Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 10:06 - 27/6/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Apprezzo molto la sensibilità del signor GABRIELE nel suo intervento "RISPETTO DEL22/ 6 u. s. e RIMPIANTI DEL 24/ 6 u. s. " e lo ringrazio.
Poichè, da quanto ho capito, è un signore anziano .....
BOCCE

Nel Campionato di promozione categoria A bella vittoria della compagine biancoceleste in riva al Trasimeno, in una giornata torrida dove l’aria era irrespirabile, i ragazzi del Presidente Moreno Zinanni dopo un inizio claudicante del Torneo sembrano aver trovato la quadratura del cerchio gioco di pregevole livello e la conquista del secondo posto in classifica.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver prolungato l’accordo in essere con l’atleta Daniele Magro.

TIRO CON L'ARCO

Il 25 e 26 giugno la Asd Arcieri del Micco organizzerà a Pistoia l'edizione 2022 della Coppa Italia Master Fitarco di tiro con l'arco presso lo stadio comunale.

TIRO A SEGNO

Al poligono di Tiro a segno nazionale sezione di Lucca nei due week end centrali del mese di giugno è andato in scena il Campionato regionale federale.

RALLY

Ha di che sorridere Masino Motorsport, guardando agli ottimi riscontri ricevuti dal 9° Rally Terra di Argil, andato in scena nel weekend appena concluso e secondo appuntamento della Coppa Rally di Zona 7.

PODISMO

Il caldo di questi giorni e la vicina gara di Montecatini ha tenuto lontano i podisti la edizione 2022 del <<Trail del Capitano di ventura Spadaforte>> che si e disputato nel borgo sopra Buggiano.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive dell’atleta Jordon Malik Varnado.

PODISMO

L’Atletica Montecatini,con il patrocinio dell’ amministrazione comunale hanno voluto ricordare Raoul Bellandi,factotum di tutte le iniziative sportive della cittadina termale,organizzando una gara podistica con relativo trofeo alla memoria,giunto alla dodicesima edizione.

none_o

Costellazione: 5 passi tra creazione e memoria: dieci opere-faro del maestro.

none_o

Consigli di lettura di Ilaria Cecchi

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del solstizio d'estate.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Arrosto capriccioso di tacchino

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
VALDINIEVOLE
Strade provinciali, l’allarme sulla manutenzione arriva in consiglio regionale: interrogazione del Pd

3/8/2016 - 11:30

“Quali azioni si intende assumere nei confronti del Governo per aprire una interlocuzione circa lo stato della viabilità presente sul territorio regionale, a partire dal decadimento delle strade provinciali, al fine di poter ottenere una dotazione economica appropriata per la manutenzione delle  diverse tipologie di strade; se, contestualmente, reputa opportuno aprire una riflessione con il Governo e con la rappresentanza degli altri enti coinvolti, circa la possibilità di rideterminare un nuovo modello organizzativo della rete stradale, sul piano amministrativo, tra strade statali, regionali, provinciali e comunali con l’obiettivo di garantire maggiore presidio dei territori ed una maggiore manutenzione della viabilità toscana; se all’interno delle azioni previste dal documento operativo per la difesa del suolo, si intende continuare e rafforzare, nei successivi aggiornamenti, quelle misure volte a sostenere le opere idrogeologiche che comportano il ripristino di strade provinciali dissestate nelle aree definite a pericolosità idraulica e idrogeologica, o in quelle interessate da eventi alluvionali per cui è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale o regionale, come previsto dalla normativa di settore recentemente approvata”.

 

Sono queste le domande contenute nell’interrogazione rivolta alla giunta toscana presentata dai consiglieri regionali Pd, Marco Niccolai, Massimo Baldi, Simone Bezzini, Stefano Baccelli e Andrea Pieroni.

 

«Si tratta di una questione che ci sta molto a cuore e di cui ci stiamo occupando da tempo – spiega il primo firmatario dell’interrogazione, Marco Niccolai – Nell’ottobre scorso il consiglio regionale impegnò la giunta ad effettuare un monitoraggio sulle criticità presenti nella viabilità regionale e provinciale e, nello stesso tempo, ad aprire un confronto con il Governo per avere le risorse sufficienti per la loro manutenzione, vista la situazione finanziaria delle Province. Il monitoraggio realizzato ha confermato una situazione sicuramente difficile, soprattutto per quello che riguarda le strade provinciali. Certo – chiarisce Niccolai – anche se non si tratta di una competenza diretta della Regione, la questione delle strade di competenza provinciale ha assoluta rilevanza, perché la mancata manutenzione rischia di creare situazioni di fortissimo disagio per la mobilità dei cittadini in molti territori. L’esempio più eclatante, di cui mi sono occupato più volte, è quello della viabilità in provincia di Pistoia, dalla Camporcioni ad altre strade provinciali. La situazione finanziaria delle province impone di mettere mano alla classificazione di tutte le strade, a maggior ragione di quelle più trafficate, visto che da essa dipende la competenza in merito agli interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria. Con l'interrogazione chiediamo alla giunta regionale di riferire al Consiglio in merito allo stato dei rapporti con il Governo nazionale rispetto al finanziamento dei necessari e imprescindibili interventi sulle strade provinciali e rispetto al processo di riclassificazione dei tracciati stradali che il processo di superamento delle province rende necessario e urgente».


«Con il decreto legge del giugno scorso – aggiunge Massimo Baldi – il governo ha stanziato ulteriori 48 milioni per le Province per l'esercizio delle funzioni fondamentali, tra le quali la viabilità provinciale, cui si aggiunge l’attribuzione diretta dei 100 milioni già stanziati dalla legge di stabilità per la manutenzione delle strade. Anche la Regione ha fatto la sua parte, soprattutto con i fondi erogati per la prevenzione del rischio idraulico e per la difesa del suolo: secondo noi, come chiediamo nell’interrogazione, si tratta di una linea di azione da confermare e rafforzare. Nessuno ha lasciato o intende lasciare sole le Province con i loro problemi. E sono fiducioso che, come sempre, con la collaborazione di tutti, sapremo trovare una soluzione anche per le situazioni più difficili».

Fonte: Pd
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




4/8/2016 - 12:30

AUTORE:
Alessandro

Ma trattasi soltanto di una interrogazione. Invece che interrogare bisognerà fare, ovvio con le attenzioni del caso per non affidare tali lavori a ditte in odor di pulizia del denaro sporco.
La situazione è critica sia per le strade, sian esse comunali che provinciali, sia per gli edifici scolastici. Oppure l'intento è solo quello di asfaltare?!
Il problema è serio, molto serio.

4/8/2016 - 8:06

AUTORE:
roberto ferroni

Si criticano le strade provinciali. Giusto, anzi giustissimo, se non fosse perché secondo certe iniziative le province dovrebbero essere state cancellate, de iure. Ma se non debbono più esistere, perché qualche presidente invoca ancora maggiori fondi ? Oppure fu tutto fumo negli occhi per fare di un corpo eletto un ente di nomina oligarchica ? Ma ci possiamo confortare con le regioni, lo stato, il comune, le cui strade sono nelle stesse - e deplorevoli - condizioni. Buche, dissesti, rattoppi ed evidentemente manutenzioni che per i capitolati d'intervento o per la tecnica di esecuzione sembrano più scherzi di carnevale. Di questo passo, già scesi da 50 km/h a 40 e 30 km/h saremo costretti a lasciare i veicoli, tutti, a casa e procedere a piedi. Sempre che non sia un progetto segreto a tutela della salute (?!?!).

3/8/2016 - 17:17

AUTORE:
Franco

Finalmente esponenti validi del PD serio si muovono. Mi pare necessario però fare attenzione perchè quando si creano emergenze si da anche spazio ad appalti alle solite ditte .. non adeguate .. con costi esuberanti con grande spreco di denaro pubblico. Inoltre l'attuale amministrazione pubblica (politica e burocrate) va completamente saltata affidando soldi e competenze ad una sola "autorità tecnica competente" nominata ad hoc dalla Regione .. non si può permettere a chi non è in grado, di sperperare denaro pubblico con tutte le inefficienze già riscontrate.