Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 12:11 - 29/11/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Io a queste considerazioni metafisiche sulla condotta umana degli eletti , ci ho sempre creduto poco .

Se la Costituzione prevede che il rappresentante eletto rappresenti l'elettore pur non essendone .....
CALCIO

Con soli 9 punti e reduci in settimana da un avvicendamento alla guida tecnica (via il mite Frustalupi e dentro il grintoso Riolfo), gli arancioni non possono commettere altri passi falsi, se vogliono evitare le secche della bassa classifica.

CALCIO

Che la sorte di Frustalupi fosse fortemente in bilico, era la classifica stessa a dirlo.

CALCIO

Una cosa ci teniamo a dirla: noi di Valdinievole Oggi non siamo osservatori imparziali. Siamo sportivi, ci mancherebbe altro. Ma siamo tifosi della Pistoiese e soffriamo tantissimo quando vediamo la nostra squadra arrancare in questo modo.

RALLY

Si è conclusa sull’ultima pedana d’arrivo del Campionato Italiano Rally la stagione sportiva di Simone Baroncelli e Donato Bartilucci, portacolori della scuderia Jolly Racing Team impegnati sulle strade dell’ultimo appuntamento del Tricolore 2020.

CALCIO

I campionati non si vincono né si perdono a novembre. Ma per la Pistoiese non è più tempo di lasciare punti preziosi agli avversari. Come, purtroppo, è accaduto nella scorsa gara di campionato con l' Olbia che, con tutto il rispetto per la formazione sarda, non è certo un fulmine di guerra.

RALLY

Novantadue chilometri di prove speciali, le più attese della stagione, quelle che incoroneranno i campioni nazionali.

RALLY

Ha confermato il ruolo di assoluta protagonista, la scuderia Jolly Racing Team. Il sodalizio di Larciano si è infatti congedato dall’asfalto del Rally di Pomarance con il primato conquistato nel confronto tra le scuderie partecipanti.

SPORT

Autodemolizioni Dolfi, azienda leader del settore di demolizione e smaltimento dei veicoli a motore, entra nel calcio maschile e nella pallavolo femminile, supportando Sporting Casini e Progetto Volley Bottegone.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Donato Carrisi.

none_o

La recensione di questa settimana da parte della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Valerio Massimo Manfredi.

Vivevo la vita,
che non è infinita,
senza l’offesa
del .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Un argomento 'scomodo' e per certi aspetti 'scabroso' per la memoria collettiva.

FILIATELIA
di Giancarlo Fioretti

Dal 10 novembre è possibile acquistare il francobollo.

SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
BUGGIANO
Non si ferma all’alt dei carabinieri con un’auto rubata: non contento, poche ore dopo si 'ripete’

8/1/2014 - 20:27

Per due volte, nel corso delle stessa notte, non si ferma all’alt dei carabinieri e per due volte viene rincorso e poi bloccato dai militari. Protagonista di questa strana vicenda è un trentenne di Buggiano di origini rom.

 

L’uomo, la scorsa notte, si trovava con il padre quarantottenne a bordo di una Fiat Punto, quando una pattuglia dei carabinieri di Buggiano gli ha intimato di fermarsi. I due hanno velocemente abbandonato l’auto e hanno tentato la fuga nella campagna circostante, ma sono stati fermati dopo un breve inseguimento. Il mezzo sul quale viaggiavano è poi risultato provento di un furto avvenuto il giorno di Capodanno a Chiesina Uzzanese. I due familiari sono stati perciò denunciati in stato di libertà per ricettazione e guida senza patente.

 

Ma nella stessa notte, verso le due, un altro autoveicolo sospetto veniva notato dai carabinieri, stavolta a Chiesina Uzzanese. Stesso copione dei fatti: all’alt dei militari i due occupanti del mezzo (anche in questo caso una Fiat Punto, risultata poi anch’essa rubata poco prima nella stessa cittadina) si sono dati alla fuga, dapprima con l’auto e poi a piedi. Uno dei due è riuscito a far perdere le proprie tracce mentre l’altro, il conducente, è stato bloccato e poi tratto in arresto. Si trattava dello stesso trentenne denunciato poche ore prima a Buggiano, che adesso dovrà difendersi dalle accuse di furto aggravato in concorso, possesso ingiustificato di attrezzi atto allo scasso, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente in quanto revocata. Il giovane è stato poi accompagnato agli arresti domiciliari.

Fonte: Carabinieri
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/1/2014 - 21:31

AUTORE:
Lancillotto

E' allucinante. Il nostro Paese è fatto proprio a misura per i delinquenti. E' già assai che non hanno arrestato i Carabinieri
Mattiamoci nei panni dei militi, mettono a repentaglio la loro vita per cosa e per chi ? ..ricordate che i carabinieri sono usi ad ubbidir tacendo ma delle loro pazienza è meglio non abusare.
....speriamo che....

9/1/2014 - 11:01

AUTORE:
Tiziana

Perchè non gli regaliamo una Fiat Punto?Magari una a testa. Evidentemente la desiderano tanto.In fin dei conti se la meritano:ne hanno rubate due,hanno guidato senza patente,sono fuggiti all'alt dei militari,avevano a bordo attrezzi da scasso,sono stati denunciati due volte nel giro di qualche ora (quindi recidivi)e sono stati RIMANDATI A CASA...come italiana mi vergogno di tanta insensibilità. Spero che almeno i carabinieri gli abbiano fatto le loro scuse: interrompere il lavoro altrui è inaccettabile!