Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 17:09 - 24/9/2017
  • 514 utenti online
  • 20368 visite ieri
  • [protetta]

Visto che ad oggi non è iniziato nessun lavoro alla palestra Fanciullacci di Pieve a NIevole mi chiedo cosa si inventano questa volta l'assessore Bettarini o Parrillo, le scuole sono iniziate e se tutto .....
CALCIO SERIE D ECCELLENZA
VOLLEY

La due giorni di test amichevoli per la Serie C/M di Andrea Francesconi si conclude, relativamente a questa settimana, con la gara di Venerdì disputata in terra pratese.

CALCIO SERIE D
CALCIO ECCELLENZA-PROMOZIONE
VOLLEY

Quarto volto nuovo per la prima squadra femminile regionale Montebianco di Ambra Russo e del vice Giacomo Romano. Il reparto interessato è quello di posto tre dove, ad affiancare Alessia Amadei e Camilla Petrini, si registra l'importante arrivo di una nuova atleta: Giulia Niccolai.

VOLLEY

I più sentiti complimenti del Montebianco Pieve Volley al suo atleta Federico Arena, convocato nell'ambito del progetto di qualificazione regionale previsto per domenica 24 settembre alla palestra di Castelfiorentino.

VOLLEY

Scende in campo finalmente la Serie C/M del Montebianco Volley di Andrea Francesconi. Tanta curiosità attorno al roster capitanato da Daniele Magni, il quale, dopo due settimane e mezzo abbondanti di allenamenti, inizia a sentire l'odore del parquet.

VOLLEY

La stagione è ormai iniziata anche per le piccole aspiranti pallavoliste. Sono ripartiti infatti i corsi della scuola di Pallavolo Monsummano, che come ogni anno coinvolgono un numero sempre crescente di giovanissime atlete.

none_o

Il centro d'arte Martenot presenta una mostra degli allievi dell'atelier di Montecatini.

none_o

E' in corso una mostra fotografica “My enchanted Tuscany” della molisana Giovanna Di Lauro.

Comunque

Chissà se saprò
trovare le note
poste nell'ombra .....
PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Pietro Baragiola fu un grande industriale brianzolo venuto da noi nel lontano 1883.

PERSONAGGI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre

Innocenti nacque a Pescia (allora provincia di Lucca) il 1°settembre 1891.

Marcella Bertocci Masso fisioterapista, Insegnante Master Yoga, .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA asd
" ENERGY LATIN DANCE .....
VALDINIEVOLE
Centro ricerca Padule, Legambiente: "Stupiti di ennesima distruzione di una eccellenza conosciuta in tutta Europa"

17/7/2017 - 9:40

Il circolo Legambiente Valdinievole interviene sul rischio di chiusura del Centro di ricerca del Padule di Fucecchio.

"Il mondo ambientalista si schiera a difesa del Centro di ricerca, promozione e documentazione  del Padule di Fucecchio e a fianco dei due dipendenti che rischiano il licenziamento. Il presidente di Legambiente Valdinievole Maurizo Del Ministro afferma di rimanere "stupito  di questa ennesima distruzione di una eccellenza toscana riconosciuta come tale in tutta Europa".

 

Del Ministro si rivolge poi al presidente Enrico Rossi: "Ma è possibile che che dai più lontani paesini africani e asiatici fino a tutta Europa, tutti si siano accorti che un euro investito in cultura, beni storici e ambientali rende da tre a dieci euro,che si creano posti di lavoro, sviluppo economico e nel contempo si può salvaguardare e tutelare il territorio. E'  possibile che queste cose non riesca a capirle la giunta regionale toscana? Per salvare un’eccellenza come il Centro basterebbe un importo pari a circa un quarto dello stipendio di un consigliere o assessore regionale, ma stiamo scherzando?". Del Ministro infine rivolge un ringraziamento   ai dipendenti, alle associazioni e ai comuni rimasti nel Centro, soprattutto a Monsummano e al presidente Vanni.


Il Centro di ricerca del Padule di Fucecchio è una onlus nata 27 anni fa dopo una serie di battaglie ambientaliste contro un ulteriore bonifica  dell'area umida. Il Centro ha permesso di offrire un'altra visione del Padule che non fosse soltanto lo sfruttamento della zona, ma quello della conservazione della biodiversità, dell'educazione ambientale e della gestione della riserva naturale istituita dalla provincia di Pistoia, a Le Morette.

 

Non è un caso che oggi il Padule di Fucecchio abbia una delle colonie di aironi e garzette più importanti d'Italia, mentre negli anni '80 queste specie erano quasi introvabili nell'area umida. Così come oggi sono presenti in Padule tutte le specie di uccelli acquatici presenti nel nostro paese. Il Centro ha inoltre fornito in questi anni importanti consulenti ad altri enti  per rendere più sostenibili molti interventi e progetti che hanno interessato questo comprensorio, così come ha lavorato per tramandare la cultura locale legata a questo particolare territorio.

 

Insomma, il Padule di Fucecchio oggi sarebbe completamente diverso  e meno ricco da un punto di vista ambientale, se non ci fosse stato il Centro di ricerca con la sua opera tecnica e scientifica. Per questo il presidente di Legambiente Valdinievole Maurizio Del Ministro invita i cittadini a partecipare alla manifestazione che si terrà mercoledì 19 luglio (alle ore 21) alla  nella sala consiliare  del comune di Monsummano Terme (in piazza del Popolo) dal titolo  "Non facciamolo chiudere”: un appello a difendere la riserva naturale del Padule di Fucecchio, il Centro di ricerca  e l’osservatorio faunistico de Le Morette".

Fonte: Legambiente
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




18/7/2017 - 21:08

AUTORE:
SUSANNA NORBEDO

Anche i semplici cittadini che frequentano il Centro e il porto delle Morette per arrivare all'osservatorio sono stupiti della mancanza di sensibilità di alcune amministrazioni verso un ambiente così unico e particolare che merita di essere salvaguardato. Vogliamo che quel territorio venga preservato e vogliamo il Centro!

17/7/2017 - 15:11

AUTORE:
Alboino Gausi

Ringraziate il presidente della Provincia anche per come in Consiglio comunale ha sostenuto con decisione l'ennesima posticipazione della chiusura della discarica del Fossetto.
Chissà come ne risentiranno positivamente la flora e la fauna palustre.