Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:04 - 18/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Italia Viva dà il via alla sua 'offensiva di primavera', indicando ai cittadini della provincia di Pistoia i referenti di zona del Partito. I co-cordinatori provinciali Lisa Innocenti ed Enrico Dami, .....
CALCIO

Questa sera alle 20,30 allo stadio Piola di Novara, la Pistoiese cercherà di dare continuità alla sua recente striscia positiva di risultati.

BASKET

Poca storia al Pala Pertini di Ponte Buggianese dove la GTG Nico Basket è riuscita a costruire un cospicuo vantaggio già dalle prime battute. Un vantaggio che poi è diventato larghissimo nel secondo tempo, con sei giocatrici in doppia cifra, fino al 86-56 conclusivo

BASKET

Dopo l’amara trasferta di Cagliari, c’è grande desiderio di rivincita in casa Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che nel fine settimana incontrerà un’altra formazione affamata di punti determinanti in chiave salvezza.

HOCKEY

Sarà una partita di vertice tra sardi e toscani che attualmente occupano il primo e secondo posto nel girone, una gara difficile per gli arancioni che troveranno un Cus Cagliari in piena forma dopo aver strapazzato Brescia in trasferta e motivatissimo a tenersi la prima posizione.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia torna a proporre l’iniziativa, dedicata ai propri licenziati sportivi, del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”, riservato ai soci titolari di licenza Aci Sport.

CICLISMO

La Vini Zabu' ha annunciato ufficialmente la sua rinuncia alla partecipazione al prossimo Giro d'Italia.

CALCIO

Il 13 aprile scorso Romolo Tuci ha spento 90 candeline. Per i più giovani, questo nome dal sapore arcaico forse non significa nulla. I più attempati, invece, lo ricordano con affetto, magari col soprannome di ‘Cagnolo’.

RALLY

Nuovo impegno per Pavel group, nel fine settimana che sta arrivando, al 54° Rallye Elba, prima prova del Campionato Italiano Wrc.

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libraria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro candidato al Premio Strega.

Palle ferme e nervi saldi
o si diventa tutti matti,
e alla .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
ITINERARI DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre
La via Francigena e la sua storia

25/6/2017 - 13:21

La storia di questa via ebbe inizio nel 990 quando l’arcivescovo di Canterbury Gerico fu invitato a Roma dal Papa Giovanni XV per ricevere l’investitura con la veste ornata con la croce,i l prelato durante il ritorno annotò nel suo diario le 79 tappe che saranno quelle di riferimento per le generazioni future.


La dizione Francigena è dovuta al fatto che arrivava dalla terra dei Franchi giungendo in Italia dalla Francia e Svizzera attraverso il passo del Gran San Bernardo , in Toscana passava dal passo della Cisa per proseguire verso la tomba di Pietro: non era la “via dell’orto” dal momento che si trattava di fare circa 2000 km a piedi o con l’ausilio di animali, tragitto con una durata, partendo dall’Inghilterra, di circa 4 mesi.


La piana di Lucca e la valdinievole (Altopascio) erano tappe basilari per questi pellegrini molti dei quali non si fermavano a Roma ma proseguivano verso il porto di Brindisi per imbarcarsi (termine appropriato) verso la Palestina terra natale di Gesù. In particolare il tratto Lucca-Altopascio era poco raccomandabile per la vicinanza del padule di Bientina (o Sesto) e quello da Altopascio a Fucecchio in quanto zona boscosa e terra di briganti che derubavano questa gente di tutti i loro averi, soldi e animali.


I fortunati che giungevano ad Altopascio ricevevano cure ed ospitalità per i loro malanni essendo un’ospedale gestito dai famosi frati ospitalieri del Tau, gli stessi che ritroveremo anche a Fucecchio quando c’era da attraversare il corso dell’Arno, il tutto a pagamento, un passo indietro per citare la famosa campana “La Smarrita”posta in alto sul campanile che, suonava continuamente per meglio orientare questi pellegrini “smarriti” al tramonto del sole.


Da Altopascio, in linea diretta, la via proseguiva in direzione di Galleno, quindi,come detto, Fucecchio, S.Pierino, SanMiniato, Gambassi, S.Gimignano, Monteriggioni, Siena, Radicofani e, ultima tappa toscana, Acquapendente, quindi Viterbo e Roma.


La via Francigena ha avuto, nel 1994, un’importante riconoscimento come itinerario culturale europeo da parte del Consiglio d’Europa ed, il fatto che interessasse la nostra valdinievole, è motivo di orgoglio.

 

di Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: