Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 01:01 - 18/1/2018
  • 941 utenti online
  • 30744 visite ieri
  • [protetta]

Un grande, un grandissimo, immenso uomo del passato una volta disse che
aveva un sogno. Ci sono voluti decenni perché questo si avverasse ma
infine la Storia ha preso in considerazione le sue vedute .....
CALCIO

I Pulcini anno 2007 dei Giovani Granata Monsummano, allenati dal tecnico Giuseppe Laratta, partecipano alla prima edizione del Torneo Preview Toscana della Universal Youth Cup Apuane.

CALCIO

Prima Squadra c5: Arpi Nova - MONTECATINI MURIALDO 6-4 (Pasquariello, Palazzoni, Quattrini, Bardini)

NUOTO

Il Nuoto Valdinievole si aggiudica, per il decimo anno di fila, i campionati regionali giovanili di Salvamento.

BOCCE

Dopo 49 giorni di sosta (dal 2 dicembre 2017) riprenderà sabato 20 gennaio il campionato di Serie B Centro-Nord.

VOLLEY

Serie C/M. Il Montebianco stoppa la corsa della capolista e firma l'impresa di giornata!

VOLLEY

Tante insidie nel primo set (vinto al tie break) poi una grande prova di forza.

BASKET

I blu amaranto tornano fra le mura amiche contro un Castelfiorentino affamato di punti salvezza orfani di Bellini e Danesi. 

CALCIO RISULTATI 1 E 2 Cat.
none_o

La recensione della settimana da arte della libreria Mondadori è dedicata all'ultimo successo di Dan Brown.

none_o

Dal 13 al 27 gennaio è in programma la mostra "Ferro e legno" alla Bottega d'arte Salvadori di Pescia.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Pietro Leopoldo I fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA asd
" ENERGY LATIN DANCE .....
Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
none_o
Tariffa bonifica, in Valdinievole ha pagato solo il 47% contro media territoriale del 60

10/1/2018 - 17:23

Il Consorzio 4 Basso Valdarno, unico ente di bonifica toscano ad averlo fatto, ha emesso a novembre il ruolo del 2017 e inviato ai consorziati l’avviso bonario per il pagamento del tributo di bonifica.  Emesso su tutto il comprensorio, e a distanza di circa 8 mesi dall’emissione a marzo 2017 relativa all’anno precedente, il ruolo del 2017 ha registrato un forte afflusso dei consorziati al pagamento tanto che, dati riferiti al 6 gennaio 2018, i contribuenti che si sono recati al pagamento raggiungono il 60%, media espressa su tutto il comprensorio. Il gettito sin qui riscosso ammonta a 9.359.347 euro.


Rilevante è il divario tra le 4 Unità idrografiche omogenee in cui è diviso il territorio del Consorzio: la più “virtuosa” risulta l’Area pisana con il 70,91% dei pagamenti effettuati, seguita da Egola-Montalbano con il 60,79%, Colline della Valdera con il 59,66% e infine la Valdinievole (area dove si registrano forti contestazioni per il rincaro del tributo, prima dell’entrata in vigore del nuovo Piano di classifica “spalmato” sui territori diversamente distribuiti) con il 46,90%. A Pisa, il comune più popoloso del consorzio, ha pagato il 70,08% dei contribuenti.


Per disguidi non imputabili al Consorzio in alcune zone, e in particolare nella Valdinievole, gli avvisi bonari sono stati consegnati in ritardo o non sono ancora stati recapitati. Molte le telefonate che giungono agli uffici preposti per segnalare la mancata postalizzazione. Si precisa che anche per gli avvisi recapitati dopo l’ultima scadenza prevista per il 15 gennaio è possibile effettuare il pagamento in tempi brevi senza incorrere in nessuna spesa aggiuntiva o indennità di mora. Sull’accaduto il dirigente amministrativo del Consorzio ha avviato nei confronti della società aggiudicatrice dell’appalto di recapito una procedura formale di contestazione.


La variazione del gettito richiesto per ogni Uio fa riferimento all’entrata in vigore del nuovo Piano di Classifica a seguito della riforma regionale (Lr 79/2012) in materia di consorzi di bonifica, che di fatto ha dettato nuovi criteri di equità e ripartizione delle risorse, ma soprattutto ha introdotto il principio secondo il quale “ogni Unità idrografica omogenea ha un gettito basato sulla quantità di lavori effettuati sul proprio territorio e che solo sullo stesso verranno utilizzate”. Le tariffe del ruolo 2017, tranne piccolissimi adeguamenti, non hanno subito sostanziali variazioni rispetto al ruolo 2016. A norma di legge il tributo è deducibile dalla dichiarazione dei redditi.

Le risorse drenate con il tributo annuale sugli immobili, terreni e unità industriali e commerciali sono utilizzate dal Consorzio per effettuare la manutenzione ordinaria, ossia il taglio (unico, doppio o triplo nelle zone più a rischio) della vegetazione su tutto il reticolo idrografico di competenza, e la manutenzione straordinaria, con la manutenzione delle numerose opere idrauliche presenti su tutto il comprensorio.

 

Per il 2018 sono previsti investimenti per un totale di 18.709.220 euro destinati a finanziare 27 macro interventi distribuiti su tutte le Unità idrografiche omogenee, per i quali sono state già avviate le necessarie procedure per l’inizio dei lavori. Nell’eventualità del commissariamento del Consorzio 4 Basso Valdarno, il nuovo commissario, secondo quanto stabilito dalla legge, ha tempo 90 giorni dal momento della nomina per indire nuove elezioni e altri 90 giorni per attuarle. Durante tale lasso di tempo sono garantite solo le attività essenziali di funzionamento dell’ente e tutti i lavori programmati nel corso di questo anno per la messa in sicurezza e la gestione delle criticità del territorio sarebbero di fatto sensibilmente ritardati se non addirittura interrotti.



Fonte: Consorzio 4 Basso Valdarno
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/1/2018 - 17:59

AUTORE:
Contribuente

A parte il tenore euforico ed ottimistico del testo, sui cui sorvolo, nonostante gli innumerevoli allagamenti in tutta l'area gestita dal Consorzio, per la mancata pulizia prevista e mai effettuata, mi chiedo con quale faccia tosta chi ha deciso di pubblicare tale pubblicità a sè medesimo enumeri intenzioni e progetti non condivisi nemmeno dalla stessa assemblea, tanto da non raggiungere il numero legale da tempo.
In uno stato di diritto e giusto, tali amministratori dovrebbero rendere ogni euro percepito in questi anni e pagare, di tasca loro, i danni causati per incuria al Paese che, per idiozia di alcuni, sono stati scelti per amministrare.
Il colpo di coda é geniale: se ci cacciate per 180 gg resteremo qua a non far nulla, pur percependo stipendio e annullando i lavori pianificati.
Forse, ci vorrebbe un indagine della Procura, per capire quanto una tale minaccia sia o meno propedeutica ad altri eventi pericolosi, per le continue incertezze climatiche.
Ma i nostri Sindaci e consiglieri regionali sanno solo tagliare nastri e sorridere su facebook o sono capaci di scrivere due parole: Licenziare Tutti!