Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 11:08 - 11/8/2020
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

buon Daniele , tu senza dubbio conosci la storia dell'Arma nella guerra al "brigantaggio" post unitario ? Di Ponte Landolfo ci fai colazione ?
Saprai senz'altro tutto delle stazioni cc confluite con .....
IPPICA

La modalità per accedere all'ippodromo Snai Sesana nella serata di sabato 15 agosto, in occasione del Gran Premio Città di Montecatini, dovrà avvenire mediante una richiesta di prenotazione.

CALCIO

Tutto pronto in casa Montecatinimurialdo per la stagione 2020/21.

CALCIO

Altri acquisti di grande qualità in casa Bioacqua Av Le Case. arrivato  dalla Meridien il forte centrocampista Alessandro Piscitelli, classe 1987. Alessandro vanta con esperienze al Cecina 2000, Monsummano e, appunto Meridien in 1^ Categoria porterà classe ed esperienza nel centrocampo della Bioacqua.

IPPICA

All’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è iniziata la settimana più calda della stagione del trotto nazionale.

IPPICA

Grande attesa per la notturna di sabato 15 agosto all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme con la 68^ edizione del Gran Premio Città di Montecatini.

BASKET

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che Giorgio Tesi Group sarà il nuovo title sponsor della prima squadra, che parteciperà al prossimo campionato di Serie A2.

IPPICA

L’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme entra nella fase più importante della stagione.

IPPICA

All'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme sarà un agosto speciale e diverso dalle precedenti edizioni.

none_o

La recensione di questa settimana della libreria Mondadori di Montecatini è dedicata a un libro di Erin Morgenstern.

none_o

Il libro racconta l’esperienza di Vicofaro.

C’è una casa in riva al mare,
è la casa dell’amore,
che .....
FILATELIA
di Giancarlo Fioretti

Tutto cominciò con il manuale "La scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".

VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

Scorza ebbe strettissimi legami con la Valdinievole e con Montecatini in particolare.

Smarrita chiavetta usb marca Lexar bianca con tappo arancione. .....
cerco qualsiasi mansione x impegno mia giornata sono dinamico .....
MONSUMMANO
Una lettrice: "Quanto spreco di denaro pubblico per il parco Orzali..."

4/4/2013 - 18:49

Una nostra affezionata lettrice, Cinzia Silvestri, ci invia questa lettera per denunciare lo stato di abbandono in cui versa il parco Orzali.

"Se in ogni quartiere ci fosse almeno un cittadino disposto a fare il criceto nelle mutande delle amministrazioni comunali, forse tanto spreco di pubblico denaro sarebbe non evitato, ma contenuto. L’opera di cementificazione già segnalata nei giorni scorsi del parco Orzali pare ferma. Unico movimento riguarda l’installazione di pali con catarifrangenti ai punti di entrata e uscita del percorso perdonale che delimita l’area e di transenne in via Fosso Candalla, considerata strada a fondo chiuso con tanto di cartello (disatteso) a cui si è aggiunto quello per divieto di transito, per il quale sarà bene escludere i residenti automuniti.


C’era davvero bisogno di mettere i pali in un percorso non ancora ultimato, utilizzato solo da pedoni, bambini in carrozzina e triciclo e un piccolo stormo di aironi bianchi?


L’altezza dei pali fa intuire che non servono per la lap-dance, come Montecatini avrebbe suggerito, semmai raggiungono la misura dell’erba alta che ha bisogno urgente di essere tagliata e come ogni anno si sollecita il Comune di provvedere, perché da se non ci pensa.


Del resto, i nuovi pali sono l’unica cosa ritta che l’amministrazione ha saputo mettere nel parco: come già detto, gli alberi piantumati sono tutti pericolosamente pendenti come la Torre di Pisa, almeno un paio troncati alla base della chioma, per non parlare dei sette esemplari  ancora da piantumare e sdraiati in terra da mesi, per non parlare di quelli che marciscono annegati nel terreno alluvionato. Se anche fossero stati regalati da qualche generoso vivaista alla comunità, il Comune avrebbe l’obbligo morale di rimediare allo stato di abbandono di queste piante che ad oggi purtroppo non hanno prodotto neanche una gemma.


Se invece gli alberi fossero stati acquistati, da cittadina chiedo cortesemente conto di questo permanente stato di incuria e mi domando con quale criterio l’architetto che ha progettato il parco Orzali ha pensato di sistemarli in un terreno adiacente l’argine, che si abbassa sempre più causa piogge e dove l’acqua stagna settimane intere.


Ormai sono abituata alle risposte, deludenti quanto evasive, ma soprattutto alle non risposte che certi amministratori rivolgono ai cittadini ex cathedra: del resto per capire non c’è bisogno di parlare, basta leggere i cartelli del parcheggio lato est (quello sì, già pronto da anni) elevato nientepopodimeno che a piazza dedicata a Cesare Pavese. Auspico, perché ne resti traccia e qualcuno se ne prenda la responsabilità, che questa problematica del parco Orzali venga affrontata in consiglio comunale".

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: