Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 23:10 - 02/10/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quando in una famiglia monoreddito con mutuo da pagare, arrivano bollette per 400 euro e l infrazione sommata alla speculazione , riduce lo stipendio del 15% , quanti mesi si può reggere ?

Fra quanti .....
RALLY

La bandiera a scacchi del 43° Rally Città di Pistoia ha sventolato nel pomeriggio odierno di nuovo in centro città e lo ha fatto insieme a quella del Cile. 

PODISMO

Domenica 9 ottobre nella frazione di Ramini nel comune di Pistoia si corre la quarantunesima edizione <<ATTRAVERSO IL VERDE DEI VIVAI PISTOIESI>>sulla distanza di km 12 per i competitivi e di km 4 e 12 per i partecipanti alla ludico motoria interamente pianeggiante attraverso i vivai della zona.

BASKET

Inizia il primo storico campionato di Serie C per la Gioielleria Mancini che nel debutto stagionale affronta il Progetto Pallacanestro Prato, anch’esso neopromosso

CALCIO

Domenica alle ore 15:30 lo stadio "Idilio Cei" ospiterà la seconda gara del Campionato di Promozione  tra i viola e i rossoblu pratesi, guidati in panchina dal giovane mister Federico Montagnolo.

BASKET

Tutto pronto in casa Gema per il debutto nel campionato di serie B 2022/23, dopo quaranta giorni di precampionato intenso, condito da molte amichevoli e allenamenti di grande intensità.

BASKET

Mtvb Herons Basket è lieta di poter annunciare di aver tesserato il giocatore Emmanuel Adeola, ala di 2 metri, nigeriano di formazione italiana.

SCHERMA

Inizia nel migliore dei modi la stagione per la Scherma Pistoia 1894 e non solo per i risultati.

TIRO A SEGNO

Il Tiro a segno di Pescia, si era presentato ai campionati nazionali con tanta voglia di vincere e, moltissimi erano i presupposti per affermarsi in tal senso, ma forse  è stata questo premessa che ha, come dire, allentato le principali motivazioni.

none_o

Lo Spazio Pistoia (via Curtatone e Montanara 20/22), Federico Bria inaugura la mostra Detriti.

none_o

Il nuovo e intrigante libro, A ciascuno la sua prigione, è stato pubblicato dalle edizioni Porto Seguro di Firenze.

Per te, che sei per me una fiammella,
che generasti il figlio .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Bilancia: 23 settembre al 22 ottobre.

IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Oggi rivisiteremo una squisitezza romana utilizzando una pasta fantasiosa.

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
MONTECATINI
Inizia il corso per sentinelle del Codice Rosa: in 50 per imparare a conoscere il disagio "a colpo d'occhio"

17/1/2015 - 18:52

E' iniziato ufficialmente questa mattina in sala consiliare del Municipio il corso di formazione per le sentinelle del Codice Rosa, il percorso rivolto a Pubblica Assistenza, Misericordia e Croce Rossa di tutti i comuni della Valdinievole, promosso fortemente dalla commissione Pari Opportunità del Comune presieduta da Siliana Biagini. 

A Montecatini sono arrivati oltre cinquanta volontari da Chiesina, Pescia, Ponte Buggianese, Lamporecchio, Uzzano, Monsummano per ascoltare i relatori e imparare a riconoscere le situazioni di disagio "a colpo d'occhio".

A salutare i partecipanti e introdurre i lavori anche il sindaco Bellandi e gli assessori Rucco e Bracali.

Un percorso, quello del Codice Rosa, che ha preso il via nel 2010 grazie a Vittoria Doretti, medico e dirigente anestesista che partendo dal niente è riuscita ad arrivare a coordinare la task force nazionale contro la violenza di ogni genere. Una battaglia che è partita da Grosseto, dalla sua Asl numero 9. per arrivare stamani a Montecatini. 

"Quando una persona si rivolge alla polizia o ai centri antiviolenza è perché ha preso coscienza del suo status di vittima. Ma sono la maggioranza i casi che non emergono ufficialmente - ha detto -Manca il personale di primo soccorso preparato a riconoscerli e a fare rete con colleghi e forze dell’ordine per aiutare chi in quel momento è solo, debole e incapace di reagire. Il codice rosa è una procedura che attiva diverse professionalità in presenza di un paziente che potrebbe essere una vittima". 

Ecco il senso del messaggio. Ascoltare per formare, capire come aiutare chi è in difficoltà. E spesso non denuncia chi lo maltratta, non solo fisicamente, ma anche a livello psicologico:  è il caso dei bambini e degli anziani, ma anche di chi vive in condizioni di inferiorità economica tra le mura di casa. Anche l'ospedale di Pistoia si è dotato di una stanza rosa: uno spazio protetto dove sono gli operatori a entrare, con cautela e rispetto, senza stressare la persona e in un atteggiamento di disponibilità totale. È bene che in ogni stanza rosa ci sia un computer per permettere alla vittima di sporgere denuncia direttamente. Gli agenti delle forze dell’ordine entrano nella stanza solo in borghese, per non creare disagio. 

Anche stamani Vittoria Doretti ha parlato di fare squadra come primo passo nell'individuare la vittima di violenze. "Per questo mi rivolgo oltre che ai volontari delle tante associazioni e agli assistenti sociali qui presenti anche alle forze dell'ordine, perché il loro aiuto sia sempre costante".

Un appello che il vicequestore Corrado Mattana ha raccolto immediatamente, ricordando ai presenti come il reato di stalking "sia ormai uno di quelli perseguibili con l'arresto obbligatorio. E la persecuzione, le minacce, e ogni genere di sopraffazione anche solo psicologica sono casi nei quali la giustizia può davvero intervenire per tutelare le vittime. Sempre rispettando la loro dignità la riservatezza".

Proprio alla stanza rosa dell'ospedale pistoiese è stata donata un'apparecchiatura da parte dell'associazione Soroptimist di Montecatini, presieduta da Barbara Iozzelli. Servirà per agevolare le testimonianze delle vittime con registrazioni e video. La stanza del resto è un luogo dove vengono accompagnate le vittime e da dove non escono se non quando si sentono pronte. Sono gli operatori ad entrare, con cautela e rispetto, senza stressare la persona e in un atteggiamento di disponibilità totale.

Particolarmente apprezzate anche le testimonianze di una volontaria della Misericordia di Grosseto, di Francesca Pacini del Pronto Soccorso di Pescia e di Sabrina Melosi e Sandra Niccoli dei servizi territoriali della Valdinievole in materia di formazione delle Sentinelle. E ora, tutti al lavoro nelle associazioni. I volontari formeranno altri volontari in una catena di solidarietà che è alla base del Codice Rosa.

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: