Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 21:11 - 12/11/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Guarda guarda. Una rincorsa a chi le spara più grosse .
Mentre leggo articoli con punti di vista ben scritti ed argomentati, che si possono condividere a meno , troviamo una perla scritta da TOMMASO .....
KARATE

Tante soddisfazioni per il karate Ninja Club all’open di San Marino, la palestra con sedi a Pescia e Larciano ha ottenuto due ori e quattro medaglie di bronzo.

BOCCE

Successo a Monsummano per Giacomo Lorenzini, valdinievolino di Ponte Buggianese, star delle bocce agonistiche nazionali tesserato per la Bocciofila Vigasio-Villafranca (Fib Verona).

BASKET

Il primo canestro della serata è di Tesi poi Bellini lo imita con un bel coast ti coast. Una bomba da tre di Navicelli e un canestro di Bellini danno il primo strappo alla partita (11-4) e coach Blanco ricorre al minuto di sospensione. 

NUOTO

Grande successo per la tradizionale rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole, svolta alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, alla quale hanno partecipato oltre 300 atleti.

BOCCE


Nella giornata delle vittorie casalinghe (reali, o potenziali per lunghi tratti), un sono pareggio segna il cammino nel campionato della raffa, Il pari, vibrante, nervoso, tirato, combattuto in campo e psicologicamente un pizzico anche fuori.

ARTI MARZIALI

La settima edizione di Luctor si svolgerà presso il Palavinci di Montecatini Terme (di fronte all'ippodromo Sesana).

TIRO A SEGNO

Il Trofeo d’inverno, è articolato su due prove regionali con finale programmata al Tiro a Segno di Milano. Questo primo incontro, ha avuto luogo al poligono di Pistoia, mentre il secondo verrà svolto al poligono di Siena.  

BOCCE

Dopo la settimana di sosta dovuta alle festività di Ognissanti è in programma il 4° turno di questo interessante campionato di Serie A2. Nel girone tosco-marchigiano finalmente anche l’Avis ha vinto l’incontro che l’opponeva alla blasonata Oikos Fossombrone, peraltro squadra modesta e alla portata dei termali.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata all'ultimo libro di Fabio Volo.

none_o

Quest'anno l'evento è patrocinato anche dall'assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. 

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
VILLE DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre
La storia della bellissima Villa Bellavista di Borgo a Buggiano

19/2/2017 - 11:05

Villa Bellavista faceva parte di una tenuta di 45 poderi che il Granduca Cosimo III dei Medici volle vendere all’amico Francesco Feroni, empolese che aveva fatto un successo mercantile ed imprenditoriale ad Amsterdam ottenendo grossi guadagni con la tratta degli schiavi. Nella vendita era compreso anche il titolo nobiliare di marchese.


Il progetto, in stile barocco fiorentino, venne affidato all’architetto Antonio Maria Ferri che iniziò i lavori nel maggio del 1696. Francesco morì nel gennaio dello stesso anno ma fu suo figlio Fabio a concludere i lavori di questa bellissima villa che fu definita la più bella d’Italia dopo la Reggia di Caserta.


Esternamente l’edificio si presenta con 4 torrette angolari, una balconata che lo attraversa in tutto il perimetro esterno sia al primo piano che sul cornicione. Al centro della facciata fu posizionato un grande orologio mentre sul retro della villa una scala a doppia rampa che scende fino alla strada.


All’interno un magnifico salone centrale che si estende, in altezza, su due piani con ballatoi e balaustre dove si collocavano i musicisti durante i balli. Fabio fece dipingere il soffitto con un affresco che simboleggia le guerre contro i turchi, tema da lui vissuto come combattente degli ottomani.


Altri ambienti pregevoli sono lo scalone, la galleria e le stanze ,molte delle quali affrescate da Pier Dandini, un pittore fiorentino molto quotato in epoca barocca.


La villa fu venduta nel 1829 ai Buonaguidi di Borgo a Buggiano e, da quel momento, cambiò di proprietà diverse volte fino a quando, nel 1939, fu acquistata dal Ministero dell’Interno che la destinò all’Opera Nazionale Assistenza Vigili del Fuoco. Durante il periodo bellico, con il passaggio del fronte, divenne un’ospedale militare prima tedesco e poi alleato.

 

di Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/2/2017 - 16:07

AUTORE:
Giovanni Torre

Aggiungo al Sig.Roberto,rispondendo alla sua precisa domanda circa la conoscenza o meno di Feroni o Ferroni ,posso confermare di aver conosciuto Ferrino e Bruno Ferroni proprietari di una trattoria all'inizio di Via del Gallo a Montecatini.

Quando cercai le radici della mia famiglia,mi affidai ai registri del parroco di Antraccoli (Ducato di Lucca fino al 1847)risalendo fino al 1700,poi anche i preti non mi aiutarono più suggerendomi di cercate a Minucciano in Garfagnana che ha il registro dei battesimi risalente al 1599.

A quei tempi la chiesa era un'anagrafe attendibile,i sacerdoti annotavano scrupolosamente i nomi dei nati e dei morti,matrimoni e via dicendo,cose che al Ducato di Lucca potevano sfuggire.
Per tornare a lei occorrerebbe cercare nei registri del Granducato di Toscana in epoca Medicea oppure cercare la parrocchia di competenza dei suoi avi.
La saluto cordialmente.

20/2/2017 - 14:38

AUTORE:
Giovanni Torre

Egregi signori io ho scritto in italiano FERONI e,francamente,non vedo dove avrei sbagliato.
Conosco abbastanza l'argomento in quando mio padre era di Borgo a Buggiano ed il mio bisnonno Michele (Antraccoli 1830-Borgo a Buggiano 1900) aveva,sul lato sinistro della villa, un suo deposito di birra.
Saluti

20/2/2017 - 0:49

AUTORE:
berai

Il Palazzo di Via Tornabuoni porta il nome SPINI_ FERONI(con una erre soltanto) ed è certo che apparteneva al nobile della Villa Bellavista del Borgo a Buggiano.

Il Palazzo di Firenze venne comprato da Salvatore Ferragamo nel 1927 al ritorno dagli States.

Adesso è sede centrale della maison.


P.S:

Sul volumetto Bagni di Montecatini Terme anno 1905,ristampa anastatica a cura del Sig Francesco GRECO di DATA MEDICA,si puo' trovare una interessante descrizione della Villa Bellavista.

19/2/2017 - 15:06

AUTORE:
roberto ferroni

Buggiano, ma anche Firenze, é pieno di Ferroni. Infatti, in questa ultima città il palazzo che fa angolo fra il Lungarno Acciaioli e via Tornabuoni, davanti al ponte di Santa Trinita, già degli Spini, è conosciuto come palazzo Feroni o Ferroni Si può supporre che tutti o quasi siano discendenti di quei Feroni presso i quali operavano o come contadini o nei vari ruoli alla villa o palazzo. Per quanto concerne il Bellavista, sarebbe auspicabile un accesso, magari pagante, per la visita sia come apprezzamento delle strutture architettoniche che storiche.
Se poi l'Egregio signor Torre, o altri, ha maggiori notizie su i Feroni/Ferroni sarebbe un gran piacere leggerne la storia. Io sono risalito solo fino ad un avo dell'inizio 1700, contadino nella parte ovest, verso Sesto F.no, in quelle che erano una volte le proprietà dei Torrigiani e, poco più in la, dei Guicciardini.