Valdinievole OGGI La Voce di Pistoia
  • Cerca:
  • 15:12 - 06/12/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Caro Babbo Natale, forse stai gia' dando una sbirciatina verso le nostre citta'.
Ti sarai accorto che qui' a Pistoia e dintorni e' diventato quasi impossibile per tanti ragazzi andare e tornare da scuola. .....
ATLETICA

Un altro anno indimenticabile. L’Atletica Pistoia ha festeggiato al “Signorino” altri dodici mesi fantastici, che l’hanno portata a primeggiare in tutto il mondo. 

RALLY

Già prima della gara Pavel Group aveva scritto una storia importante, per i rallies italiani, quella di accompagnare al debutto agonistico Lorenzo Lenzi, 14 anni, con una vettura da rally, addirittura una top car come la Skoda Fabia R5, diventando il più giovane pilota di rally italiano di sempre.

BASKET

La società vuole lanciare un appello a tutti coloro che continuano a recarsi al palasport con fischietti e strumenti sonori atti a disturbare il regolare svolgimento della partita.

RALLY

È con una prestazione concreta, quella interpretata dal suo portacolori Roberto Tucci, che Jolly Racing Team ha archiviato il Rally di Monza, appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e del Campionato Italiano Rally Terra.

TAEKWONDO

Con i campionati italiani Poomsae (Forme) per cinture nere a Napoli si è conclusa una stagione 2023 straordinaria per il gruppo sportivo Kin Sori Taekwondo ma soprattutto per il maestro Vikki Jayne Todd.

BASKET

A.S. Estra Pistoia Basket 2000 comunica che, a causa dell’indisponibilità del PalaCarrara da martedì 5 dicembre fino al weekend per un evento che si svolgerà in via Fermi in questi giorni, soltanto la seduta di lunedì 4 si tiene a Pistoia.

BASKET

Il grande cuore e l’attaccamento alla maglia dei ragazzi che compongono questa Estra Pistoia Basket 2000 regala una nuova immensa gioia.

BASKET

Ultima partita del girone di andata per la Gioielleria Mancini che al PalaPertini di Ponte Buggianese affronta la capolista Pino Dragons Firenze. Ancora assente Filippo Vettori alle prese con una noia muscolare.

none_o

Raccontami un libro – Consigli di lettura di Valentina.

none_o

Sarà inaugurata sabato 2 dicembre alle 17.30 nelle vetrine e negli spazi espositivi.

Ferragosto nella valle
quanto caldo che mi assale.

La grande .....
ZODIACO
di Sissy Raffaelli

Oroscopo dicembre.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

L'agenzia formativa e per il lavoro Cescot Pistoia ricerca addetto/ .....
Skillman. eu Secretariat offre un contratto di lavoro dipendente .....
VILLE DELLA VALDINIEVOLE
di Giovanni Torre
La storia della bellissima Villa Bellavista di Borgo a Buggiano

19/2/2017 - 11:05

Villa Bellavista faceva parte di una tenuta di 45 poderi che il Granduca Cosimo III dei Medici volle vendere all’amico Francesco Feroni, empolese che aveva fatto un successo mercantile ed imprenditoriale ad Amsterdam ottenendo grossi guadagni con la tratta degli schiavi. Nella vendita era compreso anche il titolo nobiliare di marchese.


Il progetto, in stile barocco fiorentino, venne affidato all’architetto Antonio Maria Ferri che iniziò i lavori nel maggio del 1696. Francesco morì nel gennaio dello stesso anno ma fu suo figlio Fabio a concludere i lavori di questa bellissima villa che fu definita la più bella d’Italia dopo la Reggia di Caserta.


Esternamente l’edificio si presenta con 4 torrette angolari, una balconata che lo attraversa in tutto il perimetro esterno sia al primo piano che sul cornicione. Al centro della facciata fu posizionato un grande orologio mentre sul retro della villa una scala a doppia rampa che scende fino alla strada.


All’interno un magnifico salone centrale che si estende, in altezza, su due piani con ballatoi e balaustre dove si collocavano i musicisti durante i balli. Fabio fece dipingere il soffitto con un affresco che simboleggia le guerre contro i turchi, tema da lui vissuto come combattente degli ottomani.


Altri ambienti pregevoli sono lo scalone, la galleria e le stanze ,molte delle quali affrescate da Pier Dandini, un pittore fiorentino molto quotato in epoca barocca.


La villa fu venduta nel 1829 ai Buonaguidi di Borgo a Buggiano e, da quel momento, cambiò di proprietà diverse volte fino a quando, nel 1939, fu acquistata dal Ministero dell’Interno che la destinò all’Opera Nazionale Assistenza Vigili del Fuoco. Durante il periodo bellico, con il passaggio del fronte, divenne un’ospedale militare prima tedesco e poi alleato.

 

di Giovanni Torre

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/2/2017 - 16:07

AUTORE:
Giovanni Torre

Aggiungo al Sig.Roberto,rispondendo alla sua precisa domanda circa la conoscenza o meno di Feroni o Ferroni ,posso confermare di aver conosciuto Ferrino e Bruno Ferroni proprietari di una trattoria all'inizio di Via del Gallo a Montecatini.

Quando cercai le radici della mia famiglia,mi affidai ai registri del parroco di Antraccoli (Ducato di Lucca fino al 1847)risalendo fino al 1700,poi anche i preti non mi aiutarono più suggerendomi di cercate a Minucciano in Garfagnana che ha il registro dei battesimi risalente al 1599.

A quei tempi la chiesa era un'anagrafe attendibile,i sacerdoti annotavano scrupolosamente i nomi dei nati e dei morti,matrimoni e via dicendo,cose che al Ducato di Lucca potevano sfuggire.
Per tornare a lei occorrerebbe cercare nei registri del Granducato di Toscana in epoca Medicea oppure cercare la parrocchia di competenza dei suoi avi.
La saluto cordialmente.

20/2/2017 - 14:38

AUTORE:
Giovanni Torre

Egregi signori io ho scritto in italiano FERONI e,francamente,non vedo dove avrei sbagliato.
Conosco abbastanza l'argomento in quando mio padre era di Borgo a Buggiano ed il mio bisnonno Michele (Antraccoli 1830-Borgo a Buggiano 1900) aveva,sul lato sinistro della villa, un suo deposito di birra.
Saluti

20/2/2017 - 0:49

AUTORE:
berai

Il Palazzo di Via Tornabuoni porta il nome SPINI_ FERONI(con una erre soltanto) ed è certo che apparteneva al nobile della Villa Bellavista del Borgo a Buggiano.

Il Palazzo di Firenze venne comprato da Salvatore Ferragamo nel 1927 al ritorno dagli States.

Adesso è sede centrale della maison.


P.S:

Sul volumetto Bagni di Montecatini Terme anno 1905,ristampa anastatica a cura del Sig Francesco GRECO di DATA MEDICA,si puo' trovare una interessante descrizione della Villa Bellavista.

19/2/2017 - 15:06

AUTORE:
roberto ferroni

Buggiano, ma anche Firenze, é pieno di Ferroni. Infatti, in questa ultima città il palazzo che fa angolo fra il Lungarno Acciaioli e via Tornabuoni, davanti al ponte di Santa Trinita, già degli Spini, è conosciuto come palazzo Feroni o Ferroni Si può supporre che tutti o quasi siano discendenti di quei Feroni presso i quali operavano o come contadini o nei vari ruoli alla villa o palazzo. Per quanto concerne il Bellavista, sarebbe auspicabile un accesso, magari pagante, per la visita sia come apprezzamento delle strutture architettoniche che storiche.
Se poi l'Egregio signor Torre, o altri, ha maggiori notizie su i Feroni/Ferroni sarebbe un gran piacere leggerne la storia. Io sono risalito solo fino ad un avo dell'inizio 1700, contadino nella parte ovest, verso Sesto F.no, in quelle che erano una volte le proprietà dei Torrigiani e, poco più in la, dei Guicciardini.