Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:09 - 23/9/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Se nemmeno coloro che ritieni la pensino come te (anche se non glielo auguro) riescono a capire da che parte stai, il problemino forse ce l'hai tu!
BASKET

ChiantiBanca ancora a fianco del Pistoia Basket 2000. Il rinnovo dell’accordo che legherà anche per la prossima stagione il nome della più importante banca di credito cooperativo della Toscana alla società biancorossa è stato annunciato nel corso di una partecipata conferenza stampa.

HOCKEY

Il movimento hockeistico fa le prove di normalità destreggiandosi tra le varie situazioni Covid delle regioni, ma cercando in ogni modo di tornare a disputare gare.

RALLY

Gara sfortunata, per Pavel Group,  lo scorso fine settimana, il 38° Rally di Casciana Terme, in provincia di Pisa. Alla gara, valida per il Trofeo Rally Toscano, entrambi gli equipaggi “griffati” dalla compagine pistoiese, non hanno potuto accarezzare la bandiera a scacchi, quindi ritirandosi.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme di scena l’ultimo convegno della stagione 2020 con la graditissima presenza di Denis Coku, il giovane campione di paradressage al quale è stato intitolato il Trofeo riservato ai gentlemen.

BASKET

A due settimane dall’inizio del campionato – esordio ostico a Bolzano – cominciamo a conoscere le nuove arrivate e partiamo da una giocatrice talentuosa e combattiva.

RALLY

Tre piloti nella “top ten” della gara, valore aggiunto di una prestazione corale che ha garantito a Jolly Racing Team un ruolo di primo piano sulle strade del Rally di Casciana Terme.

CALCIO

A seguito delle votazioni dell'assemblea dei soci del gruppo Cuori Arancioni, tenutasi in data 17 settembre presso la sede nei locali del bar Aurora, pubblichiamo le nuove cariche sociali valide per la stagione sportiva 2020/2021.

BASKET

Prosegue la preparazione della Nico Basket Femminile, in vista dell’esordio di sabato 3 ottobre a Bolzano, e una delle più eccitate all’idea di ricominciare a fare sul serio è sicuramente Marta Tesi, guardia del 2003.

none_o

Mastrovito è tra gli artisti più significativi della sua generazione.

none_o

Segnaliamo volentieri il primo romanzo di Lorenzo Monti.

Una terra con tanta storia,
se la percorri non ti annoia,
ogni .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Nato a Vienna nel 1747 è stato Granduca di Toscana dal 1765 al 1790.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Sono passati 40 anni dalla promozione delle Pistoiese in categoria A.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
none_o
Adesso Pescia: "In atto piano smantellamento ospedale, politica e sindacati in silenzio"

2/12/2015 - 17:32

PESCIA - Adesso Pescia interviene sull'ospedale.
 
"Siamo sempre più esterrefatti di quello che sta avvenendo all’ospedale di della Valdinievole. Nonostante tutte le rassicurazioni dei sindaci e dei rappresentati regionali toscani, assistiamo ormai nel silenzio generale della politica, dei sindacati, delle istituzioni e perfino dei comitati nati ad hoc, alla definitiva realizzazione del piano di smantellamento del presidio iniziato anni orsono e proseguito per un decennio, in modo strisciante e subdolo, prendendo in giro gli operatori e cittadini utenti.

 

Le responsabilità della politica sono enormi soprattutto perché mentre tutto ciò è accaduto si è negata l’evidenza e si è altresì rilanciato la palla in avanti affermando che il presidio di Pescia era fondamentale nella logica degli ospedali in rete, che ci sarebbero stati investiti milioni di euro per adeguarlo strutturalmente, che le eccellenze sarebbero state preservate e implementate ecc.

Evitando di ritornare, per carità di patria, sugli impegni presi in accordi di programma tra sindaci e Regione completamente disattesi, sulla favola del nuovo ospedale e su tutti gli altri annunci fatti in questi anni, che poi nei fatti si sono dimostrati lettera morta, prendiamo atto che ormai siamo alla fase finale dell’opera di smantellamento, quella parte del piano dei dirigenti dell’azienda (ormai Area vasta) tutta tesa a canalizzare l’attività operatoria sul nuovo ospedale di Pistoia (che ricordiamocelo deve far girare l’attività chirurgica delle sue sale a pieno regime; pena l’applicazione di penali da pagare ai privati), che dopo aver ulteriormente depotenziato la chirurgia e la cardiologia, riducendole al lumicino, ora si appresta a dare il colpo finale anche alle ultime due eccellenze rimaste: oculistica e punto nascite.

In oculistica grande parte dei medici, che hanno fatto la storia reparto, sono andati in pensione o hanno fatto altre scelte senza essere rimpiazzati, se non con una mero incremento di attività ambulatoriale; in ostetricia, nonostante si ragioni di investimenti e altre amenità, in tre anni siamo passati da più di mille parti a poco più di 500, senza considerare la cessazione dell’attività di pediatria (che molto ha voluto dire nello screditare tutta l’area materno infantile dell’ospedale).

Le vicende di questi giorni presupporrebbero le dimissioni di qualcuno che invece continua serenamente a “stare in sella” con retribuzioni molto sopra i 100.000 euro.

E’ probabile che tra qualche tempo qualcuno inizi a mettere in discussione gli investimenti previsti sul punto nascite (ma i soldi ci sono davvero?) in quanto il reparto, ormai sceso sotto le 500 nascite annue, non potrà più essere considerato di eccellenza.

Ci chiediamo cosa altro ancora debba accadere perché i sindaci della Valdinievole e quello di Pescia in particolare, battano su queste questioni un colpo e ritrovino un minimo di ruolo che pur è dato loro dalla legge in tema di sanità pubblica? Ci chiediamo anche cosa hanno da dire i sindacati su queste questioni, se è possibile e tollerabile ancora per molto questo appiattimento sulle politiche meramente economicistiche dell’azienda? Ci chiediamo che fine hanno fatto i comitati di cittadini che tante firme di sostegno avevano raccolto a difesa del presidio? Ci chiediamo anche che abbia da dire il nuovo corso del Pd regionale e provinciale su queste questioni? 

Vorremmo con questo nostro duro intervento sollevare un dibattito e avere alcune risposte, speriamo però che qualche “genio dell’amministrazione pubblica” non rispolveri l’idea del nuovo ospedale della Valdinievole, perché sarebbe veramente ai limiti della comicità sperare di far credere che in un’area in cui in 50 km ci sono tre nuovi ospedali, appena ultimati, si possa realizzare una nuova struttura, vista la penuria di risorse pubbliche attuali, contestualmente ci auguriamo che qualche amministratore locale abbia il coraggio e l’onestà intellettuale di affrontare con realismo i destini del nosocomio della Valdinievole tracciando, una volta per tutte, una strada percorribile finalizzata a dargli un ruolo nella rete sanitaria locale dei prossimi 20 anni".

Fonte: Adesso Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: