Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 08:03 - 21/3/2023
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Come in due righe si condensa il pensiero di chi nasce imparato .

Dar dello scemo senza appello e senza esitazione .
Dar dello scemo a tutti coloro che non si sono bevuti il cervello e cercano di .....
RALLY

Risultato di grande valore, il debutto di Pavel Group nel Campionato Italiano Rally Terra, il rally della Val d’Orcia (Siena), nel fine settimana appena passato.

HOCKEY

Esordio complicato per la senior maschile nel campionato di Serie A1 di hockey su prato con un periodo precampionato che ha preoccupato molto la dirigenza.

BASKET

Due punti d'oro per la Over Nico Basket, che vincendo in casa contro la forte Academy Spezia, raggiunge la salvezza matematica a due giornate dal termine della regular season.

PODISMO

Si è conclusa brillantemente la 34ª edizione della Maratonina città di Pistoia, nonostante una fitta pioggia che pareva promettere prestazioni più lente, mentre gara si è svolta egregiamente e con tempi di percorrenza di tutto rispetto.

CALCIO

È già partito il countdown per il momento più atteso dell’anno in casa Montecatinimurialdo. È stata ufficializzata la composizione dei gironidel "Torneo Città di Montecatini Terme - Memorial Daniele Mariotti" 2023.

BASKET

Nuova partita di cartello per la Gioielleria Mancini che affronta la quarta forza del campionato, il Brusa Livorno imbattuto da tre giornate. Ciabattini che devono fare a meno di Calderaro, uscito malconcio dalla sfida di Montevarchi.

BASKET

Luca Angella: «Troviamo una squadra in piena corsa per le prime sei posizioni, che arriverà molto motivata e spinta come sempre da una grande cornice di pubblico».

TIRO A SEGNO

Si è svolta al poligono di Pescia nei due primi week end del mese di marzo, la seconda gara regionale, valevole per i campionati Italiani Individuali e a squadre.

none_o

Inaugurazione domenica 19 marzo alle ore 17

none_o

L'iniziativa promossa dalla Gipsoteca Andreotti "Il volto rinnovato" è in programma sabato 18 marzo.

La mamma albergava nella casa che cura,
aveva le doglie, non .....
IL MONDO IN TAVOLA
di Sissy Raffaelli

Frittelle di mia nonna.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di marzo

Se avete occulte sulle Tubazioni, abbiamo sempre le soluzioni .....
Abbiamo aperto il 2023 con la selezione di due nuovi posti di .....
VALDINIEVOLE
Omicidio in casa famiglia, Fratelli d'Italia: "Regione garantisca cure adeguate a malati e sicurezza a operatori"

27/1/2014 - 15:31

“Vogliamo che la Regione spieghi ai cittadini in che modo intenda intervenire  per garantire un’adeguata cura ai malati mentali e per garantire la sicurezza degli operatori e delle persone ad essi vicine. Episodi come quello avvenuto nei giorni scorsi nella casa famiglia Piazza Pupilli di Massa e Cozzile, dell’associazione ‘Un popolo in cammino’, dove Gianluca Lotti ha ucciso il suo compagno di stanza, non devono più verificarsi”.


I consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, Paolo Marcheschi e Marina Staccioli hanno presentato nei giorni scorsi un’interrogazione su questa sconcertante vicenda chiedendo “come sia stato possibile l’inserimento di un paziente così grave in una casa famiglia e non in una comunità terapeutica, con operatori in grado di rendersi conto della situazione e di cogliere i segnali del precipitare della stessa, e come mai in Valdinievole non ci siano le strutture residenziali terapeutico- riabilitative previste dalle leggi regionali”.


“Lotti che, nel settembre del 1998 massacrò la sua fidanzata e, riconosciutagli la seminfermità mentale, fu condannato a sedici anni di carcere e, dimesso recentemente dopo anni di ospedale ssichiatrico Giudiziario e carcere, seguito dal Dipartimento Salute mentale Asl 3 Pistoia - spiegano i consiglieri - era stato affidato a questa struttura a bassa intensità di cura con la presenza di operatori a fascia oraria e sulla base di progetti specifici descritti nei programmi riabilitativi personalizzati degli utenti inseriti. Lo stesso dottor Vito D’Anza, responsabile del servizio di psichiatria Asl 3, ha dichiarato a ‘La Nazione’, che  la misura di sicurezza alla quale era sottoposto Lotti era blanda ed assimilabile alla libertà vigilata e che, quando fu fatta la valutazione in accordo con i colleghi dell’Opg e di Firenze sul suo trasferimento in casa famiglia, gli psichiatri non hanno deciso da soli, ma con un' autorizzazione giudiziaria”.


“Eppure - sottolineano gli esponenti di Fratelli d’Italia - un episodio precedente accaduto nel reparto di psichiatria a Pescia aveva fatto sostenere al sindacato Cisl che ‘la politica delle porte aperte, principale causa di questi episodi si è dimostrata il punto debole del reparto dl psichiatria. Ferma restando la situazione attuale, vi è quindi la necessità di adottare accorgimenti atti ad evitare la fuga dei pazienti’. Non solo: in data 7 maggio 2012, si apprende dal quotidiano ‘Il Tirreno’ la “preoccupazione per l’assistenza ai malati psichiatrici nei medici e negli operatori del servizio dell’Asl 3 che accusano i vertici aziendali di arroganza e prepotenza”, e che “contestano la riorganizzazione decisa dall’Asl che ha deciso di trasferire a Pistoia il sistema organizzativo sperimentato (oramai da sei anni) nell'area della Valdinievole. L'azienda ha inoltre proposto l'apertura del centro salute mentale alla domenica e festivi, cosa che non si riscontra in alcuna provincia della regione. Da anni i pazienti ricoverati a Pistoia non usufruiscono della presenza del medico psichiatra durante la notte. Questa grave anomalia è stata aggravata dall’apertura del centro di salute mentale nei giorni festivi: con tale cambiamento, infatti, lo psichiatra viene dirottato, già dal sabato pomeriggio, dal reparto psichiatrico ospedaliero, al Csm e sul territorio, quindi fuori dal contesto ospedaliero; in definitiva, si viene a creare, come in Valdinievole, la bizzarra situazione per cui dalle ore 14 del sabato alle ore 8 del lunedì, non ci sarà più un medico psichiatra nel reparto”.


“Una situazione paradossale che genera comprensibile apprensione nei cittadini tanto più che il decreto ‘svuotacarceri’ ha previsto lo smantellamento degli Opg che sarebbe dovuto avvenire entro il 31 marzo 2013, scadenza poi slittata al primo aprile del 2014 e destinata già a un ulteriore rinvio” lamentano i consiglieri. “La legge prevede infatti che i pazienti internati negli Ospedali psichiatrici giudiziari vengano distinti in due gruppi: quelli con una pericolosità sociale tale da giustificare la detenzione e quelli che possono già essere parzialmente reinseriti nella società. I pazienti ancora socialmente pericolosi dovrebbero essere ospitati in istituti con una gestione esclusivamente sanitaria e con la sicurezza garantita da un perimetro di vigilanza esterna, ma tali strutture sono  ancora troppo poche”.

 

In conclusione, Donzelli, Marcheschi e Staccioli sollecitano la Regione a mettere in moto ogni iniziativa di sua competenza per verificare la situazione organizzativa nel dipartimento di salute mentale di Pistoia. La delicatezza della materia, vedi il caso Kabobo a Milano, non può andare a detrimento della necessaria fermezza e rigore”.

Fonte: Fratelli d'Italia
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: