Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 03:01 - 22/1/2022
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Presidente in quota Forza Italia.

Per capire il personaggio ed il suo rapporto col caimano , si trova abbondante materiale e penso anche dagli atti parlamentari , l appoggio alla tesi della nipote .....
BASKET

Mtvb Herons Basket comunica che sono state rinviate a data da destinarsi, causa Covid, le seguenti gare di campionato.

BASKET

A distanza di un mese dalla partita contro Vigarano, la Giorgio Tesi Group è tornata finalmente in campo.

HOCKEY

Finalmente arancione anche in campo femminile assoluto, dopo oltre un decennio una formazione di Pistoia torna alle competizioni e con buone prospettive future.

SCHERMA

Davide Cutillo ha staccato il biglietto per la finale dei campionati italiani under 17 di fioretto che si disputeranno nel prossimo mese di maggio a Catania.

BASKET

Tredicesima vittoria consecutiva per la Gema Montecatini, che dopo un mese di stop in campionato (causa pausa natalizia e poi le prime due giornate rimandate dal covid) ha dimostrato di non avere affatto ruggine o scorie addosso.

SCHERMA

Prima grande soddisfazione nel circuito europeo under 17 per Fabio Mastromarino. 

SCHERMA

Un azzurro per due.

BASKET

Ventinove giorni dopo l'ultima volta, Gema Montecatini è pronta a tornare in campo per una partita ufficiale. Il 17 dicembre, giorno della dodicesima vittoria consecutiva a Prato, sembra però ormai lontanissimo.

none_o

Consigli di lettura di Maria Valentina Luccioli.

none_o

Inaugurazione il 19 gennaio alle 18,30, nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Pistoia.

La signora in blu
Viaggio nel profumo delle .....
IL SEGNO DEL MESE
di Sissy Raffaelli

Segno di Terra, Cardinale, domiciliato in Saturno ed esaltato in Marte.

ZODIACO
di Sissy Raffaelli

L'oroscopo di gennaio

E'stato scritto e pubblicato un libro sulla presenza del grande .....
cerco bilocale affitto 300 o 350 euro zona Pescia, grazie arredato. .....
MARLIANA
Grande partecipazione di pubblico all'incontro con gli ex studenti di don Milani

14/8/2013 - 10:13

MARLIANA

Grandissima partecipazione di pubblico, in quel di Marliana, al secondo e ultimo appuntamento del ciclo d’incontri la Chiesa in Alto - II^ edizione - anno 2013, ‘da poveri a cittadini sovrani’.
Il convegno, la ‘contemporaneità del pensiero di don Milani’, si è focalizzato sulla vita terrena del Parroco Fiorentino.


Un folto pubblico - di un centinaio circa di persone, in una Parrocchia, quella di San Niccolò, che può contare, si e no, su quattrocento anime - ha assistito ai resoconti degli ex studenti di don Milani, della Parrocchia di San Donato in Calenzano, che seguirono, a suo tempo, il Sacerdote anche nella Parrocchia di Barbiana, standogli vicino, aiutandolo nei momenti di difficoltà, e confortandolo fino agli ultimi istanti della sua breve e intensa vita.


La tematica di fondo della serata è stato l’aspetto in apparenza rivoluzionario di don Milani, ma nella realtà, analizzando dall’interno le pieghe della vicenda umana del Parroco, è emerso con chiarezza che Don Milani non era un rivoluzionario, ma bensì un uomo che rispettava la tradizione Cristiana.
Dal pulpito della anamnesi Cattolica si comportava da Cristiano vero, quale egli era, la sua Parrocchia era aperta a tutti: poveri, ricchi, comunisti, socialisti, liberali, democristiani, atei, e, credenti, perché la casa dei Cattolici deve avere la porta dischiusa per la totalità della sua comunità di riferimento.
Il messaggio Cristiano, al di là della retorica, ci insegna a valutare l’uomo in quanto tale: con i suoi pregi, i suoi difetti, e, le proprie prerogative terrene; i Cattolici certi, come lo era don Lorenzo Milani, non osservano le persone in base alle loro insegne, ma in riferimento alla loro condotta di vita. Ogni uomo è un essere unico - che ha maturato delle esperienze, durante la propria esistenza, speciali, irripetibili - è in quanto tale merita il rispetto e l’attenzione della sua comunità Cristiana d’appartenenza, e non.

Questo è emerso con chiarezza, sia dalla platea - composta da persone di ogni provenienza, e di ogni credo politico - che dalle argomentazioni dei relatori, ex allievi del Parroco Fiorentino, che ci hanno descritto una persona buona, onesta, leale, che ha dedicato, da buon Pastore, tutta la sua esistenza alla cura del suo gregge. In particolar modo, si è donato agli umili e gli indigenti, perché sé vi è un insegnamento che accomuna i Cristiani, di ogni epoca e di ogni latitudine, è quello di volersi bene vicendevolmente, di amare il prossimo come noi stessi, e, di conseguenza di porci la prerogativa di aiutare i diseredati del Mondo. Cosa, quest’ultima, che soltanto i Cattolici effettivi, come lo era don Lorenzo Milani, sono in grado di fare durante la propria vita terrena.                   

 

Riccardo Diolaiuti    

Fonte: Comunicato stampa
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: