Skin ADV
Valdinievole OGGI
  • Cerca:
  • 19:04 - 21/4/2021
  • [protetta]
  • [protetta]
  •  

Il recente approdo in Consiglio Comunale del giovane consigliere Luca Sbenaglia, in quota Fratelli d'Italia, è stato accolto, da alcuni lettori di questo giornale e non solo, con una punta di acredine .....
CICLISMO

La commissione disciplinare dell'Uci ha inflitto uno stop di trenta giorni all'attività agonistica della Vini Zabu'.

RALLY

Tanta attesa, per il 36° Rally della Valdinievole e Montalbano, in programma per l’8 e 9 maggio a Larciano, con l’organizzazione curata dalla scuderia Jolly Racing Team.

SCHERMA

La scherma è finalmente ripartita. La necessità del rispetto delle norme sanitarie ha comunque imposto una sensibile rimodulazione del calendario soprattutto per consentire la disputa dei campionati italiani con un numero contingentato di atleti.

RALLY

La trasferta elbana non ha restituito il sorriso a Paolo Moricci. Il montecatinese, portacolori della Porto Cervo Racing, ha chiuso la gara fuori dalla top ten.

RALLY

Arrivano, ancora, grandi soddisfazioni dalla stagione sportiva di Jolly Racing Team.

HOCKEY

Prima sconfitta nel campionato per l’Hockey Club Pistoia nel campionato di Serie A2 in casa della capolista Cus Cagliari dopo una gara ben giocata e sempre aperta.

PUGILATO

Weekend impegnativo per i ragazzi della boxe Giuliano capitanati dal maestro massimo bosio dove si allenano a borgo a buggiano alla wellnessclub.

CALCIO

Domenica sera alle 20,30 allo stadio Piola di Novara, la Pistoiese cercherà di dare continuità alla sua recente striscia positiva di risultati.

none_o

Consigli di lettura di Valentina

none_o

Consigli di lettura di Valentina.

Cielo azzurro,
qualche nube su in collina,
il sole scalda .....
VALDINIEVOLE STORICA
di Giancarlo Fioretti

La parabola umana e artistica di Leda Rafanelli abbraccia tutto il Novecento.

VALDINIEVOLE STORICA
di Giulio Cozzani

Storia e curiosità del comune di Buggiano.

Vendo terreno edificabile Massa e Cozzile grande circa 10 000m2 .....
SCUOLA di BALLO e DANZA ACCADEMICA MARGINE COPERTA

asd " ENERGY .....
none_o
Licenziati lavoratori Comicent, Cgil: "Responsabilità anche del sindaco"

19/3/2013 - 16:50

La Flai-Cgil interviene con un duro comunicato in difesa dei lavoratori del Comicent che, scrive il sindacato, sono stati oggi licenziati.

"Vergogna! Le lavoratrici e i lavoratori del Comicent, il mercato dei fiori della Toscana, sono stati licenziati oggi dal commissario liquidatore. La responsabilità è anche dell'amministrazione comunale e del sindaco di Pescia.
 
Tenuti appesi per mesi a promesse di rilancio e di garanzie del posto di lavoro e brutalmente scaricati dall’incapacità di saper gestire una fase di transizione verso un rilancio del settore floricolo che ancora su Pescia può e deve fare perno.
 
Ignavia e irresponsabilità legata all’indifferenza verso un mercato e un'attività che vede segnali positivi e che con questi licenziamenti vanificheranno la tenuta e gli sforzi che i lavoratori del Comicent (da soli) hanno supportato in questi oltre cinque anni di transizione verso la nuova società A.S.MeFit.
 
Grave! Non c’è niente di peggio che galleggiare sulle proprie responsabilità politiche della giunta comunale e constatare che chi ci rimette sono unicamente e solamente i lavoratori, licenziati senza appello, mentre per altre figure professionali (dirigenti fedeli) si sono trovate risposte garantite e gratificanti.
 
Ci appelliamo alla cittadinanza e alle Istituzioni sensibili ai problemi del rilancio produttivo e all’occupazione per una comune mobilitazione che risolva e garantisca il lavoro e le professionalità presenti al Comicent come necessarie e indispensabili alla ripresa e allo sviluppo del floricolo nel  distretto di Pescia.
 
L’iniziativa sarà pressante e continua, nessuno si illuda di poter passeggiare sulla dignità delle donne e degli uomini che lavorano onestamente".

Fonte: Flai Cgil
 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




21/3/2013 - 10:20

AUTORE:
incazzato

Questo ultimo fatto del comicent non è altro che la ciliegina sulla torta di anni e anni di un sistema marcio nella gestione di questa struttura. Condivido il pensiero di alcuni, cioè un grande ammasso di acciaio, una struttura enorme, inutile e costosa dove tanti ci hanno "mangiato". E che dire di tutte le piccole ditte all'interno che faticano a pagare l'affitto dei magazzini per i fiori, che tra l'altro sono assolutamente malandati??? piccole dittarelle tartassate dalle spese e dalle tasse, che non riecono più a lavorare perchè nonostante l'entrata sia provvista di una portineria, non si sa come mai da ogni angolo spuntano extracomunitari completamente abusivi, senza partita iva, che comprano, vendono, rubano e spesso raccolgono fiori da buttare per andarli a rivendere chissà dove. Gente lasciata completamente a se stessa,che si sveglia alle 4 per andare a lavoro; non si fa niente per rilanciare il commercio dei fiori, non ci sono regole in questa struttura, non ci sono controlli, non c'è manutenzione di questo grande e inutile "mostro".

20/3/2013 - 14:32

AUTORE:
Angela

Ma chi si comporta così sa cosa significa per un lavoratore essere scaricato come un pacco postale dopo anni e anni.
Credo di no...chi "lavora" nel pubblico è sempre tutelato, garantito e pagato dai cittadini.
Gli enti pubblici sono abituati a fare sempre ciò che gli pare in barba alle regole. Tanto chi li controlla?

19/3/2013 - 23:51

AUTORE:
Thomas

Mi pare o il commissario liquidatore del Comicent che ha licenziato i lavoratori è anche l'amministratore della nuova azienda MeFit? E' l'unica ad essere stata trasferita? Com'è transitata lei possono transitare anche i lavoratori. Oppure c'è "transito" e "transito"?

19/3/2013 - 23:18

AUTORE:
Donata

Ma che cosa avrà in mente il sindaco di Pescia e tutta la sua giunta, assessore all'agricoltura compreso? Forse distruggere quel che resta di un mercato che nonostante tutto sta reggendo? Come sempre si comincia a colpire i più deboli i lavoratori che sono le prime vittime di questa situazione creata dell'incapacità di chi amministra e dovrebbe risolvere e non creare problemi.

19/3/2013 - 23:02

AUTORE:
Sergio

Sono solidale con i lavoratori del mercato. La notizia del licenziamento mi ha sorpreso perchè li ho visti al loro posto a lavorare per la nuova azienda e credevo che vi fossero stati trasferiti. Lo dice la legge, mi pare
Invito tutti gli operatori a essere vicini a questi ragazzi.

19/3/2013 - 22:54

AUTORE:
Luigi

Frequento il mercato da sempre e proprio per questo conosco i ragazzi che ci lavorano con attaccamento anche quando sono stati lasciati soli. Non è giusto che sia sempre chi lavora a pagare per l'incapacità di chi dovrebbe risolvere i problemi e non lo fa e cioè il comune di Pescia.
Perchè non valorizzare chi già lavora da anni al mercato invece di andare a cercare qualche altra soluzione? Non si penserà ica di risolvere tutto con il direttore..

19/3/2013 - 21:25

AUTORE:
marina

Oltre che leggere il comunicato stampa della Flai Cgil ho visto il servizio sul TG3 Regionale e su TVL. Sindaco complimenti, ha fatto come lo struzzo, ha nascosto la testa sotto la sabbia pensando di aver nascosto anche il resto, il licenziamento dei cinque dipendenti, mi sembra di capire che non passerà inosservato e senza conseguenze per il comune di Pescia, ma tutto questo giova a qualcuno? Non certo a lei signor Sindaco.

19/3/2013 - 19:36

AUTORE:
Simone

Vergogna davvero. Non credevo, come tantissimi altri che operano sul mercato, che si arrivasse veramente a tanto. Conosco i dipendenti della direzione dal lontano 1988 e sono riusciti a lavorare per diversi anni senza una dirigenza, la conoscenza che hanno queste persone della storia del mercato, della floricoltura, potevano essere utili in un momento come questo di crisi per il passaggio alla nuova gestione. Mi chiedo se il comune voglia chiudere anche il Mercato dei fiori, visto la situazione che si è venuta a creare. Siamo solidali con i lavoratori che non forniranno più i servizi di direzione e chiedo e vorrei una risposta, di come intenda il comune risolvere la cosa.

19/3/2013 - 18:26

AUTORE:
Guido Pucci

Questi effetti risentono indubbiamente della crisi economica, ma anche di un apparato economico e finanziario che, fin dalla sua costruzione, ha già da subito suscitato infinite critiche. Mi pongo alcune domande alle quali, forse, dandomi una risposta capirò diverse cose.
1) Quella struttura perchè è stata costruita? perchè non ha MAI funzionato? Perchè nessuno mai ha pensato di tornare al vecchio mercato dei fiori, sicuramente più ospitale per l'ormai ristretto businness florovivaistico di Pescia?
io non capirò mai.
La vera responsabilità? Chi volle costruire quella struttura totalmente inutilizzata. Il sindaco di oggi? Non più di tante responsabilità. I problemi nacquerò già dalla nascita di questo mostro di acciaio e vetro.
2)Ai sindacati: cosa proponete di farci in quegli enormi spazi? Oltre a criticare la dirigenza ed il Commissario liquidatore, cosa ci deve essere organizzato?
Sinceramente, penso che non ci possa essere soluzione.
Cordiali saluti.