Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 08:06 - 28/6/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Della brava gente del dopoguerra ?
A partire da Giuliano , Finocchiaro Aprile Portella delle Ginestre , i profughi giuliani tenuti come bestie ?
E poi i bimbi con gli zoccoli perche, :' i bravi proprietari .....
RALLY

Anche a Reggello, nel Valdarno Fiorentino, AutoSole 2.0 ha trovato soddisfazione, proseguendo la striscia positiva di risultati con Nicola Fiore e Alessio Natalini, che con la Skoda Fabia R5 hanno finito al quinto posto assoluto.

BOCCE

Nel Campionato di promozione categoria A bella vittoria della compagine biancoceleste in riva al Trasimeno, in una giornata torrida dove l’aria era irrespirabile, i ragazzi del Presidente Moreno Zinanni dopo un inizio claudicante del Torneo sembrano aver trovato la quadratura del cerchio gioco di pregevole livello e la conquista del secondo posto in classifica.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver prolungato l’accordo in essere con l’atleta Daniele Magro.

TIRO CON L'ARCO

Il 25 e 26 giugno la Asd Arcieri del Micco organizzerà a Pistoia l'edizione 2022 della Coppa Italia Master Fitarco di tiro con l'arco presso lo stadio comunale.

TIRO A SEGNO

Al poligono di Tiro a segno nazionale sezione di Lucca nei due week end centrali del mese di giugno è andato in scena il Campionato regionale federale.

RALLY

Ha di che sorridere Masino Motorsport, guardando agli ottimi riscontri ricevuti dal 9° Rally Terra di Argil, andato in scena nel weekend appena concluso e secondo appuntamento della Coppa Rally di Zona 7.

PODISMO

Il caldo di questi giorni e la vicina gara di Montecatini ha tenuto lontano i podisti la edizione 2022 del <<Trail del Capitano di ventura Spadaforte>> che si e disputato nel borgo sopra Buggiano.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive dell’atleta Jordon Malik Varnado.

none_o

Mostra fotografica “Clues of enchant” della molisana Giovanna Di Lauro.

none_o

Costellazione: 5 passi tra creazione e memoria: dieci opere-faro del maestro.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Il segno del solstizio d'estate.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Arrosto capriccioso di tacchino

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
MONTECATINI
Festival di Primavera: 1500 ragazzi e il bilancio di un evento da record

20/4/2015 - 15:55

1500 ragazzi provenienti dalle scuole di ogni ordine e grado e dall’intero territorio nazionale, 13 maestri di riferimento per avviarli ad altrettanti percorsi musicali, 160 maestri impegnati in corsi di approfondimento, 4 grandi concerti dei partecipanti e il debutto ufficiale della nuova nazionale della coralità italiana, il Coro Giovanile Italiano, 5 concerti dei singoli cori nelle scuole toscane: sono i grandi numeri dell’edizione da record del Festival di Primavera, iniziativa formativa della federazione nazionale dei cori italiani Feniarco, realizzata in collaborazione con l’Associazione dei Cori della Toscana.

 

A Montecatini si è cantato per due lunghi fine settimana, dal 9 all’11 aprile con 21 cori delle scuole elementari e medie, dal 15 al 18 aprile con 23 cori delle scuole superiori, tra i quali per la prima volta un coro francese proveniente da Valence, che ha dato alla manifestazione la prima nota internazionale tra i partecipanti, mentre il taglio aperto alle idee e alle scuole d’oltreconfine è stato già programmato nell’elenco dei docenti con la collaborazione della slovena Maja Cilenšek e della francese Maud Hamon Loisance.


La tredicesima edizione del grande festival dedicato alla promozione e all’approfondimento della cultura corale nelle scuole è stata anche quest’anno una vetrina importante per la riflessione sugli sviluppi e le esigenze di un settore fondamentale per la crescita di una coralità di qualità a livello più ampio e che opera secondo metodi e strutture peculiari e originali. Il costante aumento del numero di partecipanti dimostra la necessità sentita dagli insegnanti e dalle scuole di promuovere un tipo di attività che è importante per lo sviluppo delle capacità artistiche, ma anche della socialità. 

 

Feniarco, da sempre attenta ai bisogni della coralità infantile e giovanile, si è dimostrata ancora una volta all’altezza delle sfide, proponendo percorsi innovativi verso programmi musicali classici e verso quelli più leggeri ma non certo meno impegnativi, con un’impeccabile puntualità organizzativa e una stimolante scelta artistica. I risultati ottenuti nei giorni di studio intenso nei vari atelier hanno dimostrato anche la capacità dei ragazzi di lavorare seriamente e impegnarsi con costanza per un obiettivo comune, con risultati artistici spesso sorprendenti, presentati nei due Gran concerti di Primavera al Teatro Verdi e al PalaTerme.

 

L’intersecarsi dei corsi con gli study-tour dei maestri partecipanti al progetto di formazione rivolto ai direttori, Coro Lab, conferma il doppio ruolo del Festival come laboratorio di esperienze artistiche e osservatorio di ottime pratiche didattiche. Nelle due settimane del Festival si sono dati appuntamento a Montecatini alcuni dei maggiori professionisti del mondo corale italiano, maestri di grandissimo valore e di fama internazionale, che hanno dimostrato a più livelli, dalla direzione artistica di Lorenzo Donati al lavoro nei vari atelier, quanto la professionalità possa fare la differenza. In brevissimo tempo i diversi gruppi di oltre cento ragazzi ciascuno hanno preparato programmi che hanno toccato gli argomenti e gli stili più vari, dall’opera all’anniversario della guerra, da colorati giri del mondo in musica per i più piccoli, alla scoperta delle pratiche specifiche del repertorio della world music per i più grandi, da Bach e Fauré al jazz.


Gli insegnanti impegnati negli atelier, oltre ai già citati ospiti stranieri, sono stati Anna Galterio, Mario Lanaro, Benedetta Nofri, Dario Piumatti, Laura Ricciotti, Silvana Noschese, Ennio Clari, Andrea D’Alpaos, Michele Napolitano, Carlo Pavese e Luigi Marzola. Contemporaneamente Gary Graden e Roberta Paraninfo hanno invece iniziato il loro nuovo percorso biennale alla guida del Coro Giovanile Italiano. 


Il Festival di Primavera è diventato un appuntamento fisso per le scuole e le istituzioni musicali, una tradizione di qualità che si basa su una concreta volontà di crescita e incontro della coralità italiana e dei metodi di insegnamento di quest’arte nell’intero territorio nazionale.

 

La città ha offerto anche quest’anno una location ideale con strutture adatte alla realizzazione di questo articolato progetto formativo e il sindaco Giuseppe Bellandi ha confermato con la presenza a entrambi i concerti di chiusura e con le proprie parole il desiderio di mantenere questo rapporto di collaborazione con un festival che sta crescendo di anno in anno e che si promuove come centro di diffusione culturale per le giovani e giovanissime generazioni. Ai concerti di chiusura hanno preso parte anche il presidente nazionale Feniarco Sante Fornasier, il vicepresidente Vicente Pepe e Carlo Pavese, che oltre ad essere uno degli insegnanti degli atelier, è attualmente vicepresidente della European Choral Association- Europa Cantat.

Fonte: Feniarco
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: