Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:01 - 19/1/2019
  • 799 utenti online
  • 28933 visite ieri
  • [protetta]

leggo che i genitori di un bambino livornese nato per primo nel 2019 a Pisa, hanno voluto che non si sapesse il nome in quanto, per loro, sarebbe un'onta insopportabile, far sapere a Livorno che è andato .....
VOLLEY

Domenica 20 gennaio, con fischio d'inizio alle 18, di scena un derby pistoiese al palazzetto dello sport di piazza Pertini.

PODISMO

Sei mesi dopo la prima edizione della mezza maratona, a Montecatini Terme si replica con i podisti impegnati sulle stesse strade cittadine.

BOCCE

Domenica prossima è in programma una gara regionale organizzata dalla Bocciofila Pieve a Nievole.

VOLLEY

È già tempo di pensare alle fasi finali del campionato di volley giovanile con obiettivo la rassegna regionale di categoria.

RALLY

E’ il Wrc 2, il “Mondiale Rally” riservato agli equipaggi privati, il contesto che vedrà impegnato Daniele Michi nella stagione agonistica 2019.

KARATE

Buon esordio stagionale per gli agonisti del Karate Kwai Pescia che domenica 13 gennaio hanno preso parte al 2°Gran Prix Toscana Karate "Trofeo Alessio Fiorentini" alla palestra Mario D'Agata di Arezzo.

BOCCE

La boa è stata girata sabato scorso e, con il turno di sabato 19, entriamo nel vivo di questo interessante campionato di Serie A2 dove si sono delineate le pretendenti al salto di categoria e anche le probabili società che cercheranno di non retrocedere in Promozione.

CALCIO

Per motivi di incompatibilità con la propria professione, il presidente del Montecatinimurialdo Massimiliano Potenza è costretto a lasciare la sua carica, ruolo che già dai prossimi giorni verrà ricoperto ufficialmente dall'attuale vice, Stefano Scaffai.

none_o

Il pezzo forte della mostra, che verrà inaugurata domenica, è un quadro che rischiava di essere dimenticato per sempre.

none_o

Forte del successo di pubblico con oltre 20.000 presenze la mostra viene prorogata fino al 1 maggio.

MONTAGNA PISTOIESE

L’animo nevoso che d’inverno
dipinge .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni al corso gratuito di certificazione .....
CASTELLA DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre
La storia di Uzzano e del suo borgo, dall'anno 1000 ai tempi più recenti

28/5/2017 - 14:45

La storia di Uzzano iniziò nel periodo longobardo, popolazione germanica che migrò verso l’Italia tra il II e il VI secolo. Il nome di Uzzano è probabilmente di origine romana e significa Audianus in riferimento ad un podere donato ad un militare non più in servizio.


I primi documenti che riguardano Uzzano sono datati intorno all’anno 1000. La proprietà era di una famiglia lucchese, di stirpe longobarda, i signori di Uzzano e di Montichiari e Vivinaia, entrambe sul colle di Montecarlo.


Nel 1202 il comune ottenne una sua autonomia pur restando sempre sotto la giurisdizione lucchese fino al XIV secolo quando Firenze si sostituì a Lucca nel dominio dei comuni della Valdinievole.


Questa sudditanza durò per secoli fino al 1847 quando Uzzano ritornò con i lucchesi perché il Ducato di Lucca fu incorporato dal Granducato di Toscana trasformandosi in compartimento poi divenuto provincia con l’unità d’Italia.


La valdinievole,escluso le fiorentine Larciano e Lamporecchio, è stata in provincia di Lucca per 67 anni dal 1861 al 1928 ,anno in cui passò alla neonata provincia di Pistoia.


Nel 1963 Chiesina Uzzanese chiese ed ottenne l’autonomia riducendo il comune di Uzzano sia nel numero degli abitanti che nella superficie, 7.8 Km quadrati contro i 7.2 di Chiesina Uzzanese.


Pur nelle sue ridotte dimensioni comunali, Uzzano ha comunque diverse interessanti testimonianze artistiche a cominciare dalla chiesa dei Santi Jacopo e Martino (XII-XIII secolo) con un’acquasantiera romanica, un fonte battesimale in marmo ( XVI secolo), una statua rinascimentale di S.Antonio Abate attribuita a Giovanni della Robbia, un pulpito in legno (XVI secolo) della scuola di Bartolomeo Ammannati, per finire un ciclo di affreschi di scuola fiorentina ed uno del (XV secolo) attribuito al quotato pittore fiorentino Neri di Bicci.

di Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: