOCCE

Anche al buio si può giocare a bocce e divertirsi: è questo lo spirito del pomeriggio “Giochiamo a bocce”, in programma il prossimo giovedì 13 dicembre al bocciodromo comunale di Monsummano Terme.

BOCCE

Sesto e penultimo turno del girone di andata del Campionato di Serie A2.

VOLLEY

Tante emozioni al palazzetto dello sport di piazza Pertini, nella nona giornata del campionato senior di volley femminile.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreia Mndadori è dedicata all'ultimo libro di George R.R. Martin.

none_o

Presepi d’artista da varie parti del mondo saranno in mostra nell’area espositiva dello Storico Giardino Garzoni di Collodi.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni al corso gratuito di certificazione .....
Vuoi sapere come si costruisce una busta paga? E magari acquisire .....
VALDINIEVOLE
Donazione organi: dagli ospedali Asl nel 2017 una nuova chance di vita per 280 pazienti (ma numeri bassi a Pescia)

12/3/2018 - 11:40

E’ morto all’ospedale San Giovanni di Dio per una grave lesione cerebrale, aveva 49 anni ed era cittadino dello Sri Lanka. La scelta della sua famiglia che non si è opposta alla donazione degli organi, ha salvato tre persone, mai viste e conosciute, che hanno attivato il percorso di donazione e trapianto. Questo gesto ha permesso il trapianto di fegato nel Centro trapianti di Pisa in una donna di 53 anni e dei due reni in due uomini di 37 e 45 anni, nei centri trapianti di rene di Firenze e Siena. Quello che è successo al San Giovanni di Dio per il 49enne cingalese, si è ripetuto dall’inizio del 2018 per altri 10 potenziali donatori di organi - di questi solo cinque, però, sono risultati idonei per il prelievo – individuati negli ospedali dell’Azienda.


“La fiducia nel nostro sistema sanitario – dichiara Alessandro Pacini, direttore della struttura donazioni e organi trapianti dell’Azienda Usl Toscana Centro – unita alla professionalità degli operatori sanitari e a tanta solidarietà, sono gli ingredienti che rendono possibili questi eccezionali risultati”.
 
Questa fiducia si è tradotta nel 2017 in un numero davvero molto alto di donatori individuati in tutte le strutture sanitarie aziendali, ospedali e hospice: ben 273 sono stati i donatori che hanno consentito di trapiantare a 280 pazienti in lista di attesa per trapianti di organi e tessuti. In alcuni casi i donatori avevano un’età anche di oltre 95 anni, molti superiore agli 80 anni, a confermare che non c’è nessun limite di età per essere donatori.
 
Il dato dei 273 donatori arriva, nello specifico, dagli otto ospedali dell’Azienda Usl Toscana Centro che sono sedi di rianimazione e dove sono stati individuati 87 donatori di organi: 23 al Santo Stefano di Prato, 12 al San Jacopo di Pistoia, 4 ai S.S. Cosma e Damiano di Pescia, 20 al San Giuseppe di Empoli, 12 al San Giovanni di Dio, 5 al Santa Maria Annunziata, 9 a Santa Maria Nuova e 2 a Borgo San Lorenzo. Grazie a loro è stata salvata la vita a 73 pazienti che erano in attesa nei vari ospedali italiani: 42 sono stati i trapiantati di fegato, 28 di rene, 1 di cuore e 2 di polmone.


Molte sono state le donazioni di un organo importante come le cornee: questo tessuto estremamente delicato è stato prelevato da 186 donatori negli ospedali dell’Azienda e trapiantato in 166 pazienti nei vari ospedali italiani. Nel caso specifico queste donazioni di cornee sono arrivate da 42 pazienti deceduti negli Hospice: 16 nella struttura di Prato, 10 in quella della zona di Pistoia, 16 nelle strutture della zona di Firenze.


I restanti 41 pazienti trapiantati nel 2017 hanno ricevuto donazioni da 15 donatori di tessuto cutaneo e da 1 donatore di tessuto osseo che sono stati individuati nelle strutture sanitarie aziendali e che hanno salvato la vita di molti pazienti ricoverati nei Centri grandi ustionati.

“Abbiamo un Servizio gestione percorso trapianti che è interno alla nostra struttura di donazione trapianti – aggiunge Pacini – attraverso il quale prendiamo in carico i pazienti in lista di attesa e quelli già trapiantati sia dal punto di vista clinico sia amministrativo-burocratico. Si tratta di un servizio funzionale ad attivare i meccanismi di integrazione fra i vari professionisti, i medici di medicina generale, per esempio, quando il paziente, dopo il ricovero in ospedale, rientra nel proprio contesto familiare. L’iniziativa è partita su Firenze ma si sta estendendo in tutte le strutture dell’Azienda e si va ad integrare con le necessità anche dell’area vasta, quindi anche con Careggi e il Meyer”.
 
Cosa fare se si vuole esprimere la propria volontà di donare
La propria volontà di donare può essere espressa attraverso una dichiarazione scritta da far registrare sul Sistema Informatico Trapianti ai punti Cup della Asl ma, in qualsiasi momento, anche presso gli Uffici comunali. Nella Asl Toscana Centro attualmente sono già state raccolte circa 5000 dichiarazioni di volontà negli Uffici della Asl ed oltre 30.000 negli Uffici comunali. Altre 30.000 dichiarazioni sono state accolte dall’Aido.


“E’ importante – conclude Pacini – che ogni cittadino esprima la propria volontà in vita, in quanto, in caso di decesso, siamo tutti potenziali donatori ed è importante evitare che i nostri familiari debbano decidere per noi”.

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: