Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:08 - 11/8/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

buon Daniele , tu senza dubbio conosci la storia dell'Arma nella guerra al "brigantaggio" post unitario ? Di Ponte Landolfo ci fai colazione ?
Saprai senz'altro tutto delle stazioni cc confluite con .....
IPPICA

La modalità per accedere all'ippodromo Snai Sesana nella serata di sabato 15 agosto, in occasione del Gran Premio Città di Montecatini, dovrà avvenire mediante una richiesta di prenotazione.

CALCIO

Tutto pronto in casa Montecatinimurialdo per la stagione 2020/21.

CALCIO

Altri acquisti di grande qualità in casa Bioacqua Av Le Case. arrivato  dalla Meridien il forte centrocampista Alessandro Piscitelli, classe 1987. Alessandro vanta con esperienze al Cecina 2000, Monsummano e, appunto Meridien in 1^ Categoria porterà classe ed esperienza nel centrocampo della Bioacqua.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è iniziata la settimana più calda della stagione del trotto nazionale.

IPPICA

Grande attesa per la notturna di sabato 15 agosto all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con la 68^ edizione del Gran Premio Città di Montecatini.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che Giorgio Tesi Group sarà il nuovo title sponsor della prima squadra, che parteciperà al prossimo campionato di Serie A2.

IPPICA

L’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme entra nella fase più importante della stagione.

IPPICA

All'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sarà un agosto speciale e diverso dalle precedenti edizioni.

none_o

La recensione di questa settimana della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Erin Morgenstern.

none_o

Il libro racconta l’esperienza di Vicofaro.

C’è una casa in riva al mare,
è la casa dell’amore,
che .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tutto cominciò con il manuale "La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Scorza ebbe strettissimi legami con la Valdinievole e con Montecatini in particolare.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
PROVINCIA
Brutte sorprese per piccole e medie imprese: in arrivo bollette più care fino a 160 euro

19/4/2014 - 14:38

Le brutte sorprese per le piccole e medie imprese e le famiglie, sono sempre dietro l'angolo. L'ultima arriva, ancora una volta, dalla bolletta energetica. Da questo mese è scattato un ulteriore aumento del 3,3% per le componenti A2 (oneri per lo smantellamento delle centrali nucleari e la gestione delle scorie) e UC3 (perequazione dei costi di trasmissione, distribuzione e misura) degli oneri generali di sistema nella bolletta elettrica delle piccole e medie imprese, che fa lievitare di ulteriori 162 euro il costo della bolletta elettrica per una piccola azienda.

Complessivamente, per le piccole imprese, gli oneri generali di sistema in bolletta, tra il 2012 e il 2014, sono aumentati dell’84,1%. E alle Pmi gli oneri generali di sistema costano il 179,4% in più rispetto a quelli pagati dalle grandi aziende. 

E così, ad aprile 2014, una piccola impresa tipo arriva a pagare una bolletta elettrica annua di 14.408 euro, di cui il 35,3% è determinato dagli oneri generali di sistema e il 6,1% da oneri fiscali.

“Non ne possiamo più – si sfoga Simone Balli, presidente di Confartigianato Pistoia – e non ne possiamo più, soprattutto, di pagare per altri, per garantire a poche grandi aziende le agevolazioni energetiche”. 

Sì, perché una piccola impresa “tipo” deve sborsare 684 euro in più l’anno per aiutare le cosiddette industrie energivore. Sconti da cui sono escluse le 97.963 piccole e medie imprese ad alto consumo di energia elettrica, 33.700 delle quali sono artigiane: il 6,5% opera in Toscana. A livello provinciale, la quota più alta di addetti dell’artigianato in settori ad elevata intensità di costo dell’energia elettrica si registra a Prato con il 18,1%, seguita da Biella con il 12,5%, Pistoia con il 10,9%, Vicenza con l'8,2%, Modena con il 7,7%.

“Paradossalmente, a dispetto del principio del Protocollo di Kioto ‘Chi inquina paga’ - osserva Balli - , ad essere maggiormente penalizzati sono ancora una volta proprio i piccoli consumatori a vantaggio dei grandi. Infatti, una impresa che consuma 40 volte di più di una piccola azienda, subisce un onere fiscale inferiore del 65% rispetto alla piccola impresa”.

Confartigianato non ci sta ed è passata al contrattacco. Alcune aziende della Lombardia, ad esempio, hanno presentato un ricorso al Tar nel quale chiede l'annullamento della delibera dell'Authority per l'energia che ha applicato gli aumenti e chiede che la delibera che agevola le aziende energivore, venga dichiarata illegittima.

 Il ricorso presentato da Confartigianato non ha infatti l’obiettivo di allargare la platea dei soggetti beneficiari dell’agevolazione, ma, al contrario, mira ad alleggerire le bollette di tutte le piccole imprese che sono i soggetti su cui grava principalmente l’onere di questa agevolazione.

Aumenti che potrebbero ridurre gli effetti positivi prodotti da Multienergia, il consorzio creato dalle aziende artigiane nel 2001, per i reperire energia sul libero mercato a costi vantaggiosi e trasparenti, di monitorare gli effettivi risparmi in bolletta e controllare anche eventuali altri errori delle stesse. 

Fonte: Confartigianato
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: