Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 18:09 - 20/9/2019
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Quello che lo stato postbellico , sia con le disposizioni transitorie , sia con la legge Scelba e con la legge Mancino , nnon ha saputo o potuto gestire , rifugiandosi certi movimenti dietro all'art. .....
NUOTO

Grande festa nella sala consiliare del Comune. Il sindaco Oreste Giurlani, il vicesindaco Guja Guidi, l’assessore allo sport Fabio Bellandi e il presidente del consiglio comunale Vittoriano Brizzi hanno incontrato il presidente della Cogis Nuoto Doriana Degl’Innocenti, gli allenatori, una buona rappresentanza di genitori degli atleti.

TIRO A SEGNO

È stata una giornata divertente e molto istruttiva, caratterizzata da un forte clima emotivo per i giovani tiratori pesciatini, i quali hanno messo in campo tutto il loro impegno per guadagnare i vertici delle classifiche.

CALCIO

Mercoledì 18 settembre con fischio d'inizio alle ore 20,30 al "Cei" sarà disputata la seconda gara del triangolare di Coppa Italia tra Larcianese e Ponte Buggianese.

BASKET

Ultimo turno del girone per la Gioielleria Mancini, che affronta il Vela Viareggio nel Palazzetto di Camaiore. Partita ininfluente ai fini del risultato visto il pass per i quarti di finale già ottenuto dai ciabattini con la vittoria contro Pescia.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme le corse tornano con la programmazione del pomeriggio a pochi giorni dalla chiusura della stagione. 

CALCIO

Sabato 21 settembre si terrà la presentazione della società e delle formazioni partecipanti all’attività indetta dalla Figc a carattere dilettantistico e giovanile.

KARATE

Sabato scorso in occasione della giornata Play for Joy che si è svolta a Larciano in piazza Togliatti presso i giardini della scuola media, il Karate Ninja Club con Martina Russi e Matteo Formichini ha presentato la nuova stagione sportiva.

none_o

Sarà inaugurata sabato 21 settembre, alle ore 17, la mostra dal titolo “Montecatini Garden Spa of Europe".

none_o

Brandani Gift Group partner mostra “I bambini messaggeri di unione e armonia”, all’interno del festival Oci Ciornie.

Soffioni

Impalpabili infiorescenze di sambuco
soavi di luce .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Altopascio, 16.000 abitanti, è da considerare parte integrante della Valdinievole.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giovanni Torre

Ricordi dell'associazione dilettantistica calcio Montecatini.

Sono aperte le iscrizioni per il corso di pittura per adulti .....
BUONASERA sono in possesso di diploma di adb e oss sono attualmente .....
VALDINIEVOLE
Disoccupazione per gli under 30 al 22% ed è boom di iscritti ai Centri per l'impiego

26/12/2013 - 19:55

La Provincia di Pistoia rende nota la situazione occupazionale sul territorio locale, con una nota scritta dell’Osservatorio del mercato del lavoro del 29 novembre scorso e dati aggiornati al 30 giugno, raccolti attraverso le attività dei Centri per l’Impiego (Cpi).
 
I giovani al di sotto dei 30 anni iscritti allo stato di disoccupazione sono 9.615, il 22% dei 47.640 iscritti in totale, di quest’ultimi le donne sono 28.677 ovvero il 60%. La fascia d’età più numerosa in disoccupazione è quella tra i 30 ed i 44 anni, 18.195 iscritti (38%), seguono 45-55 anni (24% circa), 18% le persone al di sopra dei 55 anni.
 
Dal 2008 al 2012, nella provincia pistoiese, vi è stato un aumento continuo degli iscritti ai Cpi, passando da 27.422 unità a 39.915 del 2012 (+45,5%, pari a 12.493 unità in termini assoluti. 4.715 le persone che nei primi sei mesi dell’anno si sono iscritte allo stato di disoccupazione, in leggera diminuzione rispetto al 2012 (-3%). Di questi 1.487 le iscrizioni di giovani sotto i 30 anni, con un aumento di +1% rispetto al I° semestre dell’anno precedente, incrementando del 14,3% le iscrizioni di utenti tra i 18 ed i 24 anni e di +7% quelle di uomini tra i 45 ed i 55 anni, mentre diminuiscono del 12,4% le iscrizioni di giovani tra i 25 ed i 29 anni. -7,6% le iscrizioni di lavoratori con più di 55 anni, per la prima volta dal 2011.


Secondo i dati Istat riferiti alle medie 2012, i giovani sono la categoria demografica più colpita dalla crisi economica, la più penalizzata dai cambiamenti strutturali avvenuti nel mercato del lavoro negli ultimi 10 anni. Cresce dunque la loro quota di inattivi, solo in parte dovuta all’aumento del numero degli studenti. Contribuisce alla condizione di fragilità socio-economica dei giovani il loro profilo professionale, con contratti a termine, part-time involontario, bassi salari e mansioni non allineate rispetto al titolo di studio conseguito. Cresce del 2% il tasso di disoccupazione medio provinciale, nel 2012 (8,5%), mentre quello dei ragazzi al di sotto dei 30 anni registra un aumento dal 15,2% del 2011 al 21% nel 2012, un incremento annuale di ben 6 punti percentuali.


Un’inversione di tendenza, nei dati, riguardo invece alla dinamica di genere. Nell’ultimo anno, infatti, per le ragazze il tasso scende del 4%, attestandosi comunque su un livello elevato, 25,3%, per i ragazzi cresce la probabilità di essere disoccupati, passando dal 6% circa al 18%, 12 punti percentuali in un anno. Nel tempo, il tasso di disoccupazione è andato aumentando, dal 5,3% del 2007 (anno ufficialmente pre-crisi) è aumentato di circa 15 punti percentuali.
 
Rimane elevato, seppur in diminuzione rispetto al 2011, il tasso di inattività dei giovani con meno di 30 anni, attestandosi nel 2012 sul 52% a livello provinciale, livello leggermente inferiore rispetto alla media nazionale (56,5%) e regionale (53,3%). Nella provincia di Pistoia si dichiarano inattivi il 44% dei ragazzi ed il 60% delle ragazze con meno di 30 anni. Preoccupante il fenomeno sociale dei Neet, ovvero dei giovani che non studiano, non lavorano e non partecipano a corsi di formazione professionale, in Italia circa il 20,5% della popolazione giovanile, dato superiore alla media europea, mentre in Toscana, secondo dati forniti da Irpet, risultano il 15,5%. In base ad un’analisi effettuata dall’Osservatorio, riferita a novembre 2011, nella provincia pistoiese su 100 neodiplomati circa 15 si trovavano nella condizione di Neet.
 
Le aspettative di trovare un lavoro, oggi in Italia, sono le peggiori d’Europa, lo scoraggiamento a cercarlo rappresenta un’emergenza nazionale: ben il 34% degli inattivi europei, quasi tre milioni di persone, si trova nel Belpaese, dichiarandosi disponibili a lavorare pur non avendo cercato attivamente un lavoro. Un milione e 300 mila (43% degli inattivi) gli italiani scoraggiati, nel 66% dei casi persone con basso livello di istruzione e competenze professionali generiche. Avviamenti al lavoro La domanda di lavoro, riguardo ai primi dati disponibili del 2013, relativa alle unità produttive del territorio provinciale, risulta in netta diminuzione. Circa 16 mila i contratti di lavoro stipulati nei primi sei mesi del 2013, un valore in forte calo (-19%) rispetto al primo semestre dell’anno scorso (19.945): -21% per le donne (-17% circa per gli uomini), per le quali si registra comunque il 56% degli avviamenti (9 mila). Il 41% degli avviamenti è relativa alla fascia d’età 30-44 anni (oltre 6.500), circa 4.300 gli avviamenti dei giovani sotto i 30 anni d’età (27% del totale), con una diminuzione del 18% rispetto al 2012.
 
Per tutte le fasce d’età, comunque, la variazione rispetto al primo semestre 2012 è negativa, ad eccezione dei giovanissimi. Sempre riguardo agli under 30, nel primo semestre 2013 circa il 43% dei contratti (1843) è a tempo determinato, il tempo indeterminato copre il 10% circa del totale degli avviamenti (442 inserimenti) in linea con il peso di quest’ultima tipologia contrattuale a livello provinciale; rilevante l’utilizzo di contratti di apprendistato (642, il 15% circa), seguono il lavoro intermittente o a chiamata (400 contratti circa,  9% del totale), ed il lavoro in somministrazione (7,8%). Più di un avviamento su cinque (23% circa, 982 inserimenti) è avvenuto in attività ristorative ed alberghiere, seguono commercio all’ingrosso ed al dettaglio (13%, 570 avviamenti), il manifatturiero (12%, 512), noleggio-agenzie di viaggio-servizi alle imprese e florovivaismo 8% (340 circa gli avviamenti).
 
di Leonardo Soldati

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: