Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 13:08 - 14/8/2018
  • 635 utenti online
  • 37529 visite ieri
  • [protetta]

Prima che si formasse il governo avevamo pronosticato anche se non molto volentieri il fatto che i due programmi della Lega e del MoVimento 5 Stelle era impossibile da realizzare in quanto Vista la situazione .....
BASKET

La famiglia di Andrea Cardelli, con l'organizzazione dell'amico Matteo Zamboni, è riuscita a organizzare il 2° Torneo di Basket 3 vs 3 all'area verde attrezzata Riani, detto il "campino" anche quest'anno.

BOCCE

La Federazione ha pubblicato le regole che saranno adottate nei Campionati di Serie A e A2 a partire dal 13 ottobre 2018 data di inizio.

IPPICA

All’Ippodromo SNAI Sesana serata dedicata alla solidarieta’ per il Comune di Amandola, colpito dal terremoto nell’agosto 2016, e per l’atleta 13enne paraolimpico specialità Dressage Denis Coku. A cornice tante attivita’ collaterali per tutte le eta’, mentre in pista le Pariglie e il Trotto montato hanno dato spettacolo.

IPPICA

Un lungo giovedì per l’ippodromo Snai Sesana, iniziato la mattina alle Terme Tettuccio.

PODISMO
BASKET

Torna anche quest’anno a Ponte Buggianese il Basketball Summer festival, otto giorni di partite tra una selezione di squadre universitarie Statunitensi che disputeranno gli incontri presso il Palapertini, struttura apprezzata già negli anni scorsi dalla kermesse sportiva.

BASKET

Sarà una stagione impegnativa quella che andranno ad affrontare i ciabattini con il proprio settore giovanile. Infatti per la prima volta gli Shoemakers schiereranno una formazione in ogni campionato giovanile.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana secondo appuntamento di agosto in attesa del clou che partira’ tra sette giorni con l’appuntamento in notturna dell’11 con le Pariglie.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mndadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Nicholas Sparks.

none_o

“Metamorfosi del colore” è il titolo della personale di opere pittoriche e di design.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Offresi uomo di 64 anni tuttofare , per piccoli lavori in casa, .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
none_o
A Villa Sismondi una mostra in memoria delle vittime delle foibe

8/2/2018 - 9:38

In occasione del “Giorno del ricordo” - 10 febbraio - la biblioteca comunale “Magnani” di Pescia allestisce una mostra libraria - figurativa nei locali di Villa Sismondi all’interno della stanza cosiddetta dei “Tondi” - dal 9 al 16 di febbraio, durante gli orari di apertura al pubblico - ubicata al primo piano dell’edificio in questione.


Sarà un’occasione per ricordare le sfortunate vicende delle popolazioni giuliano-dalmate che si ritrovarono, loro malgrado, vittime degli eventi accaduti sui nostri confini orientali durante il conflitto della seconda guerra mondiale, fatti che proseguirono nel dopo guerra, causati dall’annessione jugoslava di quei territori.


Questi popoli furono vittime di uno sterminio di massa. In molti casi queste persone erano legate l’una con l’altra con alcuni fili di ferro, in una sorta di macabra fila orizzontale, ivi erano fucilati sul posto e gettati nelle cavità carsiche - foibe -. In altre circostanze queste vittime incolpevoli del secondo conflitto mondiale furono gettate vive all’interno delle foibe, e qui morivano di stenti: fame, sete e ferite varie. La furia omicida non risparmiò nessuno: donne, uomini, bambini, anziani, la cui unica colpa era quella d’essere Italiani e di ritrovarsi, in base allo sviluppo degli eventi bellici, dalla parte sbagliata del confine orientale.


Questi orrendi e atroci delitti dettero luogo a un grande esodo, migliaia di persone fuggirono dalle loro terre d’origine, in preda al terrore, lasciando alle loro spalle l’amato suolo natio, i loro ricordi, i loro averi, frutto del lavoro d’intere generazioni che avevano trascorso le loro esistenze all’interno di quei luoghi. Una diaspora di dimensioni bibliche spesso taciuta, sia dalla comunità Italiana sia dalla comunità Internazionale, per ragioni di ‘realpolitik’ che obbligavano gli stati occidentali ad avere buoni rapporti con il regime dittatoriale comunista jugoslavo del maresciallo Jozip Broz Tito.

Queste popolazioni si riversarono in 120 insediamenti Italiani e, al contempo, emigrarono nei quattro angoli del mondo, furono dimenticati da tutti e furono privati anche dell’onore della memoria.

Fonte: Comune Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: