Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:07 - 17/7/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Per un periodo, breve, di tempo mi sono disconnesso dal giornale online. . . ma deve essere successo qualcosa di nuovo perché trovo su Valdinievole oggi tanti articoli relativi a Pistoia, ora non so .....
TENNIS

Rivolgiamo i più sentiti complimenti a tutti i giocatori per le splendide prestazioni ottenute, a testimonianza dell'ottimo lavoro svolto dai nostri qualificati tecnici e maestri. Questo è indubbiamente motivo di vanto e orgoglio per il nostro circolo che da anni sta producendo sempre ottimi atleti

RALLY

Valida quale nono appuntamento del tricolore della velocità in salita per autostoriche, si presenterà ai concorrenti con novità delle due manche di gara in luogo alla sola salita disputata negli anni passati. Iscrizioni aperte dal 01 al 26 agosto.  Ammesse anche un massimo di 50 vetture moderne.

TIRO A SEGNO

Un grande fermento e uno studio approfondito su possibili strategie da adottare, accompagnati da intensi allenamenti e da una ricca preparazione mentale, sta caratterizzando il poligono della sezione di Tiro a segno pesciatina in vista dei Campionati italiani individuali e a squadre.

CALCIO

La Larcianese in questi mesi si è attivata per l'allestimento della squadra Juniores Under 19 che per il quarto anno consecutivo parteciperà al Campionato Regionale élite, unica squadra tra l'altro della provincia di Pistoia che parteciperà a questa importante competizione.

BASKET

Continua a crescere la grande famiglia del Consorzio Pistoia Basket City, attuale proprietario del 35% del Pistoia Basket 2000.

BASKET

Il mercato monsummanese non è stato mai così vivace come quest’anno e la dirigenza ciabattina continua a pescare dalle categorie superiori.

IPPICA

Un sabato sera programmato su otto prove e con la penultima, la piu’ attesa, che ha visto in pista il Gran Premio Societa’ Terme - Memorial Vivaldo Baldi, il tradizionale confronto per cavalli di 3 anni, che in questa edizione e’ stato orfano dei “big” dello squadrone giallo di Alessandro Gocciadoro, ovvero Axl Rose e Al Capone Stecca.

BASKET

La dirigenza Shoemakers piazza il colpo finale e che colpo! Dopo una trattativa serrata arriva in maglia Shoemakers Niccolò Tesi, il forte cecchino pistoiese che aggiunge un forte potenziale offensivo ai blu-amaranto.

none_o

Tante le mostre in partenza al parco di Pinocchio.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata all'ultimo libro di Antonio Scurati.

E si vive di ricordi, di sogni
impressi nel sinuoso corpo
dell’Ombrone .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
Buonasera a tutti per informazioni o preventivi per rimettere .....
PESCIA
Alleanza per Pescia: "Pronti al dibattito sul futuro della casa di riposo San Domenico"

19/5/2014 - 11:09

PESCIA

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Alleanza per Pescia, firmata da Roberto Franchini:

 

"Venerdì sera ultimo giorno di campagna elettorale, invito  i candidati a sindaco delle altre forze politiche ad un confronto pubblico.

Spero sinceramente che non accada come a Montecatini e vi sia da parte loro la disponibilità al confronto.

Troppo facile fare il pifferaio magico senza esserci  un contraddittorio: noi di Alleanza per Pescia siamo pronti al dibattito su le questione più difficili di Pescia  come ad esempio il futuro della casa di riposo San Domenico   per chiarire  il  motivo per il quale in questa importante struttura dal 2004/2005 è iniziato  il crollo delle attività ( pare), a  causa del giusto intervento dei Vigili de Fuoco che ne avevano chiesta la chiusura per mancanza di fughe idonee( la non fruibilità della famosa strada  che è in parte di proprietà privata).

E oltre al crollo delle attività vi è stato pure quello finanziario fino a raggiungere la perdita di 78.000 mila euro nel 2009.

Perchè ad oggi la strada   ancora non è stata resa disponibile per la Casa di Riposo? Oltre a creare grosse difficoltà di accesso in caso di emergenza limita pure l'attuazione di importanti lavori di messa in economia come ad esempio la necessità di convertire il riscaldamento dal gasolio al metano. Ciò non è possibile perchè è stata richiesta la presentazione del CPI e la valutazione della struttura, compresa la strada.

Il controllo a causa di quest'ultima è risultato negativo e ha portato addirittura la "minaccia" di presentare la situazione alla procura....chi è che impedisce la conclusione dell'iter di  acquisto di tale strada da parte del Comune,e l'inizio di eventuali lavori di miglioria per il collegamento con la casa di riposo? Si dice che le difficoltà siano legate ai mancati inserimenti di ospiti da parte della ASL3 e della SDS che ha sempre dichiarato che prima avrebbero utilizzato le proprie strutture (ma  pare che ne usi pure di private).

Risulta che la casa San Domenico era creditrice di euro 41.622,00  nei confronti della SDS ma la stessa ha dichiarato di non voler  pagare fino a che IL COMUNE DI PESCIA NON AVREBBE SALDATO IL PROPRIO DEBITO che pare abbia con SDS.

E' moralmente legittimo comportarsi così da parte della ASL3 nei confronti di una così delicata struttura che opera in una fascia sociale molto sensibile?

TUTTO QUESTO VENIVA DIBATTUTO  IL 17/11/2O11...

Perchè a distanza di 3 anni non si è ancora fatto niente per quanto riguarda la nuova viabilità? Già nel Novembre 2011 si parlava di lavori che potevano iniziare a breve (pare che si doveva stipulare il contratto con la ditta appaltatrice dei lavori per migliorare la strada il 26 dello stesso mese).

Perchè se pur il consiglio di amministrazione del San Domenico dietro indicazioni precise della ASL e dei Vigili del Fuoco ha attuato tutte le prescrizioni tampone possibili richieste per poter tornare a ricevere altri inserimenti la SDS Ha continuato a non farne prendendo come pretesto il fatto che a causa della strada non c'è agibilità?

Eppure nel periodo amministrativo del Sindaco Abenante pur essendovi la stessa situazione il parere di agibilità non era negativo.

Ciò ha messo ulteriormente il sistema amministrativo finanziario del San Domenico in difficoltà essendo questo basato sulle  presenze in ricovero, che oggi sono molto sottostimate in confronto alla disponibilità reale esistente: basta pensare che il 75% dei costi sono spese derivanti dal personale che come dicevo è calibrato sul numero di ospiti presenti.. Dobbiamo ricordare che per legge la Asl deve dare la priorità per i ricoveri prima alle aziende pubbliche alla persona e poi ai privati, questo vale pure per le cure intermedie. Si rispetta questa legge?"

 

Roberto Franchini

Fonte: Comunicato Stampa Alleanza per Pescia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/5/2014 - 19:48

AUTORE:
ROBERTO

Vorrei soffermarmi nuovamente Sul tema del S Domenico per fare un po' di chiarezza. Non sono un politico è tanto meno desidero esserlo, ma le questioni di questo istituto di riposo, legate alla degenza di persone anche disagiatE sotto ogni punto di vista, non possono essere mescolate con scelte politiche socio sanitarie che hanno influito su tanti attori. Chi ha fatto queste scelte, sicuramente doveva essere rimosso da questi incarichi, sia il politico, sia chi è all'Interno della stanza dei bottoni per le scelte socio sanitarie. Creda me sig. Franchini, il consiglio di amministrazione non centra proprio niente, fu negato anche il gettone di presenza ai consiglieri, mentre persone interne, hanno goduto lauti compensi di economia a fine anno con il benestare del consiglio comunale. GRADIREI CHE SI METTESSE A POSTO QUESTA SITUAZIONE AL PIU' PRESTO E FARE VERAMENTE ECONOMIA ANCHE CON CHI PRENDE PREMI LEGATI AI DEBITO DI QUESTA STRUTTURA

21/5/2014 - 13:16

AUTORE:
Roberto Franchini

SIG.Roberto non sono del tutto in grado di capire se il C.D.A del San Domenico ha delle colpe,scrivendo sinceramente, credo di no ,credo che vi siano state scelte politiche di carattere socio sanitario che hanno influito su tanti attori coinvolti che per una ragione o un altra le hanno condivise,Le sue curiosità sono pure le mie, mi creda ,e la cosa andrà avanti pure dopo la campagna elettorale ,lo prometto,pubblicamente è una struttura troppo utile per il nostro comune, compreso l'uso di quella strada.

20/5/2014 - 19:51

AUTORE:
roberto

Di giornalate sul S Domenico , ve ne sono state una miriade, FORSE TROPPE, anche senza nessun rispetto per chi è ospite in questA CASA DI RIPOSO. Mi sempre piuttosto affrettato il post di cui sopra e soprattutto non si è tenuto conto di tanto lavoro svolto dal precedente consiglio di amministrazione, lavoro, che in caso di difficolta'è stato sempre messo a conoscenza del consiglio comunale, ma mai parlato di questa situazione piuttosto particolare. A ME SEMBRA CHE IL METANO SIA STATO MESSO COL VECCHIO CONSIGLIO, COME TANTI LAVORI FATTI, come l'inizio di messa in sicurezza dal punto di vista antincendio, che guarda caso ora con il commissario tutto è a posto: non è forse una questione politica per le imminenti elezioni comunali.E' stato chiesto dal vecchio consiglio di amministrazione piu' lavoro e saldare i debiti da parte dei creditori, ma invano: Perche' il consiglio comunale non ha mai parlato di tutto questo? Ora con il commissario va tutto bene, a me sembra una tele novella voluta da chi, si puo' indovinare, e la colpa mori' fanciulla. Altra cosa, chiedo come mai, il consiglio comunale non ha fatto aprire la nuova strada che collega Valchiusa con l'istituto s DOMENiCO, FORSE è STATO COLPA ANCHE QUESTA VOLTA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI QUESTO ISTITUTO, NON LO CREDO. Allora cosa dire, penso che sia necessario fare piu' attenzione alle affermazioni troppo affrettate. roberto

20/5/2014 - 11:12

AUTORE:
Roberto Franchini

Il dibattito confronto tra i candidati a Sindaco deve essere su tutte le problematiche di Pescia ,il San Domenico doveva essere un esempio di una delle situazioni che Pescia vive.Perchè fare sempre dietrologia quando oggi è necessario affrontare e risolvere queste problematiche sociali su cui la politica dovrebbe trovarsi unita "CIASCUNO faccia le proprie scelte" in questo caso non ci porta a niente.. SIGNORA MANOLA SI VADA A LEGGERE TUTTI I VERBALI DELLE RIUNIONI TRA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL SAN.DOMENICO E I RESPONSABILI POLITICI DEL COMUNE DAL 2005 AD OGGI E VEDRA' CHE NON CI SONO INESATTEZZE FORSE QUALCHE VERITA' SCONOSCIUTA AI PIU', CHE SE DESCRITTE SEMBRANO INESATTEZZE

19/5/2014 - 17:20

AUTORE:
Manola Michelotti

Ritengo il documento presenti delle imprecisioni sulle quali , però, non mi voglio dilungare, perchè contano i documenti ufficiali.
Mi si permettano , però, delle considerazioni.
1) Se si era interessati ad un confronto pubblico sull'argomento del San Domenico, l'occasione era il consiglio comunale.
Come mai per ben tre volte negli ultimi due anni (9/06/2012;16/01/2014 e 14/03/2014) ci sono state interrogazioni sul San Domenico che, per varie "vicissitudini", non sono mai arrivate in discussione?.
Come mai si è andati avanti a suon di "giornalate?".
2) Il punto 1, conferma questa affermazione: la politica in questi anni ha mancato nel dotare di un 'adeguata dimensione industriale il settore dell'impresa sociale.
Questo avrebbe comportato e dovrà comportare un diverso ruolo del San Domenico che è un Azienda pubblica di sevizi alla persona ed una diversa configurazione del rapporto pubblico-privato nella programmazione zonale dei servizi in oggetto.

19/5/2014 - 17:13

AUTORE:
Manola Michelotti

Ritengo il documento presenti delle imprecisioni sulle quali , però, non mi voglio dilungare, perchè contano i documenti ufficiali.
Mi si permettano , però, delle considerazioni.
1) Se si era interessati ad un confronto pubblico sull'argomento del San Domenico, l'occasione era il consiglio comunale.
Come mai per ben tre volte negli ultimi due anni (9/06/2012;16/01/2014 e 14/03/2014) ci sono state interrogazioni sul San Domenico che, per varie "vicissitudini", non sono mai arrivate in discussione?.
Come mai si è andati avanti a suon di "giornalate?".
2) Il punto 1, conferma questa affermazione: la politica in questi anni ha mancato nel dotare di un 'adeguata dimensione industriale il settore dell'impresa sociale.
Questo avrebbe comportato e dovrà comportare un diverso ruolo del San Domenico che è un Azienda pubblica di sevizi alla persona ed una diversa configurazione del rapporto pubblico-privato nella programmazione zonale dei servizi in oggetto.