Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 04:09 - 24/9/2018
  • 579 utenti online
  • 31031 visite ieri
  • [protetta]

Sono Ciro baccalani portavoce del gruppo ametista del mercatino Grocco la salute Montecatini, ho notato negli ultimi tempi che non vengono pubblicati i commenti volevo chiedere per cortesia se mi potete .....
BOCCE

Grande affermazioni di Matteo Franci in coppia con il giovanissimo  Niccolò Lambertini a Villafranca di Verona

Podismo
PODISMO
CALCIO

È partito ufficialmente martedì 4 settembre il programma leve di calcio, la serie di allenamenti gratuiti organizzati dal Montecatinimurialdo. 

Podismo
CALCIO

Sabato 1 settembre la Scuola Elite GSD Montecatinimurialdo apre le porte a tutti coloro che ancora non conoscono il mondo biancoceleste. Allo Stadio Mariotti è in programma l´Open Day 2018, l´occasione per tutti i bambini nati tra il 2010 e il 2013 per avvicinarsi per la prima volta al gioco del calcio.

Podismo
Podismo
none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Rebecca West.

none_o

La mostra, dal titolo “Le carrozze a Montecatini…la tradizione continua”, è a cura di Roberto Pinochi e Bruno Fortina.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Il gruppo ametista Ringrazia l'amministrazione in quanto è stata .....
Offresi uomo di 64 anni tuttofare , per piccoli lavori in casa, .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre
Luoghi di culto storici della Valdinievole: la chiesa dell’Assunta a Montecatini

22/10/2017 - 12:36

Pietro Leopoldo I d’Asburgo-Lorena, Granduca di Toscana dal1765 al 1790, fu il vero artefice della nascita termale di Montecatini, questo a differenza dei predecessori medicei che consideravano la valdinievole come luogo di caccia.


Pietro Leopoldo I morì nel 1792 ma le sue intuizioni non andarono perdute e furono continuate dal figlio Ferdinando III, terzogenito di una prole di ben 16, e dal nipote Leopoldo II in carica quando venne edificata la chiesa nella località posta sotto il Colle Lunato.Il progetto granducale fu affidato all’architetto Luigi de Cambray Digny,fiorentino allievo di Gaspare Maria Paoletti che, in precedenza, aveva già lavorato a Montecatini disegnando le Terme Leopoldine, il Bagno del Tettuccio, La Palazzina Regia e la Locanda Maggiore.
 
La nuova chiesa demaniale neoclassica dell’Assunta venne inaugurata nel 1833, facciata con colonne in stile ionico, finestrone semicircolare superiore con orologio situato in alto. All’interno 3 altari con affreschi di San Pietro e Santa Barbara,patrona di Montecatini Valdinieole, dietro l’altare principale un’ immagine maestosa della Madonna con il bambino Gesù attribuita al pittore pratese Fra Bartolomeo,frate domenicano molto quotato vissuto dal 1473 al 1517. Posizione felice in quanto la costruzione avvenne nella piazza principale al termine dello”Stradone dei Bagni”(ora Viale Verdi) sulla via direttrice Lucca-Pistoia dove,dal 1907al 1939, transiterà la tramvia Lucca –Pescia-Bagni di Montecatini - Monsummano Terme.

Con il passare degli anni detta chiesa si dimostrò troppo piccola per ricevere i bagnaioli in costante aumento, la soluzione, non certo indolore, fu quella di abbatterla dopo 129 anni dalla costruzione per far posto ad una nuova chiesa più adatta ai tempi,l’inaugurazione avvenne nel 1962 e fu intitolata, come la precedente chiesa,a Santa Maria Assunta (elevata a Basilica Minore nel 1988 dal papa Giovanni Paolo II) luogo di culto molto più spazioso per le esigenze della popolazione e per la dignità di Montecatini Terme. Come esperienza personale posso ricordare che tutte le domeniche (fine anni 50’) era problematico entrare in chiesa e i fedeli stazionavano fuori, i più fortunati salivano le scale interne per assistere alla Santa Messa dalla balaustra superiore.

 

Il vecchio pronao è ancora visibile ai lati della chiesetta della Villa Forini-Lippi, sede della Biblioteca comunale di Montecatini Terme, colonne enormi e ben scolpite da qualche anonimo scalpellino che ci mostrano una fetta della Montecatini in stile neoclassico. Sono passati ben 55 anni dall’abbattimento, i problemi odierni lasciano poco spazio ai revival del passato ma, rimane sempre la speranza che questi reperti del pronao,vengano ricostruiti come erano al momento della costruzione, questo come simbolo di una città che non dimentica le sue origini.

 

di Giovanni Torre         

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: