Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:12 - 06/12/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Sembra secondario , ma a Pistoia mancano i passerotti.

Mancano anche le api .

Come mai ?

Le api sono da sempre un indicatore di situazioni particolari.

L uso di pesticidi le riduce o le .....
BASKET

Lunedì 6 dicembre entra in vigore il Super Green pass, la certificazione "rafforzata" rilasciata solo a vaccinati e guariti dal Covid-19, che durerà fino al 15 gennaio 2022, con possibilità di proroga.

CALCIO A 5

La giornata numero sette non porta fortuna ai pistoiesi. Ospiti della società Timec, l'Atletico si presenta in modo impalbabile ed è solo grazie a Montaleni che il primo tempo si chiude sullo 0-0.

BASKET

E una Gema a tratti simile a un rullo compressore quella che nel secondo e terzo quarto ha messo in chiaro il discorso vittoria contro una Virtus Siena partita sicuramente meglio nei primi dieci minuti.

BASKET

AGLIANA: Zita 8, Nesi 4, Chiti, Cei, Malevolti F., Razzoli 8, Natalini, Zeneli 23, Neri 7, Covino, Malevolti S. Tommei 16. All. Mannelli. HERONS; Di Nezza 4, Paunovic 4, Laffitte 4, Galli 4, Lupi 6, Giancarli 9, Dell’Uomo 18, Lepori, Incitti 13, Bechini, Casoni 24, Puccioni. All.: Barsotti.

BASKET

Niente da fare per la Nico Basket, targata Giorgio Tesi Group, che ha subito una sconfitta piuttosto netta ad opera del Cus Cagliari (60-44). Solo Bacchini (13), decisamente la migliore delle sue, e Mattera (10) in doppia cifra in una serata poco produttiva in termini di punti.

BASKET

Sfida al vertice al PalaCardelli dove la Gioielleria Mancini affronta la corazzata San Vincenzo.

RALLY

L’Automobile Club Pistoia, congiuntamente agli organizzatori dei rallies pistoiesi, quindi Jolly Racing Team, Abeti Racing e Pistoia Corse, ha premiato i propri campioni provinciali.

BASKET

La nona giornata di campionato rappresentava una grossa insidia per la Gema di Marco Del Re: il pronostico è stato rispettato, c'è stato da sudare molto contro una Synergy Valdarno capace di rimontare dal -17 fino al 55-54 di metà terzo quarto. 

none_o

Consigli di lettura di Ilaria.

none_o

Le opere di nove artisti sono protagoniste della mostra Paesaggi personali.

Sono dieci,
l’un dell’altra è più bella:
son chiamate .....
LA TOSCANA IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Un piatto delle montagne lucchesi.

IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno fisso di acqua, domiciliato in Plutone e Marte.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
PROVINCIA
Baldi (Pd): "Sulla sanità strumentalizzazioni che compattano i 5stelle, l’estrema destra e l’estrema sinistra"

24/5/2015 - 15:10

Massimo Baldi (Pd) ci invia il seguente comunicato: "Chi non ha idee strumentalizza quelle degli altri. E questo atteggiamento retrogrado accomuna oggi l’estrema destra, i grillini e l’estrema sinistra, che compatte accusano me e il Pd di voler privatizzare la sanità toscana quando quello che ho detto è l’esatto opposto.

Io parto dai bisogni delle persone. Voglio liste d’attesa più brevi, medici e infermieri sotto casa, servizi più diffusi e più accessibili. E le Pubbliche assistenze, le Misericordie e  le altre associazioni presenti sul territorio possono aiutarci a realizzare tutto questo.

Una integrazione tra pubblico e privato non demolisce il pubblico, ma al contrario lo aiuta a funzionare meglio. E dunque, viva il volontariato e il terzo settore! Sul territorio dobbiamo ripartire da loro. Il motivo, più che mai, è il futuro".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/5/2015 - 14:41

AUTORE:
Francesca Barontini

Leggo sulla cronaca cittadina l'intervento di Baldi su sanità e volontariato e non posso esimermi dall'intervenire.
Definendosi "renziano doc" il candidato PD Baldi ha manifestato il proprio pensiero sulla sanità e sul sociale con proposte assai simili a quelle del sistema sanitario statunitense , quel sistema che Obama ha cercato disperatamente di modificare in nome della giustizia, dell'uguaglianza e della equità sociale.
In Italia l'art. 32 della Costituzione recita, tra l'altro, che l'assistenza sanitaria agli indigenti deve essere gratuita. Ma gli indigenti di ieri sono i nuovi "poveri" di oggi, famiglie monoreddito sotto i 1000,00 euro, famiglie separate, pensionati, precari, basta vedere i dati Caritas ed Istat, secondo le cui statistiche la fascia della povertà sta vertiginosamente crescendo.
Allora occorre, come sostiene Baldi, allungare il lenzuolo del privato o, come invece sostengo assieme ai candidati della mia lista, adoperarsi affinché non si tagli o si accorci il lenzuolo della sanità pubblica? Quando si vuole intervenire sul bilancio di uno Stato, purtroppo ancora oggi preda di corruzione e privilegio, non si può tagliare sulla sanità pubblica lasciando al volontariato di cui parla Baldi il ruolo di copertura delle voragini che i tagli provocano. Il volontariato è indispensabile e concordo con Baldi nella necessità di valorizzarlo, ma nei ruoli di supporto al SSN a matrice pubblica, peraltro volontariato che comunque non può né deve avere come unica risorsa il 5X1000, ma avrà ugualmente bisogno di fondi e di convenzioni che non possono che essere trovate nel denaro pubblico, quindi la coperta resta corta, anche se la si sposta, se non si taglia "altrove". Gli ospedali pubblici devono coprire il fabbisogno di degenza, di cura, di prevenzione del territorio, con strutture, macchinari e personale, il privato non deve essere impiegato per bypassare liste di attesa troppo lunghe, ma si deve fare in modo che quelle liste di attesa si accorcino.
Chiudo dedicando alle idee liberali di Baldi un passo di Benedetto Croce: " per il liberalismo il problema si configura nel determinare secondo luoghi e tempi, non già se un certo provvedimento sia "liberistico" (meramente o astrattamente economico), ma se sia "liberale"; non se sia quantitativamente produttivo, ma se sia qualitativamente pregevole; non se la sua qualità sia gradevole ad uno o più, ma se sia salutare all'uno, ai più e a tutti, all'uomo nella sua forza e dignità di uomo".
In sostanza: gli ordinamenti di sicurezza sociale della medicina non sono né devono diventare "improduttive opere assistenziali", ma sono istituzioni la cui influenza sul sistema economico non può misurarsi in termini di bilancia commerciale, perché ciò comporta di tagliare guardando il costo anziché il servizio, l'utenza, i bisogni.
FRANCESCA BARONTINI
SI' TOSCANA A SINISTRA