Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 13:10 - 17/10/2018
  • 797 utenti online
  • 67374 visite ieri
  • [protetta]

Cara Europa non si capisce perché Sei contraria al governo italiano eletto democraticamente dal popolo, se porta il defifit al 2, 4% quando anche la Francia a annunciato che lo porterà al 2, 8%. .....
VOLLEY

Dopo Serie D, Under 18 e Under 16, anche il gruppo Under 14 del Centro tecnico territoriale Monsummano conquista i primi tre punti della stagione all'esordio nel campionato di categoria di volley.

VOLLEY

Non poteva cominciare meglio il campionato di Serie D di volley femminile per il Centro tecnico territoriale Monsummano, che presenta una formazione giovanissima composta da tutte atlete Under 18. 

BASKET

Si è tenuta Sabato 13 Ottobre, in una gremitissima sala delle sezione soci Coop, la cerimonia di consegna delle borse di studio Shoemakers per l'anno scolastico 2017-2018. 

MONTECATINI

Pioggia di medaglie per il tennis giovanile montecatinese. I due circoli, Sporting Club e Torretta piazzano i propri atleti sul gradino più alto della Regione. Il circuito Sabatini ha visto come vincitori per lo Sporting Club : Isabel Bentivegna, Nocito Linda, Pierotti Alessio mentre a Morosi Filippo va il Master. 

CALCIO

Prestigiosa affermazione in un torneo di livello per gli Esordienti B anno 2007 dei Giovani Granata Monsummano. Dopo aver vinto il gironcino di qualificazione a settembre (battendo Capezzano Pianore e Bellaria Cappuccini Pontedera, e pareggiando con il Livorno).

LAMPORECCHIO

Domenica 21 ottobre (inizio ore 9) alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, in località Centocampi, si svolgerà la classica rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole.

BOCCE

Colpaccio al debutto per la Montecatini AVIS nella trasferta di Scandicci dove si impone con il punteggio di 3-0 e che oltre a  conquistare  tre punti pesanti,  hanno dato prova di un  ottima prestazioni di gioco,e  ha messo in evidenza grande compattezza di gruppo. 

BASKET

I ciabattini impegnati nel primo derby stagionale di campionato contro un Chiesina che si presenta alla sfida scottato dall’ultima bruciante sconfitta subita a Capannoli contro Valdera.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Rebecca West.

none_o

La mostra, dal titolo “Le carrozze a Montecatini…la tradizione continua”, è a cura di Roberto Pinochi e Bruno Fortina.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni al corso di pittura metodo MARTENOT, .....
Il gruppo ametista Ringrazia l'amministrazione in quanto è stata .....
VALDINIEVOLE
Cisl Fp: "Carichi di lavoro in sanità aumentati a discapito del personale"

9/1/2018 - 12:13

E' ancora bagarre tra Cisl Fp e Asl Toscana Centro sulle reperibilità del personale del comparto. Di seguito una nota del sindacato.
 
"Continua la discussione tra il sindacato confederale e la direzione aziendale riguardo l'incremento dei carichi di lavoro sul personale del comparto della sanità della Asl Toscana Centro.
 
Sono ormai anni che stiamo ribadendo che i carichi di lavoro in sanità sono aumentati a discapito del personale che, in questi anni, a causa dei vari vincoli di bilancio, si è ridotto notevolmente. Basti pensare che il 31 dicembre sono scaduti alcuni contratti di lavoro a somministrazione (interinali) che non sono stati rinnovati con la motivazione che dovrebbe entrare a lavoro personale presente nelle graduatorie.


Il problema è che il personale, a oggi, stenta a entrare in servizio a causa dei tempi pachidermici per lo scorrimento delle graduatorie e se a questo aggiungiamo che, a causa del picco influenzale che in questi giorni sta colpendo la cittadinanza, si è passato un periodo di forte criticità a causa dei molti lavoratori malati ci si rende subito conto che bisogna intervenire urgentemente e responsabilmente.
 
L'intervento che la nostra organizzazione chiede è mirato all'adeguatezza del numero di lavoratori tramite assunzioni e stabilizzazioni e non tramite aumento dei carichi di lavoro a mezzo di reperibilità. Questo istituto è ben normato dal contratto collettivo nazionale e l'abuso che questa azienda ne sta facendo sta pressando ancora di più una situazione che, a nostro avviso, rischia di implodere.
 
La Cisl Fp, insieme alle altre organizzazioni confederali, per il solo territorio pratese, nei mesi scorsi ha consegnato nelle mani della direzione generale 213 firme del personale del comparto che, ormai stanco di questa situazione, si è dichiarato contrario alle reperibilità in regime di obbligatorietà, tanto più che da giugno si sta facendo ricorso ai lavoratori dell'agenzia interinale per i quali, facendoli intervenire in prima battuta in caso di malattia improvvisa, l'azienda si è impegnata a garantire una somministrazione di 39 ore lavorative al mese per ciascun lavoratore dell'agenzia.


Da settembre ad oggi si sono susseguiti vari momenti di confronto tra le parti ma la risposta aziendale stenta ad arrivare.vA tal proposito ci domandiamo: se è vero ciò la direzione aziendale dice, cioè che le chiamate in regime di reperibilità raggiungono una percentuale inferiore all'1%, qual è il senso di questa operazione? Non si spendono inutilmente dei soldi che potrebbero essere investiti in altro mod (assunzioni, per esempio)?

 
Oltre le 213 firme già depositate alla irezione da parte dei lavoratori pratesi, sono in arrivo più 300 firme da parte dei lavoratori della provincia di Firenze, a dimostrazione che il malcontento riguarda tutti i lavoratori.
 
Inoltre in questi giorni sono usciti comunicati aziendali riguardo l'attuazione di piani atti ad affrontare il sovraffollamento dei pronti soccorso, piani che, voluti dalla Regione Toscana, ogni ASslha dovuto approntare per i propri territori e di cui, apparte una generica informativa, le organizzazioni sindacali non sono state informate se non dai lavoratori che, messi al corrente dalla direzione, si dicono preoccupati soprattutto dal fatto che qualora attivati per il pronto soccorso, successivamente si manifestasse un'emergenza nel proprio reparto si troverebbero costretti a far fronte ad una situazione gravosa con un livello di attenzione messo già a dura prova dalle ore passate a lavoro, con rischi per gli utenti e per loro stessi.
 
Insomma si ha l'impressione che l'azienda voglia farsi bella alle spalle dei lavoratori, ma i lavoratori sono stanchi e non ci stanno più".

Fonte: Cisl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: