Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 16:10 - 21/10/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

"Non fai lo scontrino? In carcere
Clandestini spacciatori? In hotel"
Firmato: Maddalena Corvaglia
A mio parere in carcere dovrebbe andarci chi sostiene questo sfacelo di diritto e giustizia.
BOCCE

Ottimo spettacolo sabato scorso presso il bocciodromo coperto di Cortoneto, purtroppo non altrettanto entusiasmante il risultato dell’incontro.

BASKET

La Gioielleria Mancini ospita i livornesi della Fides per la gara valevole per la quarta giornata di campionato.

NUOTO

Domenica 20 ottobre (inizio ore 9) alle piscine intercomunali di Larciano-Lamporecchio, in località Centocampi, si svolgerà la classica rassegna di inizio stagione dell'Asd Nuoto Valdinievole.

BOCCE

Archiviata la 1^ giornata del campionato di serie A2, dove i risultati ci hanno fatto capire “la potenze nei bracci” delle 8 società partecipanti al girone n°4.

CALCIO

Non poteva iniziare con una notizia più bella la nuova stagione del Montecatinimurialdo. A seguito dell’attività svolta nella stagione 2018/2019, il comitato regionale Toscana della Figc ha confermato alla società biancoceleste il riconoscimento di scuola calcio Élite.

BOCCE

Una brutta partenza per la Montecatini Avis guidata dal presidente Moreno Zinanni tornata (diciamo così) sconfitta sui campi degli amici pievarini all’esordio in campionato per 5 set a 3 dalla formazione pesarese del Corbordolo.

BOXE

Il pugile Miguel Bachi ha partecipato ai campionati toscani lo scorso settembre passando direttamente il turno non avendo avversari in Toscana. Egli passa diretto agli interregionali dove ha combattuto sabato 12/10.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mindadori di Montecatini è dedicata a un libro di Alessandro Milan.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valentina Dallari.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
none_o
Alternativa Larciano: "Gravi falsità dal sindaco, che non conosce né legge né statuto"

2/5/2014 - 14:50

I consiglieri di Alternativa per Larciano replicano al sindaco Antonio Pappalardo dopo l'ultimo consiglio andato semi-deserto.


"Il sindaco attacca l'opposizione per celare il suo completo fallimento politico. Sull'ultimo consiglio comunale, per coprire il penoso fallimento del suo mandato amministrativo, Pappalardo ha visto bene di gettare discredito sull'opposizione, affermando una incredibile serie di falsità come suo solito.

 

Prima falsità: ‎ha dichiarato che alcuni consiglieri di opposizione erano al bar invece che in consiglio. Falso! Nessuno dei 4 consiglieri di Alternativa era al bar. O il sindaco fa nomi e cognomi senza  allusioni oppure di questa falsità che offende l'onore e il decoro dei consiglieri ne dovrà rispondere penalmente.

 

Seconda falsità: ha affermato che, senza l'approvazione del bilancio consuntivo, il comune avrebbe rischiato il commissariamento. Falso! Pappalardo nemmeno conosce la legge è dovrebbe vergognarsi per questo. Il Decreto Legge 16/2014 ha infatti prorogato i termini ‎di approvazione dei bilanci comunali dal 30 aprile al 30 giugno.

 

Terza falsità: il sindaco ha dichiarato che l'assenza dei consiglieri di opposizione ha impedito di far approvare il bilancio. Falso! Oltre alla legge, il nostro caro sindaco non conosce nemmeno lo Statuto comunale. Glielo insegnamo noi: l'art.  ‎24, comma 9 dello statuto prevede che il bilancio consuntivo, come altri atti importanti, deve avere il voto favorevole di almeno la metà dei consiglieri, ovvero di 9, dato che il consiglio e' composto da 17 membri. Quindi, anche se noi 4 consiglieri fossimo stati presenti, il bilancio avrebbe ottenuto solo 8 voti nella prima seduta è 7 nella seconda perché ovviamente noi non avremmo mai approvato il suo pessimo bilancio. 

 

Quarta e più clamorosa falsità: Pappalardo ha dichiarato che ‎la mancata approvazione del bilancio non e' dipesa da motivi politici. Incredibile balla, visto che Alternativa un bilancio che ha fatto pagare ai cittadini l'Imu e la Tares cosi alta non l'avrebbe mai approvato. Ma soprattutto, cosa dire del suo gruppo "Uniti per Larciano" (o meglio "Disuniti") che gli ha fatto mancare la maggioranza anche questa volta? Sono due anni che Pappalardo non ha più il sostegno dei suoi consiglieri ma non ha voluto mollare la poltrona.Il suo mandato da sindaco e' fallito miseramente e lui cerca scappatoie per nasconderlo ai cittadini. Uno così si merita di rifare il sindaco?".

Fonte: Alternativa per Larciano
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/5/2014 - 8:38

AUTORE:
Cittadina

Mi chiedo perche attaccare e sputare veleno invece di unirsi e cercare di fare qualcosa di veramente valido per la nostra Lanciano. Ho sempre votato e voterò PAPPALARDO Antonio, perchè lo ritengo una persona degna di stima e rispetto. Uno che si è creato da solo con sacrifici senza l'appoggio di altri.

3/5/2014 - 9:44

AUTORE:
Alberto Fagni (consigliere di Alternativa)

Forse l'atteggiamento passivo-aggressivo del Sindaco è una precisa scelta a favore della propria propaganda elettorale o forse per coprire magagne interne alla propria maggioranza.
Fatto sta che non è la prima volta che il Sindaco ci attacca ,in prima persona, con offese gratuite, per poi rifugiarsi nel vittimismo ,nel momento in cui rispondiamo a tono, non fosse altro che per amore della verità.
Magari la colpa è mia, che non comprendo tali ragionamenti da politici schierati ed in carriera, ma io resto un cittadino che in questi anni si è impegnato per il bene del proprio comune, senza nessuno stipendio ed anche andando contro i miei interessi personali, quando ho dovuto prendere posizioni per quello che reputavo il bene comune.
Sappiamo benissimo che il ruolo dell'opposizione a Larciano non si esaurisce nelle sedute del consiglio comunale.
Sappiamo tutti che non è semplice metterci la faccia, quando hai contro l'amministrazione comunale ed il partito che da anni gestisce il paese.
Quindi sarebbe da capire perché il Sindaco continua ad offenderci sul piano personale, non rispondendo ai fatti.
Come abbiamo spiegato nell'articolo sopra, per approvare il bilancio serve una maggioranza qualificata, cioè 9 voti favorevoli, che la maggioranza doveva trovare al suo interno,ma fatti alla mano, ha dimostrato di non avere.
Questo il Sindaco dovrebbe spiegare ai suoi elettori.
Ma forse il non poterlo spiegare se non con un fallimento, fa si che sposti l'attenzione su di noi, pur sapendo che non avremmo mai approvato un bilancio, già contestato anche in sede di previsione.
Dire la propria in consiglio comunale e non essere ascoltati , vedi sulle tariffe della Tares, serve a poco.
Mentre far emergere i problemi di una maggioranza è doveroso ed anche più utile.
Infine, perché ogni attacco nei nostri confronti viene firmato solo dalla persona del Sindaco e non dagli altri consiglieri?
Protagonismo ? Tattica,per poi fare la vittima? Oppure semplicemente i suoi attacchi non vengono condivisi dalla maggioranza dei suoi consiglieri ?

2/5/2014 - 23:07

AUTORE:
Alessandro Fagni

Dunque,
Cercherò di fare un po' di ordine nelle sorprendenti affermazioni del sindaco.
Innanzitutto, e' bene chiarire che il comunicato e' stato fatto non da me personalmente ma a nome di tutti e 4 i consiglieri di Alternativa. Consiglieri che si sono sentiti molto offesi dall'attacco del sindaco (non nuovo a queste uscite), il primo ad aver ingiuriato a livello personale.
Si', perché quella della falsa allusione la conosciamo bene ed e' la tecnica del gettare "fango" sugli avversari affermando il falso. Salvo, poi, dopo aver "tirato il sasso", come fa il sindaco, "ritirare la mano". Così come conosciamo bene la tecnica del "vittimismo": attaccare offendendo e creando discredito per poi fare la vittima quando le persone oneste rispondono difendendo la propria dignità. Questi "mezzucci" possono funzionare ai politici per imbonire i propri "pasdaran" ma non certo per far breccia in persone che usano il cervello.
I consiglieri di Alternativa non hanno alcun astio nei confronti della persona ma hanno il diritto e dovere di replicare - anche duramente - alle affermazioni gravemente denigratorie di colui che, da primo cittadino, dovrebbe rispettare e rappresentare anche loro.
E che siano state dette enormi bugie e' dimostrato dal fatto che il sindaco non ha mai risposto nel merito delle nostre osservazioni, limitandosi anzi a rettificare le sue accuse ed a fare la vittima.
Qui le uniche verità sono quelle che il sindaco vuole nascondere scaricando le proprie colpe su altri: che il gruppo politico che doveva sostenerlo si e' sfaldato e che tale sfaldamento e' stato causato dal suo comportamento e da sue precise responsabilità politiche e personali; che non avendo più l'appoggio della sua maggioranza avrebbe dovuto avere la dignità di dimettersi invece di candidarsi per la sesta (si, non e' un errore, proprio la sesta) volta consecutiva.
La politica non e' un mestiere e il rispetto delle istituzioni si attua impegnandosi GRATUITAMENTE per la propria comunità, non facendo della politica l'unica alternativa. Ormai e' chiaro che con questa elezione il sindaco, andando per i 25 anni di "poltrona retribuita", finirà probabilmente per farcisi la pensione (passando magari dalla poltrona di qualche società collegata al suo partito, come molti politici).
Noi consiglieri di Alternativa abbiamo anche devoluto alle popolazioni terremotate dell'Emilia anche quel poco di gettone di presenza (euro 9 netti a seduta) che abbiamo riscosso, quindi, per favore, quando parla di Resistenza e di lotta partigiana, si sciaqui la bocca perché non merita di farsi forte di quei valori.
Personalmente poi, nulla mi si può rimproverare dato che, dopo 15 anni (pure troppi) di impegno gratuito, ho ritenuto di non ricandidarmi per dare spazio a persone e idee nuove.
Persone della cui onesta' non può dubitarsi minimante e che fanno dell'impegno politico un vero servizio, senza interessi economici collegati.
Questi, sig. sindaco sono i valori che ci hanno lasciato in eredità i nostri padri e i nostri nonni e che NOI abbiamo sempre rispettato. Non usi tali ideali per una bassa polemica politica e per I suoi fini personali come ha fatto, altrimenti il fallimento politico di (Dis)Uniti per Larciano, travolgera' anche le sue successive iniziative

2/5/2014 - 21:59

AUTORE:
Anonimo

Ma quanti consiglieri hanno accettato il mandato e non si sono mai presentati al consiglio?! PD , Alternativa o appartenente ad altri partiti,se siete consiglieri, dovreste rispettare i vostri cittadini, che ripongono in voi la fiducia dandovi il voto....dovreste collaborare e invece cosa fate?! pensate a darvi addosso e sputate cattiverie un con l'altro, mi vergogno di esser Larcianese.. Bella figura che fate TUTTI nei confronti dei cittadini...

2/5/2014 - 17:14

AUTORE:
Sindaco Antonio Pappalardo

Capisco che in politica si possa essere mossi da passione anche accesa, come comprendo che la verità possa essere talvolta scomoda, ma non capisco davvero tutto questo astio e livore da parte di un affermato professionista come il Capogruppo di Alternativa.
Per me la politica è lavorare per qualcosa con contro qualcuno.
Mi rattrista molto sentire evocare la via giudiziaria al consenso ma sono pronto ad affrontarla se questo è il prezzo che devo pagare alla verità.
Vero che un consigiere è rimasto davanti al bar, non ho mai detto che era di Alternativa, come è vero che, proprio Alessandro Fagni è uno dei consiglieri comunali che ha collezionato il maggior numero di assenze durante il suo mandato.
Partecipare al consiglio comunale è un obbligo.
Lo si deve fare per rispetto del proprio ruolo, del mandato ricevuto da cittadini e per rispetto delle istituzioni democratiche per le quali, durante la Resistenza, molti hanno sacrificato la propria vita.
Questo vale per i consiglieri tutti, che siano di maggioranza o di opposizione.
Che poi il bilancio possa essere approvato prima o dopo è indifferente.
Non si capisce perchè chi è chiamato a rappresentare i cittadini se un problema lo può risovere oggi debba invece risolverlo domani, fra due mesi o forse mai.
E' concetto che non condivido.
I cittadini chiedono dai propi rappresentani risposte e non rinvii.
Io, insieme alla mia amministrazione presente con l'ampia maggioranza dei suoi consiglieri, che ringrazio per il senso di responsabilità che hanno dimostrato, svolgo l'incarico che mi stato affidato cercando di risolvere i problemi dei miei concittadini.
Altri evidentemente preferiscono anteporre impegni personali o lavorativi alla rappresentanza di chi li ha votati.
Questa è la verità dei fatti come risulta dalla maggioranza delle giustificazioni che sono state inviate e che sono agli atti del consiglio.
Niente di politico dunque, nessuna osservazione sul bilancio, che sarebbe stato opportuno fare in aula nel dibattito se qualcuno avesse partecipato e non, postuma, oggi sul giornale.