Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 07:09 - 21/9/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Questi giorni ho avuto due soddisfazioni.

Don Biancalani ha avuto giustizia e il Governo ha stabilito che 24 milioni di Italiani dovevano mettersi alle regole in una questione di sanità pubblica. .....
SPORT

Una parata di campioni di casa nostra quella che ha sfilato domenica sul palco di "Non è la fiera".

BASKET

Montecatini Terme Valdinievole Basket è lieta di annunciare ufficialmente che disputerà le proprie gare casalinghe al Palaterme di Montecatini Terme, come stabilito dal calendario definitivo del campionato di Serie C Gold 2021-22.

RALLY

Un altro podio, per AutoSole2.0, la giovane realtà di gestione programmi sportivi di Quarrata, che al 39° Rally di Casciana Terme, nella giornata di domenica ha salito il terzo gradino del podio.

BASKET

Dopo aver sfidato la Cestistica Spezzina, la squadra allenata da Francesco Nieddu ha disputato sabato sera un'altra amichevole nel percorso di avvicinamento all'inizio del campionato di A2, che al primo turno vedrà impegnata la Nico nel derby a San Giovanni Valdarno. 

BASKET

Siamo lieti di annunciare un accordo di collaborazione che vuol essere apripista per altri futuri, rivolti allo sviluppo e la crescita del basket in Valdinievole.

SPORT

Le eccellenze sportive del nostro territorio protagoniste a "Non è la fiera" a Casalguidi.

PATTINAGGIO ARTISTICO

Ricca di ottimi risultati è stata la trasferta sulla riviera romagnola per le pattinatrici dello Skating Quarrata, che dal 25 agosto al 7 settembre hanno partecipato a Misano Adriatico, alla 45^ rassegna nazionale memorial Sandro Balestri 2021.

BASKET

Stavolta ha deciso che il basket giocato poteva aspettare. Scelta difficile per il capitano di mille battaglie, storica bandiera del Montecatiniterme Basketball dall'anno della sua fondazione, nel 2016.

none_o

"Vasari. Le vite", opera video di Federico Tiezzi, dal 22 settembre.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori è dedicata a un libro di Alessandro Piperno.

In un certo grande Stato
un governo fu formato
dove c’erano .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Viene considerato uno degli esponenti più significativi della Scuola Pistoiese.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
cerco casa in affitto euro 300 350 al mese
none_o
Con la morte di Licio Gelli restano irrisolti tanti segreti: per anni il "venerabile" aveva ricevuto a Montecatini

16/12/2015 - 10:22

E' morto ieri sera verso le 23 a Castiglion Fibocchi (Arezzo) a 96 anni Licio Gelli, ex "venerabile" capo della loggia massonica deviata P2. Gelli è sempre stato al centro di tutte le trame occulte della nostra Repubblica e si porta nella tomba i tanti segreti (il suo nome è spesso rimbalzato dalla strage di Bologna agli omicidi Sindona e Calvi, dal tentato golpe Borghese agli intrecci tra servizi segreti e mafia) che forse resteranno per sempre tali. Nato a Pistoia, per anni ha avuto anche a Montecatini un ufficio in cui riceveva ogni settimana decine e decine di persone e sempre in Valdinievole Gelli aveva militato anche in alcune formazioni partigiane alla cui guida c'era Romolo Diecidue, parlamentare democristiano di cui diventerà factotum nell'immediato dopoguerra.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




23/12/2015 - 1:37

AUTORE:
berai

Cari Redattori,

dal doppio gioco gelliano a riportare che era combattente partigiano vi è una certa differenza.

Le ricerche su internet avreste dovuto farle voi prima di scrivere cose approssimate.

Consiglio di leggere un libro molto interessante :


Prof RENATO RISALITI
LICIO GELLI a carte scoperte

Ferdinando Brancato Editore

Risulta infine che il Preside Diecidue è stato per un breve periodo Presidente del C.L.N. di Montecatini.

Ricambio graditi saluti

RISPONDE LA REDAZIONE
Caro lettore, come può leggere nell'articolo noi non abbiamo scritto che Gelli era un combattente partigiano, ma che "aveva militato anche in alcune formazioni partigiane". Il che - pur restando, sempre come abbiamo già scritto, con i piedi su due staffe - è ampiamente documentato. Che poi lo abbia fatto per convinzione o per interesse, questo non riguardava il breve articolo che abbiamo pubblicato. Quindi non abbiamo scritto nessuna "cosa approssimata".
Per il resto abbiamo già sufficientemente risposto nel post precedente.

20/12/2015 - 12:09

AUTORE:
Berai

non risulta un Licio Gelli partigiano e tantomeno un Diecidue comandante partigiano di formazioni combattenti.

Rivedete le vs. fonti e scoprirete che i partigiani erano guidati da Bruno BARNI,futuro sindaco di Montecatini Terme.

Si sa per certo che Gelli dopo guerra fù segretario personale del Prof. Diecidue che era stato eletto nelle liste DC in parlamento.

Non si hanno tracce del suo ufficio montecatinese, sappiamo che amava Montecatini e la frequentava sin da giovane quando era Ufficiale della Repubblica di Mussolini, anno 1944.

saluti

RISPONDE LA REDAZIONE
Gentile lettore, intanto la ringraziamo per il suo intervento. Ci permetta però di non essere d'accordo su alcune sue dichiarazioni. Che Gelli abbia colleborato con le formazioni partigiane (pur restando sempre con i piedi su due staffe) risulta da diversi documenti in nostro possesso. Tra i molti (che potrà comunque trovare facendo una ricerca su internet) ne segnaliamo due.

Di seguito il primo, tratto da un articolo apparso nel 2009 in una rivista edita dall'Istituto Storico della Resistenza di Pistoia.

"La collaborazione di Gelli con la formazione di Silvano Fedi registrò una repentina impennata fra maggio e giugno. Proprio nella notte fra il 31 maggio e il 1° giugno 1944 un’altra incursione partigiana nella fortezza di Santa Barbara fruttò una mole cospicua di materiale. Gelli offrì un magazzino, che possedeva in via Erbosa, accanto alla casa di abitazione, per ospitare ciò che era stato sottratto e conservarlo al sicuro per alcuni giorni (…).Per offrire ulteriori e definitive garanzie sul suo passaggio di campo, partecipò di persona, il 26 giugno 1944, all’incursione nelle carceri trasferite alle Ville Sbertoli di Collegigliato che fruttò la liberazione di qualche decina di prigionieri politici ed ebrei (…). Fu convocato presso il Cln in piazza Mazzini: fu interrogato per quattro ore dal presidente Italo Carobbi e, in rappresentanza della Democrazia Cristiana, da Palmiro Foresi e Giorgio Braccesi. In quell’occasione gli fu rilasciato un lasciapassare per la collaborazione prestata al mo- vimento partigiano".

Questo invece un estratto dal sito biografieonline.

"Nella primavera del 1944 Gelli, prende contatti coi partigiani, sembra in particolare con Giuseppe Corsini, membro comunista del CLN e nel dopoguerra sindaco di Pistoia e senatore dal 1953 al 1968. (…) Agli inizi di maggio, nel cortile della Federazione fascista, ferisce "accidentalmente", mentre pulisce la pistola, l'autista della Federazione, Quintilio Sibaldi: questi, il giorno prima, aveva scorto il camerata Gelli parlare con Silvano Fedi, capo di una formazione partigiana anarchica. Il segnale è chiaro (…). Il repubblichino pentito salta definitivamente il fosso: guidando la sua macchina militare si presenta, con cinque uomini della "Fedi", alle Ville Sbertoli, un ospedale psichiatrico trasformato, per le esigenze belliche, in carcere. Qui, spacciandosi per ufficiali di polizia, riescono ad entrare, a disarmare e liberare 59 detenuti politici".

Quanto a Diecidue, organizzò la resistenza antifascista a Montecatini e, in tale città, divenne il presidente del Comitato di liberazione nazionale.

Infine, Gelli ha ricevuto per anni politici e semplici cittadini , se non in un vero e prorpio ufficio, sicuramente in un grande albergo di Montecatini.

Cordiali saluti