Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:02 - 16/2/2019
  • 450 utenti online
  • 34040 visite ieri
  • [protetta]

Mi consenta di entrare nella discussione fra lei ed il signor Il Democratico, anche se solo come semplice appassionato di Storia. La filosofia comunista, enunciata da Carlo Marx, trovò la sua prima .....
CALCIO

Domenica alle ore 15 lo stadio "Idilio Cei" ospiterà la gara tra viola e azzurri, valida per la ventunesima giornata del Campionato di Promozione.

VOLLEY

Dopo due sconfitte consecutive, comunque messe in preventivo contro la prima e la seconda del girone A, la Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano vuole tornare a vincere contro la Pallavolo Valdiserchio.

CALCIO E BASKET

Folta presenza di stampa e pubblico per la conferenza stampa di presentazione della cena congiunta con il Montecatini Terme Basketball in favore dell’Ospedale Pediatrico Meyer.

Podismo
VOLLEY

Arriva alla quindicesima giornata la prima sconfitta piena sul parquet di casa del PalaCardelli per la Serie D/Under 18 del Centro tecnico territoriale Monsummano. Montebianco Pieve a Nievole vince 3-0.

BOCCE

Si è concluso con la indiscutibile vittoria della collaudata coppia Matteo Franci e Fabio Matalucci della Montecatini Avis il 25°Trofeo Città di Monsummano Terme.

BASKET

Incontro di cartello nel bunker di Calcinaia dove i ciabattini fanno visita alla formazione di coach Giuntoli.

BOCCE

Ottima prestazione della Bocciofila Pieve a Nievole che, sulle sue corsie nel pomeriggio di sabato, passa i due turni eliminando sia la Monsummanese che la Migliarina di Viareggio.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Robert Galbraith.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mndadori di Montecatini è dedicata a un libro di Heddi Goodrich.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
none_o
Terremoto Pd, il segretario provinciale Trallori si dimette: "Sconfitta cocente"

5/3/2018 - 17:55

Comunicato stampa a cura di Riccardo Trallori, segretario provinciale Pd uscente:

 

"Si sono concluse le elezioni politiche e il risultato che hanno consegnato al Paese è quello di una sconfitta senza se e senza ma del Pd e della coalizione di centrosinistra. I cittadini hanno votato e, con buona pace dei sondaggisti, lo hanno fatto in massa con percentuali di affluenza significative. Hanno vinto Salvini e la Lega Nord, che oggi è il primo partito nella coalizione di destra, e il Movimento 5 Stelle con Di Maio. Hanno vinto le ali estreme della politica italiana, senza obiezioni di sorta.

Lo stesso è stato anche nei collegi che interessavano Pistoia e la sua provincia. Edoardo e Caterina hanno perso da una coalizione a traino leghista, anti-Europa e contraria all'Euro. Il tempo per analizzare i risultati dei singoli collegi non mancherà. 


Ciò che riscontro, così di primo acchito, è come il Pd abbia tenuto, bene tra l'altro, proprio nel Comune di Pistoia, dove pochi mesi fa il centrodestra aveva vinto per la prima volta nella storia repubblicana la guida dell'amministrazione, e come invece sia crollato nei Comuni della Valdinievole dove in gran parte siamo noi ancora a governare.


Per il PD e il centrosinistra si apre una fase di riflessione e di confronto in cui non vi sarà spazio per equilibrismi, servirà chiarezza e pazienza nel ricucire una tela di relazioni e rapporti con l'elettorato che è totalmente sfilacciata e deteriorata. Per fare tutto questo servono dinamismo e energie, qualità che oggi non mi sento di avere.

Dopo la sconfitta dei Comuni delle scorse amministrative, eletto segretario da nemmeno un anno, avevo deciso di rimettere il mio mandato alla Direzione Provinciale del partito affinché fosse il gruppo dirigente a scegliere il da farsi, consapevole altresì che le responsabilità di quei risultati erano comuni e non di un singolo.

La mia esperienza come segretario provinciale termina oggi. Inderogabilmente. Ho sempre pensato che il Partito fosse un bene superiore ai destini dei singoli e – come ho sempre detto, in tempi non sospetti – che nessuno fosse indispensabile.

Questo esito dimostra come poco abbiano contato i candidati locali e come invece molto abbiano fatto i media, nazionali principalmente, il web e i social network. Anzi credo che la comunità del Partito Democratico abbia mostrato attaccamento e passione una volta di più, dedicandosi con una generosità instancabile ai porta a porta, ai volantinaggi e ai presidi nei mercati cittadini. Grazie ai tanti dirigenti locali e semplici iscritti e militanti che hanno reso questa campagna elettorale possibile.


Molti giovani dirigenti sono cresciuti in questi anni accanto e insieme a me. Il PD a Pistoia ha qualità e energie per poter svolgere un lavoro paziente e di lunga lena per ricomporre un quadro che oggi è totalmente frastagliato. Io – dal canto mio – continuerò a seguire la politica locale e nazionale e a fare politica, perché di quella passione non intendo e comunque non riuscirei liberarmi.

Questo sentimento è ancora vivo, per fortuna, in me. Lo coltiverò con la stessa passione da singolo iscritto e cittadino, come tanti.
Ringrazio davvero tutti coloro che in questi anni mi hanno aiutato, mi hanno combattuto lealmente nel partito nelle varie fasi interne, mi hanno ripreso quando sbagliavo e abbracciato quando sono arrivati i risultati più duri. Ognuno ha lasciato in me qualcosa di cui farò tesoro, a prescindere, in tutti gli ambiti della mia vita.

Adesso si apre una fase sicuramente complessa, a livello nazionale così come a livello locale. Ognuno dovrà interrogarsi sul senso della sinistra oggi, nel nuovo millennio, di fronte ad una fase di transizione epocale come lo fu nel '700 con la rivoluzione industriale. Quello che serve, da parte di ciascun dirigente e amministratore della provincia di Pistoia, sarà responsabilità di fronte ad una situazione di estrema complessità e con alle porte sfide locali tutt'altro che semplici e scontate. Più che gli annunci sui buoni principi servirà impegno e fatica, costante nel tempo.


Se sarà colto il senso di questa sfida avremo fatto un favore alla nostra comunità e ai nostri territori. Io – con le mie idee e la mia passione – sarò sempre disponibile a dare una mano, per la sfida che attende la sinistra in Italia e a Pistoia".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: