Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:02 - 21/2/2018
  • 479 utenti online
  • 25584 visite ieri
  • [protetta]

Da tempo volevo scrivere due righe circa l'anomalia della cartellonistica di via Marconi che riporta "Località Via Nova"e non frazione come dovrebbe.
In italiano le località sono delle case sparse .....
CALCIO

Prima Squadra c5 : MONTECATINI MURIALDO - Asd Il Rotino 3-5(Pasquariello, Palazzoni, Di Lalla)

CALCIO

Come da tradizione, a Pasqua il grande calcio giovanile è al centro sportivo “Renzo Brizzi” di via Togliatti.

CALCIO

La Larcianese comunica che Lorenzo Roventini non è più l'allenatore della propria prima squadra.

VOLLEY

Fine settimana da incorniciare per le formazioni giovanili del Pallavolo Delfino Volley di Pescia. La squadra Under 13 ha guadagnato il pass per il girone di eccellenze rimanendo in testa al girone pur con la sconfitta 2-1 contro l’Ediletrusca Buggiano.

VOLLEY

Montebianco versione remuntada quello che espugna il difficile parquet del PalaDream di Pisa dove i ragazzi di Francesconi risalgono dal doppio svantaggio e vincono al tie-break (2-3, 25-23/25-13/24-26/17-25/7-15).

CALCIO

Due vittorie e due sconfitte nel fine settimana di gare per le squadre della Polisportiva Margine Coperta.

VOLLEY

Battuta di arresto per la Serie C Img Solari del Centro tecnico territoriale Monsummano: la Pallavolo Certaldo vince 3-0 (parziali: 25-20, 25-16, 25-20) e si risolleva dai bassifondi della classifica.

CALCIO Risultati
none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro su Donald Trump.

none_o

La recensione da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata al libro da cui è tratto l'ultimo film di Clint Eastwood.

Che il mondo non sapesse, non giudicasse,
non punisse, non .....
ECONOMIA
di Pietro Gramaglia

Cosa c'è dietro i termini tecnici di borsa (subprime, collateral, rating)?

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Pietro Leopoldo I fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini.

Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
la primavera ormai e vicina , se dovete rimettere a nuovo il .....
none_o
A Villa Sismondi una mostra in memoria delle vittime delle foibe

8/2/2018 - 9:38

In occasione del “Giorno del ricordo” - 10 febbraio - la biblioteca comunale “Magnani” di Pescia allestisce una mostra libraria - figurativa nei locali di Villa Sismondi all’interno della stanza cosiddetta dei “Tondi” - dal 9 al 16 di febbraio, durante gli orari di apertura al pubblico - ubicata al primo piano dell’edificio in questione.


Sarà un’occasione per ricordare le sfortunate vicende delle popolazioni giuliano-dalmate che si ritrovarono, loro malgrado, vittime degli eventi accaduti sui nostri confini orientali durante il conflitto della seconda guerra mondiale, fatti che proseguirono nel dopo guerra, causati dall’annessione jugoslava di quei territori.


Questi popoli furono vittime di uno sterminio di massa. In molti casi queste persone erano legate l’una con l’altra con alcuni fili di ferro, in una sorta di macabra fila orizzontale, ivi erano fucilati sul posto e gettati nelle cavità carsiche - foibe -. In altre circostanze queste vittime incolpevoli del secondo conflitto mondiale furono gettate vive all’interno delle foibe, e qui morivano di stenti: fame, sete e ferite varie. La furia omicida non risparmiò nessuno: donne, uomini, bambini, anziani, la cui unica colpa era quella d’essere Italiani e di ritrovarsi, in base allo sviluppo degli eventi bellici, dalla parte sbagliata del confine orientale.


Questi orrendi e atroci delitti dettero luogo a un grande esodo, migliaia di persone fuggirono dalle loro terre d’origine, in preda al terrore, lasciando alle loro spalle l’amato suolo natio, i loro ricordi, i loro averi, frutto del lavoro d’intere generazioni che avevano trascorso le loro esistenze all’interno di quei luoghi. Una diaspora di dimensioni bibliche spesso taciuta, sia dalla comunità Italiana sia dalla comunità Internazionale, per ragioni di ‘realpolitik’ che obbligavano gli stati occidentali ad avere buoni rapporti con il regime dittatoriale comunista jugoslavo del maresciallo Jozip Broz Tito.

Queste popolazioni si riversarono in 120 insediamenti Italiani e, al contempo, emigrarono nei quattro angoli del mondo, furono dimenticati da tutti e furono privati anche dell’onore della memoria.

Fonte: Comune Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: