Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 22:11 - 30/11/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Partiamo da una considerazione sempre valida .
La vita è sacra .
Chi a causa di una guerra muore o soffre o è costretto a scappare è vittima .
Vittima è anche il soldato invasore che non ha scelta .....
BASKET

Fabo Herons Montecatini comunica di avere raggiunto un accordo per le prossime tre stagioni sportive, sino al 2024-25 compreso, con Marco Arrigoni, ala-centro di 198 cm, proveniente dalla Serie A2, che era in forza alla Rinascita Basket Rimini, di cui era capitano e dalla quale si è appena liberato.

BASKET

Alessio Torrini, ala pivot classe 2005 e protagonista dell'Under 19 Silver Movind, in testa alla classifica del proprio campionato, è stato tesserato in doppio utilizzo con la Wolf Pistoia.

BASKET

Arriva il primo stop casalingo di questo campionato per la Over Nico Basket Ponte Buggianese, superata 61-76 dalla Pallacanestro Femminile Pontedera.

BET

L'offerta di bonus agli scommettitori è una caratteristica distintiva dei bookmaker online. Nel tentativo di attirare l'attenzione degli scommettitori online, le società sportive offrono scommesse gratuite e altre promozioni. Qui di seguito, mettiamo in evidenza tutte le caratteristiche del loro utilizzo per la carriera di scommesse online.

RALLY

Nella serata di ieri, al Nursery Campus dei Vivai Vannucci, a Pistoia, si è svolta la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Campionato Provinciale ACI Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”,

BASEKT

La Gioielleria Mancini torna fra le mura amiche nell’incontro valevole per la nona giornata contro il Galli San Giovanni Valdarno.

RALLY

Definite le classifiche della seconda edizione del campionato provinciale Aci Pistoia – “Memorial Roberto Misseri”.

HOCKEY

Si apre la stagione indoor che vedrà impegnato l'Hockey Club Pistoia nei massimi campionati nazionali.

none_o

All'oratorio della Vergine Assunta di Serravalle Pistoiese, l'esposizione di arte contemporanea dell'artista Filippo Basetti.

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del mese.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Fritole veneziane.

Sales and Didactic Consultant

Descrizione della posizione

SI .....
E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
PONTE BUGGIANESE
A Roma per la presentazione dell'Atlante delle stragi c'era anche il sindaco Pier Luigi Galligani

14/4/2016 - 15:57

Un sito internet (www.straginazifasciste.it), un punto di riferimento fondamentale per la ricerca storica, un nuovo passo sul cammino della memoria:  tutto questo, e molto di più, è l’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia 1943-1945, un’opera frutto di lunghe e approfondite ricerche volte a documentare fatti di sangue e di barbarie che non possono essere dimenticati e che non devono più ripetersi.
 
La presentazione dell’opera, concepita e finanziata congiuntamente con la Germania, è avvenuta mercoledì 6 aprile nella sala Aldo Moro presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alla Farnesina a Roma, con gli interventi di Carlo Smuraglia, presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, e Claudio Silingardi, direttore dell’Istituto Nazionale per la storia del movimento di Liberazione in Italia, due realtà fondamentali per la realizzazione dell’opera; a rappresentare la Germania era  presente l’ambasciatrice in Italia Susanne Wasum-Rainer.
 
Alla presentazione alla Farnesina erano presenti, fra gli altri, anche Pier Luigi Galligani, sindaco di Ponte Buggianese, e Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio, rappresentanti dei territori colpiti dall’eccidio del 23 agosto 1944,  l’Eccidio del Padule di Fucecchio, con 174 vittime civili tra donne, uomini e bambini. Significativa è stata anche la presenza del presidente emerito della Corte Costituzionale, Giovanni Maria Flik,che in precedenza come Ministro della Giustizia aveva seguito alcune vicende legate alle stragi, e del Procuratore Militare Marco De Paolis, che ha istruito i processi.
 
I semi originari per la realizzazione dell’Atlante vengono gettati nel 2009 con l’insediamento, da parte del governo italiano e della Repubblica Federale Tedesca, di una Commissione Storica composta da 5 membri italiani e 5 membri tedeschi. Tale Commissione aveva il mandato di elaborare un’analisi critica della storia e dell’esperienza comune durante la seconda guerra mondiale, così da contribuire alla creazione di una nuova, europea cultura della memoria.
 
Il risultato del loro lavoro offre una sintesi di approfondimento e semplicità senza precedenti: per la prima volta, grazie alla struttura multimediale ed interattiva dell’Atlante, sarà possibile concentrare in un unico contenitore la storia di tutte le vittime di stragi e uccisioni perpetrate da nazisti, fascisti o nazi-fascisti dal 1943 al 1945. Il lavoro è a disposizione delle scuole italiane, ma anche dei giovani europei, visto che è stato pubblicato anche in inglese e tedesco.


Il bilancio è di 5.428 episodi individuati, più di 23mila vittime e di queste 4.465 in Toscana, la regione maggiormente colpita. Al valore oggettivo di numeri e percentuali si unisce la possibilità di consultare e studiare ogni singolo caso, inquadrandolo nel complesso delle grandi stragi di massa ma anche nella sua componente specifica, individuale. La banca dati dell’Atlante sarà arricchita da testi, immagini e atti processuali, tutti liberamente consultabili e in costante aggiornamento.
 
L’indagine storica per l’Atlante è stata condotta a livello locale da un gruppo di oltre 90 ricercatori, che si è avvalso – oltre che dei risultati delle precedenti stagioni di ricerca, relativi in particolare a Puglia, Campania, Toscana, Emilia Romagna e Piemonte – di tre serie di fonti comuni a livello nazionale: la banca dati degli episodi di violenza sui civili compiuti durante l’occupazione tedesca in Italia, elaborata dalla Commissione storica italo-tedesca sulla base delle relazioni dei carabinieri reperite presso l’Archivio dell’ufficio storico dello stato maggiore dell’esercito e l’Archivio storico dei carabinieri di Roma; il registro generale delle denunce per crimini di guerra raccolte a partire dal 1945 presso la Procura Generale Militare di Roma (illegalmente archiviate nel 1960), reperito dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento dei fascicoli relativi a crimini nazifascisti (XIV Legislatura); le sentenze e i fascicoli dei procedimenti giudiziari dibattuti presso i Tribunali militari nel corso dell’ultima stagione processuale (dal 1994 ad oggi).

Fonte: Comune Ponte Buggianese
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




23/4/2016 - 21:41

AUTORE:
REMO BENEDETTI

M i riferisco a "Finito il mandato.....?" Autore Pier Luigi Galligani, per confermare e solidarizzare il contenuto dello stesso.Fai bene SINDACO ad essere sempre presente in qualsiasi occasione per portare avanti il nome di PONTE BUGGIANESE in tutte le occasioni, in qualunque circostanza ed in qualunque sede: è il tuo impegno e dovere verso tutti i cittadini del nostro Comune.
Hai la capacità e la competenza di poterlo fare. E poi, e poi..... lo vedrai te cosa fare, le capacità non ti mancano.
Distinti saluti.

15/4/2016 - 6:41

AUTORE:
Pier Luigi Galligani

Pregiatissimo Signor Carlo,
Le posso assicurare che non sò dove mi "intrufolerò" dopo finito il mandato di Sindaco. Non ci ho ancora pensato e poi non dipende solo da me.
Le posso però assicurare una cosa: che fino all'ultimo giorno del mio mandato continuerò a svolgere il mio compito con tutto l'impegno possibile e con dignità. Compreso il dovere di rappresentare in tutte le sedi il Comune di Ponte Buggianese per assolvere all'impegno assunto di fronte ai Cittadini. Se a volte questo può apparire anche come "presenzialismo": pazienza, ma è implicito nel ruolo.
Un cordiale saluto.

14/4/2016 - 19:02

AUTORE:
Carlo

Poco presenzialista. Ma come farà finito il mandato? Dove si intrufolera ? Mah...mah...mah...