Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 00:07 - 21/7/2018
  • 568 utenti online
  • 27835 visite ieri
  • [protetta]

Uno Europa quanto ci costi? Due era necessario tutto questo rigore? 3 Dov'è finita la nostra sovranità e in particolare quella monetaria? Cari italiani qualsiasi forza politica che governerà potrà .....
NUOTO

E' molto positiva l'ultima uscita stagionale per la squadra Salvamento del Nuoto Valdinievole.

TIRO A VOLO

Il Criterium nazionale di tiro a volo rappresenta tradizionalmente la festa del settore giovanile. Si tratta di un evento che coinvolge tutta la federazione: tiratori, tecnici, dirigenti e famiglie. 

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana consueto appuntamento del giovedì in notturna con sette corse al trotto.

TIRO A SEGNO

Il funzionale e polivalente Tiro a segno di Pescia non si ferma mai. Tre importanti eventi hanno caratterizzato il fine settimana appena trascorso.

NUOTO

Notizie decisamente positive per la squadra Categoria dell'Asd Nuovo Valdinievole sono arrivate da due importanti manifestazioni.

Podismo
CALCIO

Dopo l'amara retrocessione culminata al termine della passata stagione è ora tempo di gettare le basi per la stagione 2018-19 che vedrà i biancocelesti del Montecatini figurare nel campionato di Eccellenza.

Podismo
none_o

La recensione di questa settimana a cura della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Marco Malvaldi.

none_o

Per il ciclo “Monsummano incontri culturali”, promosso dalla biblioteca comunale.

Amore, felicità, fortuna?
Tutto passa, niente dura,
ma .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Da sempre le bocce della Pieve sono state in lotta con quelle di Montecatini.

Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
GIOVEDI 21 GIUGNO 2018

NUOVO TEATRO VERDI MONTECATINI TERME

"DANCE .....
none_o
Cibo avariato o scaduto in scuole, caserme e ospedali: 5 arresti per truffa, frode e commercio di sostanze nocive

8/11/2017 - 14:44

MONSUMMANO - Nella mattinata odierna, a Monsummano, i carabinieri del Nas di Firenze, collaborati da militari del comando provinciale, a conclusione di un’articolata attività d’indagine – coordinata dal procuratore della Repubblica di Pistoia, Paolo Canessa e dal sostituto, Claudio Curreli, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari disposti dal Gip del Tribunale di Pistoia, Maria Elena Mele, nei confronti degli appartenenti di un’associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni di enti pubblici, frode nelle pubbliche forniture, commercio di sostanze alimentari nocive e falso, composta da 4 responsabili di una nota azienda del nostro territorio (Alessio Carni) operante nel settore del commercio delle carni e dal loro commercialista.

Le indagini - avviate nel gennaio 2016 - hanno consentito di accertare che gli indagati hanno realizzato, da diversi anni, un illecito arricchimento, attraverso l’aggiudicazione di appalti pubblici (solo nell’anno 2016 per circa 6.000.000 di euro) in forniture alimentari alla pubblica amministrazione (principalmente mense ospedaliere, scolastiche e militari) ottenuti con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per poi procedere ad una sistematica violazione dei capitolati d’oneri, fornendo alimenti non corrispondenti a quelli previsti.

 

In particolare è stata accertata la fornitura di carni:
-  con tagli anatomici qualitativamente inferiori rispetto a quelli ordinati dalle stazioni appaltanti;
-  con data di scadenza, anche per carni suine, bovine e salumi, c.d. prolungata rispetto a quella originaria immessa dalla ditta produttrice, sottoponendo così l’alimento a pericoli sanitari;
-  sottoposte a diversi e continui processi di congelamento e scongelamento, in relazione alle esigenze della propria azienda;
-  già respinte da altre stazioni appaltanti in quanto non conformi (es. carne respinta al mittente poiché esalante cattivo odore e destinata poi, previa illecita lavorazione, ad altra stazione appaltante);
-  materialmente diverse da quelle ordinate e indicate nel ddt di consegna (es. materiale consegna di pollo indicato come tacchino nel documento di trasporto). 
 

 

Per portare a termine il disegno criminoso, gli indagati hanno commesso numerose violazioni di ordine amministrativo-sanitario e la falsificazione di etichette e documenti di trasporto.

 

Nell’inchiesta sono coinvolte, a vario titolo, ulteriori 19 persone (commercianti, personale preposto alla ricezione delle merci, militari e veterinari Asl) le quali hanno agevolato i componenti dell’associazione nell’esecuzione del disegno criminoso, in particolare con comportamenti omissivi o conniventi. 

Nel corso delle indagini è stata sequestrata oltre mezza tonnellata di carne non conforme, destinata alle fasce più deboli della popolazione (bambini e degenti di strutture ospedaliere) e sono state accertate irregolarità nelle forniture di derrate alimentari presso le mense di 30 enti civili (scuole e ospedali ubicati nelle regioni Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Toscana) e 13 strutture militari dell’esercito Italiano e dell’aeronautica militare, due delle quali ubicate all’estero, la missione militare Joint Task Force Lebanon – Sector West in Libano e la base militare italiana di supporto in Gibuti.

 

Le reazioni dei Comuni di Monsummano e Lamporecchio.

 

Fonte: Carabinieri
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/11/2017 - 17:01

AUTORE:
MASSIMO 2

Volevo dire Sig. Antonio, scusate.
Anch'io avrei da dire sulla serietà, professionalità e forse complicità di chi ha maneggiato quel cibo !
Forse per loro era meglio far finta di niente !!!!

10/11/2017 - 14:38

AUTORE:
simo

Quanti complici hanno avuto questi galantuomini? Xkè ora nn mi dite che chi ha maneggio quelle carni nn si è accorto che era avariata... in ogni qualsiasi mensa c è un cuoco responsabile e personale"formato" e nessuno si è accorto di niente??.... ma mi facciano il piacere!!!!

9/11/2017 - 22:37

AUTORE:
MASSIMO 2

L'idea del sig. Lorenzo mi sembra ottima : magari il tutto annaffiato con del buon DON FOGNON NERO prodotto direttamente dalla fognatura nera di Monsummano !!!

9/11/2017 - 17:02

AUTORE:
moreno a. gialdini

Purtroppo anche questi( signori,)
rimarranno impuniti,le leggi sono fatte per agevolare i delinquenti,CHE DELUSIONE!!!!

9/11/2017 - 12:35

AUTORE:
antonio

Galera per questi tizi? In modo da dover pagare ancora per loro????
Andrebbero presi e fargli mangiare la loro carne e tenerli li finchè non l'hanno finita!!!!! Tante belle tartare per loro!!!

9/11/2017 - 8:15

AUTORE:
francesco

Una cosa intollerabile. Truffa a spese di bambini e malati. Vanno arrestati anche coloro che acquistavano e maneggiavano la carne. E' impossibile che non si accorgessero di niente. Vergogna!!

8/11/2017 - 20:06

AUTORE:
AMIGOS

30 anni di galera,ma in Italia si cambia nome e tra 2 anni si rivende carne avariata ai bambini e malati,vergogna vergogna vergogna.