Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:01 - 18/1/2018
  • 928 utenti online
  • 30744 visite ieri
  • [protetta]

Un grande, un grandissimo, immenso uomo del passato una volta disse che
aveva un sogno. Ci sono voluti decenni perché questo si avverasse ma
infine la Storia ha preso in considerazione le sue vedute .....
CALCIO

I Pulcini anno 2007 dei Giovani Granata Monsummano, allenati dal tecnico Giuseppe Laratta, partecipano alla prima edizione del Torneo Preview Toscana della Universal Youth Cup Apuane.

CALCIO

Prima Squadra c5: Arpi Nova - MONTECATINI MURIALDO 6-4 (Pasquariello, Palazzoni, Quattrini, Bardini)

NUOTO

Il Nuoto Valdinievole si aggiudica, per il decimo anno di fila, i campionati regionali giovanili di Salvamento.

BOCCE

Dopo 49 giorni di sosta (dal 2 dicembre 2017) riprenderà sabato 20 gennaio il campionato di Serie B Centro-Nord.

VOLLEY

Serie C/M. Il Montebianco stoppa la corsa della capolista e firma l'impresa di giornata!

VOLLEY

Tante insidie nel primo set (vinto al tie break) poi una grande prova di forza.

BASKET

I blu amaranto tornano fra le mura amiche contro un Castelfiorentino affamato di punti salvezza orfani di Bellini e Danesi. 

CALCIO RISULTATI 1 E 2 Cat.
none_o

La recensione della settimana da arte della libreria Mondadori è dedicata all'ultimo successo di Dan Brown.

none_o

Dal 13 al 27 gennaio è in programma la mostra "Ferro e legno" alla Bottega d'arte Salvadori di Pescia.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Pietro Leopoldo I fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA asd
" ENERGY LATIN DANCE .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
PESCIA
A rischio tutte le manifestazioni del 2018: 30 associazioni lanciano l'allarme e chiedono un incontro al commissario

12/1/2018 - 16:43

Oltre trenta associazioni, in seguito a una riunione partecipata, tenutasi in data 9 gennaio, chiedono un incontro urgente col commissario Silvia Montagna per ridiscutere assieme il regolamento inerente le pubbliche manifestazioni.


Il regolamento emanato dal Ministero dell'Interno (in data 28/07/17), contenente le linee guida per i provvedimenti di sicurezza pubblica da adottare nella gestione delle manifestazioni, detta nuove regole a cui gli organizzatori devono conformarsi per ottenere l'autorizzazione dall'amministrazione comunale. Proprio questo regolamento suscita però la perplessità delle associazioni pesciatine, che, nonostante, la piena condivisione delle finalità, osserva che la stretta osservanza dei dettami contenuti in esso pone a carico degli organizzatori nuovi costi. Questi, nel caso di piccole associazioni o di manifestazioni che non prevedono introiti diretti, in quanto a ingresso gratuito o a offerta, diventano degli oneri troppo alti da sostenere.

 
La valutazione economica fatta dalle associazioni porta al quasi totale annullamento delle manifestazioni in programma per il 2018. La mancata realizzazione di queste manifestazioni, oltre che a creare una diminuzione dell’offerta ricreativa, culturale e sportiva nella comunità pesciatina, implica anche altre conseguenze di natura prettamente sociale; infatti, venendo meno lo scopo associativo, quindi il coagulo, si rischia la disgregazione e lo scioglimento dell'associazione stessa.

 
Così oltre trenta associazioni si sono riunite per discutere su tali problematiche in data 9 gennaio e sono arrivate alla conclusione, presa all’unanimità dei presenti, di volere avere un confronto diretto con l’amministrazione comunale.

 
Pescia si distingue infatti per la presenza di un elevato numero di associazioni di volontariato capaci di organizzare innumerevoli e diversificate manifestazioni, di cui alcune con 50-80 anni di storia. Talune sono di piccole dimensioni, altre riescono ad interessare migliaia di persone, ma tutte, indistintamente, sono importanti perché assolvono alla funzione di socializzazione, sono capaci di mantenere usi, costumi e tradizioni caratteristici del luogo e realizzare eventi culturali. La vasta costellazione di associazioni copre tutto il comune, sia il centro storico, sia la periferia, sia le frazioni di pianura e di montagna, con eventi spalmati su tutto l’anno e su tematiche ricreative, culturali e sportive, tali da renderlo particolarmente appetibile anche per i visitatori provenienti dai comuni limitrofi e non solo.

 

I richiedenti:

Lega dei Rioni

Rione Ferraia

Rione Santa Maria

Rione San Michele

Rione San Francesco

Auser

AVIS Pescia

GPA Avis

Società Operaia Alberghi

Associazione per Sorana

Associazione Quelli del Frate e dintorni

Parrocchia Castelvecchio

Ente valorizzazione Città di Pescia e Valdinievole

L'Officina delle Arti

Associazione Nottambula

Misericordia Castelvecchio

Alberghi di Pescia

Circolo ARCI di Stiappa

I Nani Svizzeri

Pro Loco Castelvecchio

Carnevale di Veneri

Associazione Gaia

AVIS Collodi

Terzo tempo

Misericordia Collodi

Associazione Marinai

Ass. Lucignolo

Quelli con Pescia nel cuore

Ass. Pinocchio Idee e progetti

Circolo ARCI Vellano

Ass. I Montagnardi

Pubblica Assistenza di Pescia


Pro Loco San Quirico


Pro Loco Pietrabuona


Circolo Arci Agorà di Pietrabuona

Fonte: Diade
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/1/2018 - 16:10

AUTORE:
Manola M.

Le nostre associazioni si sono distinte per il loro dinamismo con un' attività veramente rilevante in questi anni. Quindi, non posso credere che un regolamento e questioni organizzative, possano limitare a tal punto un tale attivismo.
La sussidiarietà orizzontale, riconosciuta dall'art.5 della Costituzione Repubblicana, non è un privilegio, ma un diritto-dovere!.

13/1/2018 - 12:13

AUTORE:
Maria

Si vuol fare le nozze con i fichi secchi.....Il regolamento specifica che i Comuni devono concorrere finanziariamente allo svolgimento delle varie manifestazioni. Orbene se il Comune è senza soldi di chi è la colpa? Degli amministratori succedutosi.
Prima viene la sicurezza poi il divertimento.

13/1/2018 - 12:06

AUTORE:
luca

La legge parla chiaro: Prima viene la sicurezza dei cittadini (vedasi Il regolamento emanato dal Ministero dell'Interno in data 28/07/17). Se il Comune non si può permettere di organizzare le manifestazioni è per colpa di coloro che lo hanno amministrato ed hanno creato buchi enormi nel bilancio. E' normale che chi organizza deve avere soldi. Che colpa ne ha il Commissario Prefettizio? se non di far rispettare giustamente le leggi.
MEDITATE Associazioni, MEDITATE.......