Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:11 - 29/11/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Io a queste considerazioni metafisiche sulla condotta umana degli eletti , ci ho sempre creduto poco .

Se la Costituzione prevede che il rappresentante eletto rappresenti l'elettore pur non essendone .....
CALCIO

Con soli 9 punti e reduci in settimana da un avvicendamento alla guida tecnica (via il mite Frustalupi e dentro il grintoso Riolfo), gli arancioni non possono commettere altri passi falsi, se vogliono evitare le secche della bassa classifica.

CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

CALCIO

Una cosa ci teniamo a dirla: noi di Valdinievole Oggi non siamo osservatori imparziali. Siamo sportivi, ci mancherebbe altro. Ma siamo tifosi della Pistoiese e soffriamo tantissimo quando vediamo la nostra squadra arrancare in questo modo.

RALLY

Si è conclusa sull’ultima pedana d’arrivo del Campionato Italiano Rally la stagione sportiva di Simone Baroncelli e Donato Bartilucci, portacolori della scuderia Jolly Racing Team impegnati sulle strade dell’ultimo appuntamento del Tricolore 2020.

CALCIO

I campionati non si vincono né si perdono a novembre. Ma per la Pistoiese non è più tempo di lasciare punti preziosi agli avversari. Come, purtroppo, è accaduto nella scorsa gara di campionato con l' Olbia che, con tutto il rispetto per la formazione sarda, non è certo un fulmine di guerra.

RALLY

Novantadue chilometri di prove speciali, le più attese della stagione, quelle che incoroneranno i campioni nazionali.

RALLY

Ha confermato il ruolo di assoluta protagonista, la scuderia Jolly Racing Team. Il sodalizio di Larciano si è infatti congedato dall’asfalto del Rally di Pomarance con il primato conquistato nel confronto tra le scuderie partecipanti.

SPORT

Autodemolizioni Dolfi, azienda leader del settore di demolizione e smaltimento dei veicoli a motore, entra nel calcio maschile e nella pallavolo femminile, supportando Sporting Casini e Progetto Volley Bottegone.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Dal 10 novembre è possibile acquistare il francobollo.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
MONTECATINI
Settecento euro al mese a sostegno dell'affitto per l'apertura di nuove attività commerciali in centro

30/5/2016 - 15:54

Il Comune ha predisposto un bando per l’erogazione di un contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di affitto a favore di imprese per l’apertura di nuove attività sul territorio. Uno stanziamento complessivo di 100mila euro, per favorire e migliorare l’attrattività dell’offerta commerciale, per dare impulso e sostegno alle imprese e all’occupazione di un centro vivo e per contrastare il fenomeno delle vetrine vuote o spente.
 
“L’erogazione sarà prevista per le imprese che intendono avviare nuove attività in locali non di proprietà e per i quali si sostengono regolari oneri di affitto – ha detto l’assessore alle attività produttive Helga Bracali -  potranno essere attività sia alimentari che non, di somministrazione di alimenti e bevande, attività artigianali come gelaterie, pasticcerie, yogurterie, frullerie, piadinerie, mestieri artistici ma anche abbigliamento su misura. Non potrà partecipare al bando, che al massimo può erogare a testa 700 euro mensili per un solo anno (quindi massimo a testa di 8.400 euro), chi abbia cessato l’attività nella stessa strada nei sei mesi antecedenti all’emissione del bando, e per la concessione del contributo, il beneficiario dovrà impegnarsi, pena revoca e recupero del contributo, a non cessare l’attività nei due anni successivi all’avvio dell’attività. Dovrà trattarsi di locali inutilizzati da almeno tre mesi antecedenti la data di pubblicazione del bando. Centomila euro non è una cifra che può risolvere tutti i problemi, lo sappiamo bene, ma può servire a far riprendere fiducia alle attività commerciali del centro e non solo e questo bando va nella direzione di una maggiore fiducia a vantaggio di chi fa il commerciante”.
 
Sono escluse dal bando attività che vendono armi, servizi di telefonia mobile, tabaccherie, compro oro, agenzie di viaggi, articoli per soli adulti, commercio di sigarette elettroniche, negozi etnici. I contributi saranno erogati redigendo una graduatoria: 40 punti andranno a chi localizzerà l’attività in via Pistoiese, corso Matteotti, piazza del Popolo, viale Verdi, corso Roma, viale IV Novembre, via Don Minzoni, piazza XX Settembre, via San Martino, via Cavour, via Solferino, via Antonietta, via Toti.


Dieci punti saranno assegnati all’impresa il cui titolare non abbia più di 35 anni, altri punti, ben 35, saranno calcolati per l’originalità del progetto, e per la capacità di offrire prodotti di qualità e/o a  filiera corta.
 
Il bando sarà disponibile sul sito del Comune dal 6 giugno al 30 luglio.

Fonte: Comune Montecatini
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




5/6/2016 - 1:04

AUTORE:
helga bracali

Signor Uguccione,
i miei recapiti telefonici sono i seguenti: 0572/918251 Segreteria del Sindaco per fissare appuntamenti oppure direttamente 348 6537413.
Troveremo un orario che mi permetterà di incontrarla per spiegargli meglio le caratteristiche del bando e sarò a sua disposizione per ascoltarla anche di sabato e di domenica.
Buon lavoro

3/6/2016 - 17:09

AUTORE:
UGUCCIONE

Gent.mo Assessore, vedo che non è molto incline alle critiche ma, io ormai ho la serenità della mia età che mi consente la sopportazione che il cittadino deve sempre e comunque avere di fronte al "simbolo" del “potere” locale e non, cioè “l’Amministratore Pubblico. Invero, per quanto riguarda l’anonimato, devo dirle che si sta sbagliando anche perché dovrebbe valutare il contenuto e non chi lo scrive. All’interno del commento non c’è nessuna offesa nei confronti dell'Amministrazione o nei suoi ma, un’opinione, condivisibile o meno e quindi anonimato o no, cosa importa. Visto che comunque ho dovuto, come tutti gli altri, inserire il mio indirizzo email, do espressa liberatoria alla redazione di Valdinievole Oggi, di fornirgliela ed io nel mio indirizzo, ho nome e cognome reali. Sarei lusingato di poter fare una tranquilla e serena disquisizione sull’argomento trattato e, magari non solo, con lei ma con quanti dell’Amministrazione Comunale di cui lei fa parte volessero partecipare. Purtroppo però, devo significarle che dovendo, non per diletto ma per necessità lavorare, mi è impossibile venirla a trovare in quelle che per me sarebbero ore di lavoro non retribuite ma, sarei disponibilissimo la sera alle 18,00 o il sabato mattina, oppure la domenica per l’intero giorno. Sarei felice di venirla a trovare, munito ovviamente di carta di identità, non sia mai e, di fare quattro chiacchere a tutto tondo, sempre in serenità e trasparenza. Nel merito, vorrei porre alla sua attenzione su una cosa che trovo venga “erroneamente valutata”. Tanto per chiarire: Il denaro che entra nelle casse pubbliche da qualunque parte arrivi, è comunque e sempre denaro dei cittadini, aldilà di come l’Amministrazione lo utilizzi stante che Il Comune non è un’impresa privata ma, un Ente Pubblico. Ciò detto, visto che io non leggo, quantomeno non a sufficienza a suo parere, ma ovviamente lei si, mi par di ricordare e, lei sarà sicuramente di aiuto alla mia memoria fallace che, alcuni giorni fa (non tanto pochi in verità), l’Amministrazione valutava se fosse possibile spendere i denari, derivanti dalla tassa di soggiorno in maniera "diversa" da quanto consentito ma comunque, “dei cittadini” in altro modo. Per quanto riguarda i negozi “etnici”. Mi spieghi per cortesia cosa significa che già ci sono. Forse mancano bar, negozi di intimo, ristoranti e piccoli bistrot, negozi di calzature o di abbigliamento? E poi, perché si debbono prendere le linee guida di Firenze. Qual è il nesso. Mi scusi ma, tanto per citare un esempio. Perché sulla tassa dei rifiuti l’Amministrazione Montecatinese non opera come Pistoia e cioè esenta dal pagare la tassa sui rifiuti sulle abitazioni a cui non viene erogata energia elettrica, gas ed acqua. Le linee guida di Pistoia non sono sufficientemente qualificate? Vogliamo prendere quelle di Pontedera? E, mi creda l’elenco potrebbe essere lungo, varrebbe forse la pena di partire da chi opera come il nostro Comune, la lista sarebbe veramente molto ma molto più corta. In ultimo e, non certo per importanza: perché solo le strade del Centro della città? Nei giorni scorsi sulla cronaca è comparso un articolo sull’assenza ormai pressoché totale di negozi nella via Marruota. Un solo nuovo locale ma, quanti sfitti? Nella zona sotto verga sono ancora una volta brutti, sporchi e cattivi. Per gentilezza assessore, si dia una calmata, si intinga giusto un attimino in un bagno ristoratore di umiltà e dopo , la incontrerò più che volentieri, mi creda. Mi consenta un’ultima battuta ma, mi creda, fatta senza cattiveria, giusto per sdrammatizzare. E’ veramente sicura, convinta sicuramente si, che lei tutti i giorni cerca di aiutare la sua città. Attenderò comunque con impazienza l’uscita del bando. Vedrà, al nostro sperato celere incontro sarò informatissimo. Cari saluti e buon lavoro Assessore.

3/6/2016 - 11:41

AUTORE:
UGUCCIONE

Leggo con dispiacere che l'assessore Bracali dia dell'anonimo a coloro che scrivono un commento dove non è richiesto il nome di battesimo o un documento, accetti i commenti per i suoi contenuti e non per chi li scrive, soprattutto quando esprimono pareri in serenità ed educazione. Vorrebbe il nome degli scriventi per fare cosa: deportarli. Mia cara Signora, entri nel merito delle questioni e, se proprio vuole che si esca dall'anonimato, ci dia un numero dove reperirla "direttamente" non nell'orario di lavoro, perché sa, la gente lavora e quindi prendere dei permessi, oggi, è sempre più difficoltoso. Se lei volesse, dalle 18,00 in poi oppure di domenica io sono disponibilissimo ad incontrarla portandomi appresso la Carta Di Identità rilasciata da questo Comune. Le sarebbe cosa più gradita? Si accomodi, io non ho paura e non cé alcun motivo che ne abbia, di espormi e, sono disponibilissimo a dirle de visu il mio pensiero, con educazione e serenità, senza arroganza come lei mi pare invece faccia. Il nodo del problema mi sembra per lei essere l'approvvigionamento dei denari da spendere solo ed unicamente in una zona di Montecatini Terme. Orbene ma, non era storia di poco tempo fa il dibattito che verteva sullo stornare i denari dei turisti che sono comunque denari dei cittadini, non suoi o dell'Amministrazione, non lo dimentichi mai, di tutti i cittadini. per altri utilizzi. Forse lei non ha chiaro ma, codesta Amministrazione non è la proprietaria del Comune, l'amministra e basta e, purtroppo ma, solo a mio sindacabilissimo parere, non molto bene. Una cosa vorrei però che mi spiegasse, essendo io a digiuno di politica amministrativa pubblica: dove sta scritto che i denari che provengono dalla tassa di soggiorno devono essere spesi a conforto del privato e non della promozione e, dove sta scritto che eventualmente le strade beneficiarie devono essere solo nel centro della città. A solo titolo di esempio: tempo addietro apparve sulla stampa un articolo in merito alla chiusura dei tanti negozi della via Marruota, si Assessore, quella strada sotto verga, dove stanno i soliti, sporchi, brutti e cattivi. Nessun intervento per rivitalizzare il commercio in quella zona? L'etnicità è presente a Montecatini, mi scusi ma, i negozi di intimo, i bar, i ristoranti ed i Bistrò, i negozi di abbigliamento, non sono presenti? Sono strapresenti ma, l'importante è che le vie centrali siano "al completo". Non signora, questo è il cammino che ci allontana dall'integrazione e dalla vera democrazia e, mi spiace io su codesta strada non scendo. Il riferimento poi ad altre realtà. Se vogliamo scendere su questo piano perché non mi spiega come mai Publiservizi a Pistoia non fa pagare la tassa sui rifiuti a chi ha un appartamento senza energia elettrica, gas ed acqua e Montecatini si? Se vuole possiamo andare anche fuori zona e parlare del Comune di Pontedera, mi dica lei di quale altro comune parlare, possiamo assieme far la conta. Ciò detto mi viene da osservare che lei cita esempi solo dove e per cosa le fa comodo, senza voler essere contraddetta, civilmente peraltro. Prima di esprimere con saccenteria i suoi indiscutibili pensieri, io non voglio mica farle cambiare idea, ci mancherebbe altro, faccia un bagno di umiltà, lei non incarna la perfezione ed io meno ma, per cortesia : lei che ci mette la faccia tutti i giorni, si faccia trovare in orari più decenti e, perlomeno la mia faccia la vedrà e potremo, serenamente discutere, senza dare dell'ignorante a nessuno e o voler essere portatrice sempre e comunque di parole di veritas.
Cari saluti e. buon lavoro sperando sia tale.

1/6/2016 - 23:52

AUTORE:
helga bracali

Mi dispiace leggere questi commenti che comunque vengono fatti da persone che si celano dietro nomi di fantasia, è sicuramente più facile rimanere nell'anonimato e scrivere di cose di cui non conosciamo nulla.
Come prima cosa occorre chiarire che i soldi che finanzieranno questo bando arrivano dalla Tassa di Soggiorno quindi non arrivano dalle tasche dei cittadini ma dei turisti perchè è un'operazione turistico - commerciale.
Come tale sono state inserite determinate categorie perchè devono soddisfare la clientela, i negozi etnici esistono già a Montecatini, seguendo le linee guida di Firenze e altri comuni della toscana diamo la preferenza a negozi con prodotti di qualità, prodotti di filiera corta .....
Per quanto riguarda i mercatini ci vengono richiesti dai commercianti per attrarre clientela, il mio dovere di assessore alle attività produttive è di ascoltarli e cercare di aiutarli come posso, non ho mai negato a nessuno un appuntamento e se mi chiamano al telefono e non posso rispondere richiamo. Le ricordo che alcune domeniche fa c'è stato un mercatino che ad alcuni ha dato fastidio, ma altri hanno richiesto all'organizzatore di ampliare la zona.......mettetevi d'accordo e se avete bisogno di me il numero del mio ufficio è 0572918245 e ricevo martedi e giovedì mattina dalle 10 alle 12.Io mi sono firmata e comunque tutti i giorni ci metto la faccia per cercare di aiutare la mia città ad avere nuova luce, lei signor Uguccione non so chi sia comunque il bando uscirà lunedì 6 giugno, le consiglio un'attenta lettura.

31/5/2016 - 20:16

AUTORE:
Luigi Innocenti

È un importante segnale di attenzione della comunità verso chi ci vuole investire. Certo, risorse scarse ma Buona iniziativa.

31/5/2016 - 18:11

AUTORE:
luca

1) il comune eroga fondi dei cittadini ad attività (o parte di esse)a cui poi fa fare concorrenza con mercatini e sagre durante il periodo di maggior lavoro (primavera).
2) i punteggi : 35 punti (su un max di 85 assegnati arbitrariamente (non viene specificato come). Anche Erdogan in turchia ha stabilito che per i concorsi pubblici se sei ingegnere vale x , sesso vale y, età vale Z.. ma se vieni dall'università musulmana il valore è pari a x+Y+Z messi assieme..
in parole povere questi sistemi puzzano perchè sono sempre manovrabili e (come al punto 1) contraddetti nei fatti.

31/5/2016 - 11:39

AUTORE:
malfidato

non è che qualcuno ha un fondo sfitto in Corso Roma?

31/5/2016 - 11:20

AUTORE:
Bagnaiolo

Per la borghigiana la segnalazione è veritiera ,per Uguccione sono in parziale sintonia,non concordo sulla metologia,da sempre tenuta da tutte le amministazioni di viale Verdi,verso specifiche categorie tutelate perchè basilari nell'economia termale.
Non dovrebbe essere così, riservare ai soliti noti i soldini di tutti ,mentre gli altri stanno a vedere,non è cosa buona e giusta!

31/5/2016 - 9:43

AUTORE:
Uguccione

Leggo dell'ultima trovata dell'Amministrazione Comunale e, mi rendo conto sempre di più che con i soldi degli altri si possono fare le cose più sbagliate. Nel merito: perché con i soldi di tutti, non solo di alcuni, si deve sorreggere una sola categoria? E perché con una discriminazione plateale sono esclusi i negozi etnici? Bell'esempio di democrazia e di volontà di integrazione. Nondimeno, perché questi €100.000,00 di tutti i cittadini e non solo di una categoria, non vengono utilizzati per altre categorie o per lavori pubblici che, credetemi, a Montecatini sono veramente latenti, quantomeno in alcune zone, sia a Nord che a Sud. Ma cosa Vi viene in mente? Come si fa a spendere i soldi dei cittadini, di tutti i cittadini, per una categoria e per i proprietari dei negozi. Non potevate eventualmente legare l'erogazione a patto che anche i proprietari dei negozi rinunciassero a qualcosa? Forse avreste, seppur ingiustamente, aiutato più persone. La vostra Amministrazione Amministrazione fa sempre salve alcune categorie con i soldi di tutti ma, i tutti, sono d'accordo? Caro Sindaco, il mio modestissimo parere, sindacabile all'infinito è che prima lei e la sua Amministrazione tornate a casa e meglio è per Montecatini. Badate bene, non sono uomo di destra anzi, ma quando è troppo è troppo. Se veramente volete bene a questa città, tornate a casa. Di soldi gettati al vento, sempre di tutti e non solo di pochi, ne abbiamo avuto assaggio amaro con Miss Italia. Ma lei, mi scusi, non impara mai? Diceva Seneca: se insegnano, gli uomini imparano. Non sempre purtroppo è così, il caso di specie lo certifica.

31/5/2016 - 7:53

AUTORE:
borghigiana

La foto si riferisce a Corso Indipendenza a Borgo a Buggiano!!!