Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 22:12 - 14/12/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

. . . . Ma Celentano cantava " chi non lavorare non fa l'amore "!!!
NUOTO

La squadra Categoria dell'Asd Nuoto Valdinievole si è egregiamente comportata al campionato regionale assoluto in vasca corta, al quale partecipavano i primi 26 atleti qualificati di ogni specialità.

NUOTO

Prestigioso terzo posto per Lodovico Francesconi ai campionati italiani assoluti Finp (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico) in vasca corta.

BASKET

È ancora tempo di derby per i ciabattini, il terzo sempre in trasferta in questo girone d’andata. È la volta della Cestistica Pescia di coach Maurizio Traversi che affrontiamo per la prima volta in assoluto in campionato.

BOCCE

Presentazione del  9°turno del campionato di Serie A2, secondo di ritorno e ultimo del 2019.

PODISMO

Domenica prossima due importanti manifestazioni podistiche si svolgeranno  in Valdinievole.

TENNIS

Luca Marianantoni vive a Larciano e scrive da ventitrè anni per «La Gazzetta dello Sport» principalmente di tennis e di statistiche.

BOCCE

Sabato inizia il girone di ritorno del campionato di serie A2. Molto eloquente il verdetto del girone di andata con 4 formazioni nei piani alti della classifica, una a metà e le altre 3 nelle parti basse.

BASKET

C’è il pubblico delle grandi occasioni al PalaCardelli per la partita che potrebbe essere lo spartiacque di questa stagione per i ciabattini. Al cospetto di coach Matteoni arriva la terza forza del campionato, il Basket Calcinaia di coach Gianluca Giuntoli.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mndadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

“L’isola che c’è” raccoglie gli scritti dei partecipanti a un laboratorio di scrittura autobiografica.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Cercasi coinquilina studentessa solo ragazze
Appartamento sito .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA
asd " ENERGY LATIN DANCE .....
PONTE BUGGIANESE
Inaugurato il Centro documentazione Eccidio Padule di Fucecchio alla presenza dei Ministri Esteri italiano e tedesco

9/11/2015 - 22:29

I ministri degli Affari Esteri di Italia e Germania, Paolo Gentiloni e Frank Walter Steinmeier, hanno tagliato il nastro al Centro di documentazione dell’Eccidio del Padule di Fucecchio, allestito al primo piano della Dogana del Capannone, porta d’accesso ovest all’area umida.

 

Il cerimoniale è iniziato in ritardo di quasi 4 ore (a causa di un problema tecnico all’aereo su cui viaggiava il ministro Steinmeier), con la deposizione in piazza Martiri del Padule, nella frazione di Anchione, di una corona di alloro al cippo commemorativo dei 175 civili uccisi dalle truppe naziste il 23 agosto 1944 nei comuni di Monsummano Terme (frazione di Cintolese), Larciano (frazione di Castelmartini), Ponte Buggianese, Cerreto Guidi (frazione di Stabbia) e Fucecchio (frazioni di Querce e di Masserella).

 

All’evento – peraltro coincidente con una data storica per la Germania, che il 9 novembre ricorda la caduta del Muro di Berlino, avvenuta nel 1989 - erano presenti, oltre a molti sindaci della Valdinievole, anche il presidente della Regione Enrico Rossi, l'on. Edoardo Fanucci e il procuratore militare Marco De Paolis.

L’edificio mediceo è stato riaperto al pubblico dopo oltre trent’anni di abbandono. La struttura è stata trasformata in un museo della memoria sulla strage compiuta dalle truppe naziste. La realizzazione del Centro di documentazione avviene al termine di un percorso di riconciliazione tra Italia e Germania: proprio quest’ultimo Paese, con un contributo di 88.000 euro, ha permesso la realizzazione di questa esposizione permanente dedicata all’Eccidio.

 

“Le nostre comunità – ha detto il sindaco Pier Luigi Galligani – continueranno a lavorare per il ricordo e la condanna di quei fatti e di chi li ha compiuti. Non lo facciamo per odio, ma per dignità, giustizia e verità. Un viaggio nella memoria condivisa che sia da esempio positivo e alimentare la speranza che queste tragedie non si ripetano più”.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: