Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 06:03 - 03/3/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Ho 52 anni e ho seguito ininterrottamente il Festival di Sanremo da quando avevo 10 anni, nel lontano 1978.
Ricordo perfettamente quell' edizione, presentata da Maria Giovanna Elmi, l'annunciatrice-fatina .....
BASKET

Dopo il turno di riposo, sostenuto a causa del rinvio della gara interna contro Virtus Cagliari, la Nico Basket sta lavorando duramente in palestra in vista del derby di ritorno contro Firenze, che si disputerà domenica 7 marzo a San Marcellino. 

BASKET

La Giorgio Tesi Group Pistoia torna alla vittoria, conquistando due punti pesantissimi sul parquet di Cento e mettendosi alle spalle il periodo negativo con una prestazione convincente sotto tutti i punti di vista.

SCI

Ottimo bilancio per il Criterium Interappenninico che ha portato, dal 23 al 26 febbraio, sulle piste dell’Abetone quasi 300 atleti delle categorie Children da nove comitati regionali. Il Criterium è stato organizzato quest’anno dal Comitato Appennino Toscano con gli sci club Coverciano, Lanciotto e Prato Play.

CALCIO

La Serie C, campionato nel quale milita la Pistoiese e nel quale è possibile iniziare a respirare l'aria del professionismo, è da sempre un torneo di carattere regionale ma con una competitività elevata, e che in alcuni casi ha fatto registrare presenze di squadre storiche.

CALCIO

È inutile storcere il naso. Quello con l' AlbinoLeffe va considerato un punto guadagnato, e non un punto perso.

RALLY

E’ pronto al “grande salto” verso il palcoscenico più blasonato del rallismo nazionale, Thomas Paperini.

CALCIO

La Us Pistoiese 1921 ha il piacere di comunicare di essersi assicurata il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Simone Lo Faso, che ha da poco compiuto 23 anni.

BASKET

La gara interna della Nico Basket contro Virtus Cagliari, che si sarebbe dovuta disputare sabato 27 febbraio è stata rinviata, su richiesta della squadra ospite, a data da destinarsi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Laura Imai Messina.

none_o

Esce il libro "Con tutto l’amore di cui siamo capaci, il  nostro modo  di essere preti".

C’è un luogo naturale
che allontana ogni male,
e trasmette .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
VALDINIEVOLE
Giornata contro la violenza sulle donne: 349 i casi nella nostra provincia nei primi 9 mesi dell'anno

25/11/2015 - 15:42

Sono 349 casi di violenza da gennaio a settembre di quest’anno nella Provincia di Pistoia; nel 2014 le vittime erano state 328. Lo rende noto nella giornata internazionale contro la violenza alle donne, la  coordinatrice aziendale del Codice Rosa, Monica Bani,  che però precisa che l’aumento potrebbe anche essere legato sia alla maggiore capacità degli operatori sanitari, ormai molto formati, di riconoscere i segnali nelle vittime che non hanno coraggio di denuncia, sia alla maggior fiducia delle vittime stesse nei confronti degli Ospedali e di tutti gli Enti e Organismi competenti che seguono questo delicato percorso.  
 
Si precisa che dalla fine del 2013 nella provincia di Pistoia è attiva una rete interistituzionale provinciale per la “promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno della violenza nei confronti delle fasce più deboli della popolazione (donne, minori, anziani, disabili, omosessuali), indipendentemente dal loro stato civile e di cittadinanza.


La task force del Codice Rosa, lo ricordiamo, è composta da diversi professionisti, competenze, servizi e realtà: medici, infermieri, psicologi (dipartimenti di emergenza e urgenza, pediatria, ginecologia, geriatria) operatori delle Forze dell’Ordine coordinati dal pubblico ministero di riferimento della Procura di Pistoia, Claudio Curreli, che si raccordano sul territorio con gli assistenti sociali dei Comuni, con le strutture di salute mentale, i consultori, i Centri antiviolenza, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, le associazioni, i centri di recupero  che realizzando azioni coordinate, professionali e tempestive, di prevenzione, ascolto e sostegno alle vittime di abusi e violenza ne consentono la presa in carico e l' accompagnamento in tutto il percorso di uscita.


Grazie ai corsi della Ausl3 oggi praticamente tutti i medici e gli infermieri dei pronto soccorso sono in grado di attivare il Codice Rosa; per il 2016 sono inoltre previsti nuovi corsi di formazione per tutto il personale sanitario dei reparti ospedalieri e l’attivazione sul territorio di nuove“sentinelle”: persone che svilupperanno una maggiore capacità di osservazione sul fenomeno e una approfondita conoscenza dei servizi e delle risorse presenti sul territorio a cui indirizzare le vittime.


Nell’ambito dell’emergenza e urgenza sono inoltre previsti corsi di formazione anche per i volontari delle ambulanze.


Delle 349 vittime prese in carico dai servizi fino a questo momento, 288 sono adulte e 61 minori. Il reato, anche nella provincia pistoiese, nella stragrande maggioranza dei casi, è quello dei maltrattamenti in famiglia. La nazionalità è del 69% italiana e per il 32% straniera, distribuita tra tutte le etnie, con un aumento tra le donne cinesi.


La fascia di età più colpita rimane quella tra i 40 e i 49 anni con un notevole aumento di anziani:sono stati 8 i casi solo in questo ultimo mese. “Si svolgeranno corsi formativi per gli tutti gli operatori sanitari che entrano in contatto con le persone anziane ed in particolare per i professionisti della geriatria, perché questo tema, della massima attenzione nei confronti degli anziani con l’attivazione di specifici percorsi di prevenzione e protezione per questi cittadini fragili – fa sapere la dottoressa Bani - è stato fatto presente anche al tavolo regionale di coordinamento del Codice Rosa e sarà oggetto di approfondimento per tutte le aziende sanitarie della Toscana”.


Dal prossimo dicembre la unità operativa aziendale di geriatria avvierà una specifica formazione per gli operatori sanitari di questo ambito al fine di attivare percorsi di prevenzione e protezione adeguati agli anziani.  Sempre nel 2016 sono previsti interventi informativi in ambito scolastico per la prevenzione dei casi di bullismo.

Fonte: Asl
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: