Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:05 - 16/5/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Varie sono le fonti attraverso le quali ci sforziamo di formarci una opinione

Ai bambini piccoli e ai cani, mi sono sempre divertito a fare il gioco di indovinare in quale mano la pallina.

Se .....
BOCCE

Pieve a Nievole si rifà dello scivolone in terra sarda, si aggiudica soffrendo il derby con Cortona, e si riporta a -1 dalla capolista Giorgione 3villese, fermata sul pareggio dalla Rinascita.

BASKET

E' il momento delle semifinali playoff in C Gold: per Gema Montecatini l'avversaria è la Pallacanestro Dragons Prato, che ha eliminiato Spezia in gara3 dei quarti, vincendo nettamente sul suo campo la partita decisiva.

BASKET

Quanto può valere un fischio (sbagliato) in una partita? Più delle volte poco, altre volte nulla. Ieri sera invece un antisportivo (sicuramente non antisportivo, forse nemmeno fallo) fischiato sul finire del secondo quarto a danno dei ciabattini ha segnato la partita in un momento cruciale, Valdicornia non ha certamente bisogno di favori arbitrali.

CALCIO

Alla vigilia dell'ultima partita casalinga di campionato con il Virtus Marina di Massa che deciderà la posizione in classifica della squadra, il presidente Giancarlo Carbone unitamente al ds Massimo Rossi comunicano ufficialmente che il tecnico della prima squadra per la prossima stagione sportiva sarà ancora Maurizio Cerasa.

SCHERMA

Nuovo importante abbinamento pubblicitario per la Scherma Pistoia 1894, da molti anni testimonial di Emergency e da due stagioni sponsorizzata da Chianti Banca.

BASKET

Martedì 10 maggio si sono giocate le due partite che hanno decretato la finale in programma venerdì sera 13 maggio alle 21,30 al Palabrizzi di Massa Cozzile. E' l'atto conclusivo provinciale del campionato di basket Uisp.

RALLY

É festeggiando sul gradino più alto del podio che Effepi Sport ha avviato il proprio percorso nel panorama rallistico nazionale.

none_o

Consigli di lettura di Ilaria Cecchi.

none_o

La mostra ricostruisce le varie vene dell'opera di Pantani.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo di maggio.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un’idea per una merenda diversa

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
UZZANO
Un lettore: "Recita bambini a teatro, ma non ci sono abbastanza posti per tutti e dobbiamo pagare 5 euro a testa"

5/6/2017 - 9:16

Un lettore di Valdinievole Oggi ci racconta la storia che ha coinvolto alcuni bambini della scuola Sandro Pertini.

 

«Per accontentare il desiderio di un insegnante che sta per andare in pensione – racconta -, la recita di fine anno dei bambini si terrà al teatro Pacini di Pescia. Sono stati però messi a disposizione solo 2 biglietti a testa, alla cifra di 5 euro cadauno. Quel teatro non è adatto per quella manifestazione, non ci sono abbastanza posti. Oltretutto la cifra non è alla portata di tante, troppe famiglie che sono senza lavoro».

 

Il problema più grande risiede nel fatto che molti bambini non potranno avere tutta la famiglia: fratelli, sorelle, nonni, zii rimarranno fuori.

 

«Insieme a molti altri genitori – racconta il lettore –, pensiamo che sia una ingiustizia e una violenza psicologica nei confronti di bambini e famiglie. Una famiglia come la nostra, composta da 4 persone, si trova costretta a scegliere tra chi andrà a vedere il piccolo nella sua esibizione. Toccherà scegliere, ma non è giusto».

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/6/2017 - 17:32

AUTORE:
Marito di insegnante

Lo dico sempre a mia moglie che gite, spettacoli e tutte le attività per le quali gli insegnanti non sono obbligati dal contratto di lavoro, NON VANNO FATTE! E non per i bambini che sono sempre stupendi, ma per alcuni genitori! Per fortuna non sono tutti cosi!

7/6/2017 - 13:27

AUTORE:
insegnanti Collodi

Buongiorno,
siamo le insegnanti della Scuola Primaria di Collodi e vorremmo intervenire in merito alla polemica sullo spettacolo al teatro Pacini sollevata dalla signora Boschi e lo facciamo per pochi semplici motivi:
1. Siamo rimaste indignate dalle parole rivolte alla nostra collega che quest’ anno andrà in pensione dopo aver lavorato con passione e impegno e non lo farà certo con la serenità che avrebbe meritato
2. Organizzare una recita o uno spettacolo scolastico richiede un impegno enorme da tanti punti di vista perché oltre alle ore di straordinario messe a disposizione dalle insegnanti senza alcun riconoscimento economico si deve provvedere a trovare il luogo giusto per permettere ai bambini di fare ciò che hanno preparato e ai genitori di assistere con un minimo di comodità. Lo spettacolo all’ aperto non garantisce una buona acustica e le condizioni meteorologiche possono fortemente condizionarne la riuscita. Per questo la scelta del teatro viene vista come un’ ottima alternativa. Negli ultimi anni le regole sulla sicurezza sono diventate molto più severe ed il numero massimo di partecipanti è rigidamente stabilito. Molte strutture presenti sul territorio sono state dichiarate inagibili e ad avere la possibilità di salire sul palco di un vero teatro è per i bambini un’ esperienza preziosa.
3. Si può fare scuola in molti modi, con i libri, il banco, la lavagna (più o meno tecnologica ) ma si può anche scegliere di arricchire il bagaglio degli alunni con esperienze come le gite o le recite che richiedono impegno ma anche una assunzione di grande responsabilità da parte degli insegnanti.
4. Quello con la scuola deve essere un rapporto basato sulla fiducia e non sono accettabili illazioni sull’uso del denaro raccolto ,come fa la signora Boschi, ipotizzando che le insegnanti lo usino per le proprie vacanze. La scuola è un meccanismo complesso che richiede l’ impegno e la buona volontà di tutti i soggetti coinvolti perché dovremmo essere tutti consapevoli di avere lo stesso compito, quello di crescere ragazzi in gamba, preparati e critici. Sì, perché la critica è alla base di ogni sviluppo ma la critica deve essere costruttiva e non può mai trasformarsi in una polemica di questo tipo.
5. Infine vorremmo dire che chi principalmente farà le spese di questo clima cosi avvelenato saranno proprio i bambini che percepiranno tutto il malumore che sta dietro a quella che avrebbe semplicemente dovuto essere la loro festa.

La scuola merita rispetto perché richiede grande impegno, si può non essere d’accordo con le scelte fatte ma non sempre si può scegliere la soluzione perfetta. Si può esprimere il proprio dissenso ma il buon senso, la correttezza e l’ educazione impongono che la questione venga trattata in modo diretto, in modo rispettoso e soprattutto lontano dalle orecchie dei bambini!

7/6/2017 - 10:55

AUTORE:
Paola

genitori e parenti dovranno tirare a sorte per vedere lo spettacolo, atteggiamento patetico e scandaloso
ho scritto alle maestre che i nostri posti devono rimanere vuoti per protesta e nostra figlia sarà affidata alle mani delle maestre come sempre succede a scuola
Se poi i nonni vorranno assistere nessuno potrà impedirglielo ma mi piacerebbe troppo rimanere fuori dal teatro con un cartello con la scritta "i genitori ed i cani rimangono fuori"
Questa volta l'organizzazione dell'evento è scandalosa
Come madre avrei il diritto di vedere mia figlia con gli amici e parenti presenti
Una persona mi ha anche proposto di fare due serate e dividere i genitori così i bambini potrebbero fare lo spettacolo e una replica con un pubblico diverso ogni sera perchè l'afflusso degli spettatori sarebbe suddiviso sulle due serate tipo: prima sera prime,seconde e terze
seconda sera: quarte e quinte
così si fanno le cose poi se uno vuole dare la ragione per forza, abbiamo già capito con chi abbiamo a che fare

7/6/2017 - 0:47

AUTORE:
Gilberto

Concordo pienamente con Paola, questo dovrebbe essere un evento di felice raduno familiare e non di divisione e di costrizione ad un triste e vergognoso sorteggio.
Per finire, cara Rossana come diceva Totó " Ma mi faccia il piacere! "

6/6/2017 - 16:27

AUTORE:
NixP

Concordo con quanto scritto dalla sig.Rossana. Secondo il mio modesto parere la maestra tirata in causa e' una SIGNORA maestra oltre che una buona persona. Mi permetto di parlare cosi perche' e' stata la MIA maestra lo e' stata dei mie nipoti.Ringrazio anticipatamente del tempo dedicato hai nostri figli

6/6/2017 - 14:39

AUTORE:
Rossana

Buongiorno..quanta velenosa ostilità si legge..resto basita
In qualita di genitore pagante permettetemi un sincero grazie alla scelta del luogo di per sé magico, con un'acustica perfetta. Ci siamo forse dimenticati che lo scorso anno il tempo inclemente ci obbligo'a riparare all'interno dell'edificio scolastico,con tutti i disagi del caso?
Per cortesia evitate di accusare persone che si sono prodigate oltre il loro lavoro, lasciate che in cattedra ci salgano gli insegnanti.
I Vs.dubbi proprio non riesco a capirli sembra che si voglia sempre vedere il male o il complotto a prescindere ed allora ci si inventano illazioni di ogni genere.
Ancora una volta e parlo personalmente sono solo spettatrice, il lavoro sul campo quello "sporco" il rappresentante di classe per esempio lo ha svolto per me, perché quella sera possa sedermi e godermi quello che sono certa sarà un grande spettacolo.
Grazie

5/6/2017 - 15:21

AUTORE:
Paola

questo è il post che avevo pubblicato sul mio forum il 30 giugno
Per chi mi conoscesse da poco vorrei ricordare che per quattro anni della mia vita ho collaborato a stretto contatto con la satira perciò fare qualche battuta fa parte del mio bagaglio di conoscenze, perciò ripeto e ribadisco che io garantisco per quello che scrivo non per la coda di paglia che hanno quelli che leggono
vorrei che leggeste con attenzione questo documento che mi arriva direttamente dalla scuola così quello che scriverò potrà essere comprovato dal documento allegato
Nella comunicazione si legge che in autunno il consiglio di classe si era informato per fare la recita di fine anno al teatro Pacini per evitare i disagi e gli imprevisti avuti in questi anni, per me è stata una novità anche perchè la comunicazione della recita mi è arrivata ai primi di maggio.
Inoltre mi sembra che i disagi ci saranno proprio perchè la recita si farà in suddetto teatro
Nel comunicato si legge che per misure di sicurezza il teatro può ospitare il numero di persone corrispondente ai posti a sedere e ad ogni bambino spettano due biglietti, tre alle classi quinte, cioè 2 o 3 posti a sedere.
Scusatemi ma se la recita di fine anno è sempre stata un momento di convivialità per amici e parenti dei bambini, quest'anno dovrei tirare a sorte per decidere chi può vederla?
Porto il mio esempio, i nonni di nostra figlia si faranno 300 chilometri per vedere la loro nipotina e io dovrei tirare a sorte per decidere chi di noi 4 potrà assistere all'evento? Dico, ma stiamo scherzando? purtroppo no!
Vado avanti.
Gli amici di nostra figlia perciò sono esclusi a prescindere, ma che bello! Forse la bambina ci teneva invece ad averli presenti
Nel comunicato si legge che i bambini sotto i tre anni possono essere tenuti in braccio e per chi ha figli dai 4 ai 6 anni oppure figli che vanno alle medie cosa fa li lascia a casa? oppure un genitore sta a casa e l'altro partecipa alla recita? ma la recita è e rimane l'evento della famiglia tranne in questo caso purtroppo
Poi si fa presente che sarà richiesto un contributo per le spese (SIAE, sicurezza, tecnico dei suoni, luci, prevendita e maschere) per un valore di 5 euro a biglietto
Poi specificare che per le prove il teatro ci è concesso gratuitamente mi sembra ovvio, lo fanno tutti ma sembra una novità
Continuo. Si legge che la somma raccolta ( senza però specificare nel dettaglio i costi sostenuti, come da me più volte richiesto) verrà interamente versata al teatro perchè la nostra scuola, a differenza di altre, non ha chiesto alcuna maggiorazione per autofinanziamento. Permettete la battuta, questo significa che altre scuole si fanno finanziare, ma per cosa, per andare in vacanza?
Non è per la spesa in sè ma per il principio, se io non volessi pagare dovrei lasciare mia figlia in teatro da sola? Si può fare?
Se dovessi cedere al ricatto e comprare i biglietti per i nonni, i genitori e i cani rimangono fuori? chi esponeva questo cartello? Lo sappiamo tutti benissimo
Dimenticavo che la recita di Natale di quest'anno è stata fatta a porte chiuse, credo sia la prima volta per quanto riguarda il nostro istituto
A natale porte chiuse, fine anno a pagamento, ma che bello e il prossimo obiettivo?
Grazie a tutti per l'attenzione

5/6/2017 - 15:13

AUTORE:
Paola

ora grz a questo articolo ho capito chi ha voluto questa sciocchezza, se la signora andava in pensione poteva offrire lei la serata ai genitori, ulteriore vergogna, grz

5/6/2017 - 14:56

AUTORE:
Paola

Appena arrivata la comunicazione come madre mi sono prodigata perchè questa ingiustizia venisse chiarita ma da parte della scuola e della dirigenza nessuna risposta
Potete leggere quanto da me affermato sul mio forum https://www.facebook.com/groups/595005510578370/

Dott.ssa Paola Boschi