Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 09:01 - 20/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Presidente in quota Forza Italia.

Per capire il personaggio ed il suo rapporto col caimano , si trova abbondante materiale e penso anche dagli atti parlamentari , l appoggio alla tesi della nipote .....
HOCKEY

Finalmente arancione anche in campo femminile assoluto, dopo oltre un decennio una formazione di Pistoia torna alle competizioni e con buone prospettive future.

SCHERMA

Davide Cutillo ha staccato il biglietto per la finale dei campionati italiani under 17 di fioretto che si disputeranno nel prossimo mese di maggio a Catania.

BASKET

Tredicesima vittoria consecutiva per la Gema Montecatini, che dopo un mese di stop in campionato (causa pausa natalizia e poi le prime due giornate rimandate dal covid) ha dimostrato di non avere affatto ruggine o scorie addosso.

SCHERMA

Prima grande soddisfazione nel circuito europeo under 17 per Fabio Mastromarino. 

SCHERMA

Un azzurro per due.

BASKET

Ventinove giorni dopo l'ultima volta, Gema Montecatini è pronta a tornare in campo per una partita ufficiale. Il 17 dicembre, giorno della dodicesima vittoria consecutiva a Prato, sembra però ormai lontanissimo.

BASKET

Riceviamo da parte di Mtvb Herons e pubblichiamo.

HOCKEY

Se non è un evento poco ci manca, finalmente dopo oltre un decennio di assenza Pistoia ripresenterà una formazione senior femminile nei massimi campionati italiani.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Inaugurazione il 19 gennaio alle 18,30, nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Pistoia.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
VALDINIEVOLE
Caccia posticipata allo storno, Pratesi (Federcaccia): “Chi pagherà danni della scellerata decisione della Regione?"

4/8/2015 - 11:51

Cacciatori pistoiesi sul piede di guerra dopo la scelta della Regione Toscana di procrastinare la caccia allo storno al 4 ottobre 2015. Federcaccia Toscana, sezione provinciale di Pistoia, scende in campo con il proprio presidente Giovanni Pratesi (in foto), che spiega, anche a nome e per conto di Arci Caccia.
 
“Quest’anno, contrariamente al passato, lo storno non potrà essere cacciato né alla preapertura né all’apertura generale della caccia. Per responsabilità ancora da accertare e incredibili ritardi burocratici, la Regione Toscana ha preferito rimandare la caccia allo storno al 4 ottobre 2015.
 
Ora tutti sanno, anche i meno esperti, i danni che questo uccello produce all’agricoltura, visto che staziona sui nostri territori in decine di migliaia di capi, facendo man bassa di frutta, uva, olive e tutto ciò che gli capita a portata di becco. Proprio per questo, le normative comunitarie consentono di poterlo cacciare subito, a tutela dell’agricoltura, affinché non ne diventi un vero e proprio flagello.
 
La Regione Toscana, con una mossa a dir poco incomprensibile (eufemismo), ha scelto di farlo cacciare quando la sua natura avrà già prodotto danni enormi. Considerata la stagione calda, chi prospettava una vendemmia eccezionale o un’eccellente raccolta di frutta e olive si troverà a dover fare i conti con questa ‘calamità’.
 
A questo punto sorgono spontanee alcune domande: perché si è arrivati a tutto questo? Chi ha deciso ciò? Possibile che anche per le questioni più semplici la cosa pubblica venga gestita così malamente? Chi pagherà i danni che gli storni inevitabilmente faranno? Chi rimborserà i cacciatori, che hanno speso fior di quattrini per preparare appostamenti e affittare i terreni e pagato tasse profumate per poter cacciare? È giusto che venga tolto loro quasi  un mese di caccia? A pagare saranno sempre gli stessi? I cacciatori con i loro contributi?
 
Siamo indignati come cacciatori, per il danno che subiamo, e in qualità di cittadini, per lo sperpero di denaro pubblico. Invitiamo la Regione, quindi, ad adoperarsi celermente affinché il provvedimento venga modificato e si possa tornare a cacciare lo storno sin dalla preapertura”.

Per ulteriori delucidazioni è possibile contattare il numero di Federcaccia Toscana, sezione provinciale di Pistoia, 0573/20773. Questi gli orari di apertura degli uffici: dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 13, il martedì e venerdì anche dalle 15 alle 18.

Fonte: Federcaccia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/8/2015 - 17:17

AUTORE:
Franco

Basterebbe usare cartucce caricate a sale grosso oppure, meglio, arco e frecce di legno, quest'ultime silenziose e non inquinanti...100 cacciatori 200 frecce il minuto, qualche storno cascherà!! :-)

6/8/2015 - 20:57

AUTORE:
antipolitico pontigiano

Caro Gianluca,poco o tanto, l'inquinamento è sempre una cosa grave, e comporta "sempre" delle conseguenze e dei costi!!

6/8/2015 - 10:35

AUTORE:
gianluca errot

Caro ANTIPOLITICO Pontigiano... quando andavo a caccia sparavo mediamente un centinaio di cartucce all'anno, e ognuna di circa 32 gr di piombo, i cui pallini stesi su un piano coprivano circa 10 cm quadrati. Considerato che i cacciatori in Toscana oggi sono circa 90 mila se tutti spareranno un centinaio di cartucce da 32 grammi, andranno a coprire un centinaio di ettari con 28 tonnellate di piombo. Una sciocchezza vero ? Prova a calcolare la cosa quando erano il doppio di oggi...

4/8/2015 - 21:55

AUTORE:
antipolitico pontigiano

Ed io giro la domanda: chi ripulisce il territorio dai pallini di piombo che vengono sparsi dai cacciatori?(il piombo inquina la nostra terra....)
Forse Federcaccia? Mah!!!!
Forse anche questo non ha un costo???? e chi pagherà?

4/8/2015 - 12:29

AUTORE:
Franco

Finchè non ci sono leggi precise in merito paga sempre pantalone...se ci fosse una legge precisa sulla responsabilità personale che attingesse direttamente ai beni di questi politicanti, forse metterebbero giudizio..non ne fanno una bona e pantalone paga come sempre e zitto.